Il 18°Rally del Tirreno pronto alle grandi sfide

Nella classe regina dell’appuntamento di Coppa Rally 8^ Zona a confronto Alessio Profeta, vincitore dell’ultima edizione e Marcello Calandrino entrambi su Skoda Fabia. Puntano al Top Giuseppe Nucita, Bartolomeo Mistretta e Salvatore De Grazia. Nel TRZ storico spiccano le tre Porsche di Lombardo, Savioli e Di Lorenzo. Il via alle 0.00 di domenica e l’arrivo alle 9.05 a Villafranca Tirrena

Villafranca Tirrena (ME) 05 agosto. Cresce l’attesa in vista dell’entrata nel vivo del 18° Rally del Tirreno. Con la pubblicazione di un elenco iscritti di alto livello per nomi e vetture in gara sale, infatti, la tensione e si cominciano a contare le ore che mancano al via del quarto appuntamento col CRZ e col TRZ per il quale 118 equipaggi hanno fatto pervenire alla Top Competition, che organizza l’evento, le loro adesioni. Al vertice del lungo elenco, due nomi lontani per generazioni, quello del giovane palermitano Alessio Profeta, affiancato da Sergio Raccuia vincitori della precedente edizione del “Tirreno”,  e quello dell’esperto alcamese Marcello Calandrino, che per l’occasione sarà coadiuvato da Mirko Lo Piano. Entrambi gli equipaggi con le Skoda Fabia R5, quella di Profeta con cui sta prendendo parte al Cir, in versione EVO.

Mirano a posizioni di vertice anche Giuseppe Nucita e Bartolomeo Mistretta. Il più grande dei fratelli Nucita lascia le note del Cir e prende per l’occasione il volante della Ford Fiesta Mk8 di classe R2B con i colori del team Phoenix. Il driver di Santa Teresa Riva sarà affiancato da Bernardo Di Caro. 

Altro pilota di lungo corso il trapanese Bartolomeo Mistretta navigato qui dal locale Alessandro Anastasi sulla Renault Clio R3C dell’ASD Team Del Mago.

Partono con buone ambizioni i due equipaggi delle Super 2000 sulle Peugeot 207, quello composto dal trapanese Andrea Nastasi e dalla padrona di casa Graziella Rappazzo e quello di Salvatore De Grazia, driver con licenza tedesca, ma di evidenti origini tricolori, con alle note Nazzareno Rosa.

Assolo in gruppo R4 per la bella Mitsubishi Lancer Evo IX dell’ex equipaggio tutto cefaludese formato dall’ex kartista Antonio Damiani e dall’esperto Giuseppe Li Vecchi.

Si preannuncia emozionante la sfida anche tra le Super 1600, dove con due Renault Clio entrambi sotto le insegne della Scuderia Sunbeam M .Sport si daranno battaglia Carmelo Molica Franco, con alle note la laziale Carmen Grandi, e l’equipaggio di Rometta composto da Giuseppe e Simone Messina.

Assenza annunciata del nisseno, attuale leader del Campionato, Roberto Lombardo,  per motivi personali.

Si ripropone l’equipaggio formato dai due figli d’arte: il cerdese Ernesto Riolo alla guida con il palermitano Giorgio Genovese alle note. I due portacolori della Cst Sport disporranno di una Peugeot 208. Con le stesse insegne, la Renault Clio di classe R3C del nisseno Giuseppe Nicoletti.

Appassionante come sempre, la classe R2b che, oltre al già citato Giuseppe Nucita, vedrà al via tanti altri ottimi equipaggi, molti dei quali anche loro su Peugeot 208. Tornano a condividere una vettura da corsa Maurizio Messina e Giuseppe Scibilia con la particolarità che questa volta al volante ci sarà il due volte tricolore e Scibilia esordirà nel ruolo di copilota. 

Ottime chance per Rosario Cannino, giovane promettente palermitano, per la conferma messinese Marcello Rizzo e per il castelbuonese Giovanni Barreca, che però sarà al volante di una Renault Twingo.

Affollata anche la classe A7 dove sempre protagonisti, saranno Nazareno Pellitteri e Tindaro Previti, entrambi con le Renault Clio e tanti altri competitivi equipaggi messinesi. Sempre in gr. A occhi puntati in classe A6 sul nisseno Salvatore Pio Scannella con la Peugeot 106, in K10 sul messinese Antonino Armaleo,  con la Citroen Saxò in versione Kit e in A5 su Silvestro Vella con la MG Rover ZR 105.

Punta dritto alla vittoria in gruppo N l’equipaggio della CST Sport composto da Giovanni Catania e Rosario Siragusano con la Renault Clio di classe N3, mentre nella N2, che conta ben 19 equipaggi al via sono tanti i driver che cercano il successo di classe e fra questi  “quotati” l’agrigentino di Mussomeli Salvatore Farina e il locale Giuseppe Gangemi, entrambi su Peugeot 106.

Fra le vetture di classe Racing Start nella PLUS  risalta il nome di Paolo Celi, già campione di zona, che sarà al volante di una Citroen Saxò Vts.

Con la stessa vettura ma di categoria RS da sottolineare la presenza storica di Antonino Bertuccio, driver di lungo corso.

A calamitare l’attenzione fra le vetture storiche saranno tre Porsche due delle quali di terzo raggruppamento. Per la Ro Racing l’equipaggio cefaludese composto da Mauro Lombardo e Rosario Merendino e per l’Island Motorsport quello dei corleonesi Antonio Di Lorenzo e Francesco Cardella. Sotto le luci della notte del Tirreno si riforma un grande equipaggio del passato: Marco Savioli e Davis, che disporranno della terza vettura di Stoccarda in gara con i colori del Team Bassano.

Il primo di questo lungo elenco prenderà il via alla mezzanotte di domenica dall’Ex Area Pirelli che sarà anche sede del parco assistenza e di arrivo, previsto alle 09.05