Il 6° Rally Colline Metallifere e Valdicornia presenta il suo percorso

Un percorso che si ispira alla tradizione sarà il carattere forte della gara che torna dopo la pausa del 2020 dovuta all’emergenza Covid e che si correrà alla vigilia di Pasqua, proponendo Piombino ancora come fulcro dell’evento. La gara, a causa della persistente emergenza sanitaria, sarà “a porte chiuse”, non essendo previste postazioni per il pubblico lungo le prove speciali. L’organizzazione prevede una “diretta streaming” per l’evento, le cui modalità saranno comunicate a breve. Iscrizioni aperte sino al 24 marzo.

Piombino (Livorno), 15 marzo 2021 – E’ nel pieno del periodo delle iscrizioni, il 6° Rally delle Colline Metallifere e della Val di Cornia, il ventaglio temporale necessario per aderire alla sfida organizzata dalla Scuderia MaremmaCorse 2.0 arriverà sino a mercoledì 24 marzo.

Intanto, con già alcune adesioni di spessore arrivate ed altre che si “sentono” in possibile arrivo, si fa un gran parlare della proposta per questo duemilaventuno, ossia la conferma di Piombino come cuore pulsante della gara e del percorso, che propone due tratti di strada certamente celebri, che confermano la crescita concreta della competizione oramai pronta a nuove sfide.

In programma per il 2 e 3 aprile, Per il quarto anno la gara farà base a Piombino, dove è stata trovata di nuovo ampia accoglienza sia dall’Amministrazione Comunale come pure dagli operatori economici, avendola appunto interpretata come ottimo veicolo per l’immagine della città e del suo hinterland ed evidentemente come volano per l’indotto turistico-ricettivo. I comuni coinvolti al fianco dell’organizzazione, oltre a Piombino, sono quelli dell’intera area della Val di Cornia: Campiglia Marittima, Monteverdi, Sassetta e Suvereto.

Sport e promozione del territorio i capisaldi dell’organizzazione nel pensare la gara, che quest’anno avrà due importanti novità: l’apertura alle vetture storiche (1° Valdicornia Historic Rally), oltre ad accettare anche le “All Stars” che non disputeranno il rally ma, essendo vetture di particolare interesse storico e sportivo, faranno soltanto passerella sulle strade della Valdicornia.

La particolare conformazione delle strade e soprattutto le caratteristiche di aderenza del fondo rendono la gara anche come un appetibile “test” in vista dell’imminente avvio del Campionato Italiano WRC che si svolgerà all’Isola d’Elba la settimana dopo, per cui di certo qualche pilota in esigenza di allenamento sicuramente staccherà il cartellino di presenza. 

UN INCENTIVO DI IMMAGINE PER IL TERRITORIO

Per il quarto anno la gara farà base a Piombino, dove è stata trovata di nuovo ampia accoglienza sia dall’Amministrazione Comunale come pure dagli operatori economici, avendola appunto interpretata come ottimo veicolo per l’immagine della città e del suo territorio ed evidentemente come volàno per l’indotto turistico-ricettivo. I comuni coinvolti al fianco dell’organizzazione, oltre a Piombino, sono quelli dell’intera area della Val di Cornia: Campiglia Marittima, Monteverdi, Sassetta e Suvereto.

Sport e promozione del territorio i capisaldi dell’organizzazione nel pensare la gara, che quest’anno avrà due importanti novità: l’apertura alle vetture storiche (1° Valdicornia Historic Rally), oltre ad accettare anche le “All stars” che non disputeranno il rally ma, essendo vetture di particolare interesse storico e sportivo faranno soltanto passerella sulle strade della Valdicornia.

Quartier generale dell’evento sarà il l’Hotel Centrale in Piombino (Piazza Giuseppe Verdi, 2), partenza ed arrivo, come anche i riordinamenti e parco assistenza saranno organizzati a Cala Moresca, Marina di Salivoli, mentre il test con le vetture da gara, lo “shakedown”, verrà svolto a Campiglia Marittima – Località Cafaggio, sulla SP 21. Il centro accrediti per le squadre sarà a Marina di Salivoli, adiacente alla zona prevista per il Parco Assistenza, al fine di evitare spostamenti di mezzi e persone.