Gianluca Tosi da top five a Piancavallo

L’Ircup avvia con una grande firma. Il pilota reggiano, portacolori di Movisport, con al fianco Alessandro Del Barba ha sfruttato al meglio la Skoda Fabia R5 di Gima Autosport sulle difficili strade friulane per partire con la marcia giusta nel Campionato. Foto Mario Leonelli

Reggio Emilia, 03 MAGGIO  2021 – Gianluca Tosi ha avviato alla grande il Campionato IRCup, finendo quinto assoluto il – Rally di Piancavallo, gara che ha inaugurato la stagione di riferimento del pilota portacolori di Movisport. Affiancato da Alessandro Del Barba, al volante della consueta Skoda Fabia R5 di Gima Autosport, il driver di Castelnuovo Monti è stato tra i protagonisti di prima scena della gara pordenonese, avversata in ampia parte dal maltempo e caratterizzata da prove speciali molto ostiche.

Con il Rally Piancavallo, Tosi e del Barba, avevano anche il classico “conto in sospeso: era dall’ultima volta che vi parteciparono due anni fa (era il loro debutto), finendo sesti assoluti ma con un poco di amaro in bocca causato da qualche magagna di ordine tecnico.

Risultato dunque migliorato di una posizione ma con una prestazione di alto profilo, che oltre a guardare ai singoli parziali di gara ha dovuto far fronte a difficoltà date dalle condizioni meteorologiche che hanno avversato il rally oltre che dalle strade stesse, come tradizione molto tecniche, oltre che guardarsi da avversari di livello. Un primo giro sul celebre “Monte Rest” non soddisfacente sotto l’aspetto cronometrico aveva portato Tosi e Del Barba in settima posizione, per poi operare la rimonta di due posizioni sino alla top five finale, risultato di pregio in ottica campionato.

GIANLUCA TOSI: “Un rally duro e selettivo, secondo tradizione, ma anche appassionante e intrigante. Non è stato per nulla facile, le condizioni meteo non hanno dato tregua, le strade erano davvero difficili e gli avversari come al solito sempre in gran forma. C’erano tutte le condizioni per venire via dal Friuli con le lacrime ed invece credo che abbiamo saputo interpretare tutte queste insidie variabili con la giusta misura, con il cuore e con la mente e la cosa ha pagato. Abbiamo avviato al meglio il Campionato, il migliore stimolo per andare adesso al secondo round. Un grazie a GIMA, per il lavoro svolto e per quello che ci ha dato come vettura, al top, grazie anche a tutti coloro che ci supportano, da Bardahl, e grazie pure a chi ci ha seguiti da casa, il loro calore si è sentito. Adesso la mente vola al “Taro”, dove si spera trovare un po’ di asciutto!”.