Il Giro Motociclistico di Sicilia conclude la prima stagione di ASI circuito tricolore

In seguito all’annullamento della Rievocazione Storica del Gran Premio di Bari – previsto a calendario dall’8 al 10 ottobre ma rimandato al 2022 per evitare assembramenti di pubblico – la terza rievocazione del Giro Motociclistico di Sicilia (30 settembre-3 ottobre) chiuderà la prima stagione di ASI Circuito Tricolore. Promosso da 13 Club Federati ASI presenti sull’Isola, il Giro Motociclistico ha raccolto l’adesione di 85 moto storiche provenienti da tutta Italia e anche dall’estero. A partire da questa edizione, inoltre, l’evento vede l’applicazione del protocollo ecosostenibile e solidale denominato “Rimettiamoci in moto”, che per di più abbraccia l’Agenda 2030 dell’ONU per lo sviluppo sostenibile delle persone, del pianeta e della prosperità.


 
Il percorso del Giro Motociclistico di Sicilia si sviluppa nella parte occidentale dell’Isola, con partenza da piazza Verdi a Palermo giovedì 30 settembre alle 10.30. La prima giornata si conclude ad Agrigento dopo aver attraversato Monreale, Ficuzza e Santo Stefano Quisquina. Seconda tappa venerdì 1° ottobre con 130 km da Agrigento a Cave di Cusa passando da Porto Empedocle, dal belvedere sulla Scala dei Turchi, Sciacca e Campobello di Mazara. Sabato 2 ottobre, i centauri partiranno alla volta di Terrasini affrontando 120 km toccando Marsala con le sue Saline Infersa, Trapani, Erice (dove si svolgerà un concorso d’eleganza con abiti d’epoca abbinati alle motociclette), Valderice e Castellammare del Golfo. L’ultimo tratto di domenica 3 ottobre riporterà i concorrenti a Palermo per le premiazioni finali.
 
La prima e unica edizione del “Moto Giro di Sicilia” si svolse dal 13 al 15 ottobre 1950 con la formula della “regolarità” e su un percorso di oltre 1000 chilometri diviso in tre tappe e lungo itinerari che toccavano i maggiori centri dell’Isola. A sancire il pieno successo della manifestazione fu l’ampia adesione dei partecipanti provenienti da tutta Italia e soprattutto l’intervento ufficiale dell’industria motociclistica con le squadre Moto Guzzi, MV, Morini, Bianchi, Piaggio. Tra i vincitori si ricorda Bandirola su Gilera 125, la squadra cosentina della Morini con il popolare terzetto dell’epoca formato da Morelli insieme con i due fratelli D’Ignazio e, non ultimo, il velocista Del Corno in coppia con il campione mondiale Dobelli su sidecar.
 
Questa prima stagione di ASI Circuito Tricolore ha contato manifestazioni di caratura internazionale organizzate dai Club Federati ASI ed ha promosso la conoscenza e la valorizzazione dei territori attraverso il motorismo storico dinamico. Inoltre, la neonata serie di ASI ha finalizzato i più recenti protocolli d’intesa che l’Automotoclub Storico Italiano ha siglato con importanti istituzioni nazionali, come la Cabina di regia Benessere Italia della Presidenza del Consiglio dei Ministri, l’ANCI che riunisce i comuni italiani e l’Associazione Città dei Motori.