Il volo di Andolfi guida Michelin pigliatutto al 69° Rallye Sanremo

Vittoria assoluta con Fabio Andolfi, doppietta nel Due Ruote Motrici con Gianandrea Pisani che ha preceduto Andrea Mabellini e ulteriore doppietta nell’Under 25 con Christopher Lucchesi e ancora Mabellini. E per non farsi mancare nulla, vittoria anche nel Leggenda con Ivan Ferrarotti, e primato fra gli Over 55 con Maurizio Rossi

SANREMO (IM), 9 aprile – Le aquile sono tornate a nidificare sui monti nell’estremità occidentale delle Alpi Marittime. Se pur non è dato sapere dove volteggino questi regali rapaci, rigorosamente protetti, uno è stato visto nel tardo pomeriggio di sabato 9 aprile tuffarsi sugli asfalti del Langan vestendo le sembianze del savonese Fabio Andolfi che in quella prova ha capovolto a suo favore la classifica del 29° Rallye Sanremo, primo pilota ligure a vincere il Sanremo esattamente cinquant’anni dopo il successo di Amilcare Ballestrieri.

Se è vero che il pilota della Škoda Fabia evo Rally2, calzata Michelin e curata da MS Munaretto, ha compiuto il suo capolavoro sui lunghissimi e ancor di più insidiosi 19 chilometri del piovoso Langan, è altrettanto vero che il portacolori di PrimoCanale Motori si è costantemente mantenuto in zona podio o poco oltre chiudendo la prima tappa in quarta posizione. Che qualcosa fosse cambiato lo si è capito già all’inizio della seconda tappa, quella di sabato, quando Andolfi, affiancato dall’esperto Manuel Fenoli, ha staccato il miglior tempo sulla prova di apertura nella sconnessa discesa toboga del Teglia, salendo in seconda posizione. La prima tornata di prove del sabato terminava con Andolfi solidamente in seconda piazza e tutti gli addetti ai lavori a guardare il cielo azzurro e limpidissimo sopra il parco assistenza della Vecchia Stazione a Sanremo. Con mille dubbi in testa, perché dietro il primo crinale delle colline, sui monti non visibili da Sanremo si addensavano pesanti nubi, che lasciavano cadere chicchi di grandine pesanti come noci sulla prima prova del Passo Teglia, consigliando la direzione gara a far percorrere la prova in trasferimento per esigenze di sicurezza. Poi il Langan, con i suoi 19 chilometri, la più lunga della gara, vedeva Andolfi-Fenoli volare sull’asfalto bagnato, e staccare di oltre 20” il più veloce degli avversari; il che significava salire ancora in classifica conquistando la prima posizione assoluta. La prova finale di Semoigo era percorsa a capofitto dai due pretendenti al successo e ad Andolfi bastava il secondo tempo con un ritardo inferiore al secondo per conquistare la vittoria finale con appena 9/10 (il divario più risicato della storia del Sanremo) su Andrea Crugnola.

Sono felicissimo di questo successo tutto ligure o quasi, ottenuto con il sostegno di PrimoCanale Motori e di un pool ligure di sponsor. Fondamentale per la vittoria si sono rivelati i pneumatici Michelin e la vicinanza dei tecnici della Casa francese nei momenti critici delle scelte finali”.

Addirittura doppietta nella speciale classifica riservata alle Due Ruote Motrici nella quale primeggia la Peugeot 208 Rally4 di Gianandrea Pisani-Fabrizio Vecoli (decimi assoluti), che bissano il successo del Ciocco, davanti alla Renault Clio Rally4 di Andrea Mabellini-Virginia Lenzi. La gara di Pisani-Vecoli è stata un crescendo prova dopo prova, che li ha visti chiudere la prima tappa in seconda posizione di categoria, vincendo l’ultima prova della giornata, la Monte Bignone in notturna. La seconda frazione di gara iniziava con il successo di Pisani nella discesa del Teglia per prendere il comando delle operazioni nel successivo Langan, per non lascialo più sino al palco arrivi. Immediatamente dietro concludono Mabellini-Lenzi che, dopo una prima tappa sofferta, risalgono la classifica, prendendosi la soddisfazione di stabilire il miglior tempo fra le tutto avanti nella ripetizione del Langan, chiudendo undicesimi assoluti. Dopo due gare Pisani guida la classifica del Campionato Italiano Assoluto Rally-Sparco Due Ruote Motrici, inseguito da Mabellini.

Successo degli equipaggi Michelin anche nella speciale classifica riservata agli Under 25 con Christopher Lucchesi Jr, che ospita sulla sua Škoda Fabia evo Rally2 la mamma (navigatrice molto esperta) Titti Ghilardi, dominando la graduatoria dei giovanissimi dall’inizio alla fine, terminando la gara in ottava posizione assoluta. Davanti a Mabellini-Lenzi, secondi di Under 25. Anche nel caso dell’Under 25 la classifica di campionato è guidata da due equipaggi Michelin con Lucchesi Jr al comando a punteggio pieno seguito da Mabellini.

Non ama i brividi Ivan Ferrarotti, vincitore del 14° Sanremo Leggenda, affiancato da Massimo Bizzocchi, che si corre immediatamente dopo sulle stesse strade della gara tricolore. Il pilota reggiano ha preso il comando fin dall’inizio della prima prova speciale non lasciandolo più sino al termine della gara arrivando a festeggiare sul palco d’arrivo all’ombra del casinò di Sanremo con oltre mezzo minuto sul più veloce degli avversari. Soddisfazioni sono venute per Michelin anche dall’editore di PrimoCanale Motori, Maurizio Rossi, affiancato da Giorgio Genovese sulla Peugeot 207 S2000, che dopo una lotta sul filo del decimo di secondo ha superato sul filo di lana Giovanni Galleni, difendendo con i denti nell’ultima prova l’esiguo vantaggio, avendo alla fine la meglio nella Classifica Over 55 per appena 1”6.

Per tutti gli aggiornamenti sulle Coppe Michelin 2022 è attivo e costantemente aggiornato il sito www.mcups.it