Historic Rally Cup 2021 Marco Gallullo, napoleonico all’Isola d’Elba

Successo casalingo del pilota elbano che porta la sua Peugeot 205 Rally 1300 fra i grandi della classifica assoluta. Solita grande gara dell’ambasciatore Michelin in prova speciale Matteo Luise, settimo assoluto. Chi torna dall’Elba con massimo soddisfazione è Adriano Beschin, secondo della Coppa, che allunga decisamente nella classifica assoluta della coppa.

CAPOLIVERI (LI), 22 settembre Dicono gli storici che Napoleone maneggiasse l’artiglieria come un uomo maneggia una pistola. Perché riusciva a spostare le sue truppe con una velocità fulminea. Marco Galullo ha voluto imitare l’imperatore francese, famoso per il soggiorno forzato all’Elba, facendo volare la sua Peugeot 205 Rallye sulle prove speciali del 33° Rallye Elba Storico. Il pilota elbano è il vincitore del sesto appuntamento della Michelin Historic Rally Cup, il challenge dedicato alle vetture storiche dalla Casa di Clermont Ferrand e gestito sui campi di gara da Mario Cravero di Area Gomme.

L’elbano di Enfola, affiancato da Simona Calandriello, ha dominato non solo la gara della Michelin Historic Rally Cup (segnando il miglior tempo in sette delle nove prove speciali, lasciando a Beschin solo le ultime due prove della prima giornata, mantenendo il comando dal primo all’ultimo metro), ma si è anche imposto nella propria Classe 4/J2/A/1300 in gara. Con le coperture francesi ha fatto meglio solo l’ambasciatore Michelin sui campi di gara Matteo Luise, affiancato dalla moglie Melissa Ferro. Stratosferico come al solito con la sua Ritmo 130 Abarth con la quale ha conquistato il sesto posto assoluto e la vittoria della Classe A/J2/A/2000 concedendo agli avversari solo l’ultima prova del Perone, disputata quando il vantaggio in classifica era di un minuto circa, speciale affrontata dal rovigotto con gomme dure sotto una pioggerellina e con la nebbia. Inutile correre rischi. Chi torna dall’Isola d’Elba con il sorriso sulle labbra e nel cuore è Adriano Beschin, con Federico Migliorini alle note, secondo assoluto e primo di Terzo Raggruppamento della Michelin Historic Rally Cup con la sua Porsche 911 SC. Il vicentino prende il largo nella classifica della Coppa, anche in conseguenza del ritiro dei suoi due principali avversari Giacomo Questi e Luciano Chivelli, consolidando la leadership che già aveva con piccolo margine prima della gara elbana e portando il vantaggio sugli avversari a 16 punti. A tre gare dal termine è un bel gruzzolo.

Erano tre i concorrenti della Michelin Historic Rally Cup nel Primo Raggruppamento presenti al Rallye Elba Storico.  Successo di Fabrizio Pardi e Anna Canale con la Lancia Fulvia HF, che conquistano anche il successo nella Classe 1/U/1300 della gara. Con questo risultato, alla prima gara della stagione, il pilota piemontese si rilancia anche nella classifica del Primo Raggruppamento della Michelin Historic Rally Cup. Chi perde un’ottima occasione per risalire nella classifica di Raggruppamento (ancora guidata dall’assente Cesare Bianco) è Massimo Giuliani, affiancato da Claudia Sora, che aveva segnato nelle prime due prove il miglior tempo di raggruppamento della coppa con la sua Lancia Fulvia HF 1.3. Ma una toccata nella prima speciale aveva danneggiato una balestra della coupé torinese, la cui rottura ha appiedato l’equipaggio portacolori del Rally Club Team nella terza speciale. Delusione anche per il siciliano Giuseppe Leggio, affiancato da Rosario Guerrieri, alla sua prima gara fra le storiche, vittima di un’uscita di strada nella prima prova speciale di venerdì mattina che ha costretto la sua BMW 2002 Ti al ritiro.

Sfida a quattro nel Secondo Raggruppamento con successo di Ermanno Caporale e Ornella Blanco Malerba che conquistano pure la Classe 2/4/1600 della gara con la loro Fulvia Coupé Rallye 1600. I due portacolori di Biella Corse prendono il comando della classifica della Michelin Historic Rally Cup, dopo una gara partita fra mille apprensioni per problemi alla pompa benzina nella notte di Capoliveri sulla prima speciale. Risolto il problema, la loro gara dei biellesi è proseguita in crescendo, fino a chiudere davanti a Trevor Smithson e Alessio Chiantelli sull’Alpine A110, una delle vetture più ammirate del parco partenti del Rallye Elba Storico. Problemi di alternatore hanno tormentato per tutta la gara Bruno Graglia-Roberto Barbero, miglior tempo in apertura con la loro 124 Abarth Rally, poi costantemente in difficoltà nelle prove di venerdì e sabato fino al definitivo stop a tre prove dalla fine. Peccato, perché il pilota valsusino, con un buon risultato all’Elba, poteva rilanciarsi nella classifica della Michelin Historic Rally Cup di raggruppamento. La delusione maggiore, però, l’hanno vissuta Roberto Giovannelli-Isabella Rovere, che hanno rotto un cuscinetto di una ruota posteriore della loro nuova Porsche 911 RS nella discesa del Monte Perone finale, dopo essere stati al comando per tutta la giornata di venerdì e di sabato. Ma la discesa del Perone, nella nebbia e sotto la pioggerellina era troppo rischiosa da affrontare con una ruota traballante.

Grandissima battaglia, almeno nelle prime fasi, nel Terzo Raggruppamento della Michelin Historic Rally Cup, che ha visto il successo di Beschin-Migliorini, davanti al locale Massimo Giudicelli-Paola Ferrari con la Volkswagen Golf GTI, molto attenti a massimizzare il risultato in ottica Michelin Historic Rally Cup e Campionato Italiano Rally Auto Storiche (hanno infatti vinto la Classe 3/2/1600 del rally). La gara era partita fra le scintille con Valtero GandolfoMarco Torterolo più veloci di Raggruppamento con la loro 127 Sport nella notte di Capoliveri, seguiti a pochissimo da Beschin e dall’altra 127 Sport dell’equipaggio friulano Luciano e Lorena Chivelli ad appena 5”3. La luce del giorno di venerdì ristabiliva gli equilibri con i muscolosi cavalli della Porsche di Beschin che prendevano il sopravvento davanti a Giudicelli, mentre cominciava la crisi di Gandolfo-Torterolo che si fermavano già alla terza speciale per problemi di motore della loro 127 seguiti nella prova successiva dalla famiglia Chivelli per la rottura di un semiasse. La gara proseguiva con Beschin e Giudicelli a fare il ritmo seguiti dai consistenti tedeschi Peter ed Elke Goekel con la loro Opel Kadett D che camminavano di buon ritmo precedendo sul traguardo di Capoliveri Giovanni Lorenzi-Alessio Pellegrini, Fiat 127 Sport, che invertivano l’andamento della sfortuna riuscendo finalmente a disputare tutte le prove speciali della gara. Continua il periodo negativo per il bergamasco Giacomo Questi, affiancato da Giovanni Morina, vittima dell’ennesima rottura del motore della sua Opel Ascona 2.0 SR. La classifica dell’Elba porta prepotentemente al comando di Raggruppamento Adriano Beschin che approfitta del ritiro di Questi e Chivelli per mettere un buon margine di punti fra la sua Porsche e le vetture degli avversari.

La Classe M5 della Michelin Historic Rally Cup è stata affare privato della Peugeot 205 Rallye di Galullo-Calandriello che hanno tenuto il comando dall’inizio alla fine allungando fin dall’inizio sulla Renault 5GT Turbo di Gianfranco Pierulivo-Alessio Orzati, costretti alla fermata fin dalla prima prova di venerdì mattina per la rottura del cambio. Con questo risultato Galullo prende il largo nella classifica riservata alle vetture di Quarto Raggruppamento che calzano i pneumatici Michelin da 13”.

Il Rallye dell’Elba Storico ha anche dato uno scossone alle classifiche delle varie classi della Michelin Historic Rally Cup. In Classe M1 il ritiro di Luciano Chivelli e Valtero Gandolfo ha permesso a Giovanni Lorenzi di avvicinare gli avversari, anche se il vantaggio di Chivelli rimane significativo. In Classe M2 Massimo Giudicelli si scolla di dosso gli scomodi inseguitori, gli assenti Luca Delle Coste e Luigi Annoni, mentre un deciso passo in avanti lo compie Ermanno Caporale che si porta vicinissimo alla zona podio. Congelata la classifica di Classe M3 con i protagonisti ritirati, come Giacomo Questi, o assenti come Luca Prina Mello. In M4 Adriano Beschin prende risolutamente il comando della situazione allungando su Luca Valle, assente all’Elba.

Prossimo appuntamento con la Michelin Historic Rally Cup a Porto Cervo (SS) il 29-30 ottobre il 4° Rally Storico Costa Smeralda.