Il 19° Rally del Tirreno pronto a mettere in moto 

Sabato 6 agosto, shakedown, verifiche e partenza della gara messinese organizzata da Top Competition, dove i protagonisti della Coppa Rally 8^ Zona e Campionato Siciliano si contenderanno punti importanti. A Villafranca Tirrena start alle 22.01 e traguardo alle 10 di domenica 7.

Villafranca Tirrena (ME), 5 Agosto 2022. Il 19° Rally del Tirreno è entrato nella fase decisiva. La gara organizzata da top Competition, terzo appuntamento della Coppa Italia Rally 8^ Zona e del Campionato Siciliano con coefficiente 1,5, inizia oggi con le ricognizioni del tracciato che sono in programma dalle 16 alle 24. Massimo tre passaggi sul percorso di gara, sotto l’attenta sorveglianza degli Ufficiali di Gara e Commissari di Percorso, soltanto con auto di serie e nel rigido rispetto del codice della strada. Gli equipaggi, opportunamente identificati e controllati dai Commissari preposti, compiono un massimo di tre passaggi su tutte le strade interessate dalla gara, al fine di memorizzare il percorso e sulle prove speciali, stendere le note e ricontrollarle.

Domani, sabato 6 agosto si accenderanno i motori da corsa, quando nella mattinata gli equipaggi potranno testare le auto in assetto da gara sullo Shakedown dalle 11.00 ale 14.30, un tratto di strada ricavato sulla PS “Collli 4 Strade” alle porte di Messina.

Intanto presso l’area artigianale “Ex Pirelli” a Villafranca Tirrena, si terranno le operazioni preliminari e le verifiche per i 78 equipaggi confermati nell’elenco iscritti. Prende sempre più forma definitiva il parco assistenza all’interno del Tirreno Village, fulcro della gara. Alle 22.01 la partenza da Piazza Graziella Campagna sul frequentato e noto Lungomare di Villafranca, dove i concorrenti saranno attesi per la Cerimonia di arrivo a premiazione a partire dalle 10 di domenica 7 agosto, dopo 9 prove speciali. Una vigilia che ha portato molto movimento ed entusiasmo in tutto il territorio peloritano coinvolto, dal mare fino all’entroterra messinese. Nove le prove speciali sulle quali si deciderà il rally. Tre da ripetere tre volte, la “Roccavaldina” di Km 7,36  con passaggi previsti alle 22.55, alle 3.13 e alle 7.31, chiusura del tratto dalle 21.00 alle 10.30; la “Colli 4 Strade-Messina” di Km 9.19 alle 23.57, alle 4.15 e alle 8.33, chiusura del tratto dalle 22.00 alle 10.30, infine la “Campo Italia” di km 6.,56 alle 00.34, alle 4.52 e alle 9.10, chiusura del tratto dalle 22.30 alle 11.00. Nel rispetto della precisa tabella di marcia della gara, una apertura temporanea tra un passaggio e l’altro sulle prove è previsto per favorire il transito dei residenti.

Sfide tutte da vivere ed estremamente imprevedibili, quelle che si profilano e per le quali svettano  Maurizio Rizzo e Massimo D’Angelo, che  hanno scelto la Citroen C3 in versione N5 per la gara di casa, poi la Skoda Fabia di categoria regina R5 dei messinesi Marcello Rizzo ed Antonio Pittella, i nisseni Roberto Lombardo e Andrea Domenico Spanò sulla Peugeot 207 Super 2000, poi la lunga lista di 2 ruote motrici con i messinesi Giovanni Celesti che sarà navigato da Luigi Aliberto, Sergio Scuderi con Graziano Leardi sulle Renault Clio Super 1600, mentre su Fiat Punto saranno Mariano e Giorgia Bruno. In classe RC3, ci sono le Renault Clio del padrone di casa Giuseppe Messina e del gioiosano Carmelo Molica leader con la laziale Carmen Grandi leader di classe Rally3 nel “siciliano”. Poi le R4, auto turbo sempre più padrone della scena nazionale dove spicca la presenza del driver ACI Team Italia Alessandro Casella, il leader del Campionato italiano Assoluto Rally Junior, per l’occasione sulla Peugeot 208 ed affiancato dal fratello Ivan. Sempre su Peugeot ci sarà anche Ernesto Riolo.