ITALIAN BAJA 2020 INTERNAZIONALE, R-Team di Renato Rickler, ritorno a casa Italia

Pronti a riabbracciare il tricolore dopo anni di gare e successi internazionali. Aprono le iscrizioni alla prima sfida del Campionato Italiano Cross Country 2021

16 febbraio 2021_ Aprono oggi le iscrizioni all’Italian Baja 2020 International, prima tappa del Campionato Italiano Cross Country 2021, che si svolgerà tra i prossimi venerdì 19 e sabato 20 marzo. La titolazione è fortemente voluta dal Fuoristrada Club 4×4 Pordenone come segno di congiunzione tra un anno critico e una stagione di rilancio fortemente appoggiata dalla Federazione. A dare un primo e immediato segnale positivo è l’annuncio del “ritorno a casa Italia” di Renato Rickler con il suo R-Team di Massarosa in provincia di Lucca, dopo una lunga assenza dalle disfide in territorio Italiano.
“Mi ero allontanato perché non condividevo scelte e gare dal mio punto di vista poco attinenti al cross country – precisa il team manager – ma quest’anno finalmente vedo un cambio di rotta che auspicavo. Abbiamo un calendario di autentiche prove fuoristrada, sono stati tolti i rally, a parte il San Marino che comunque è gara atipica, verranno divise le classifiche auto dagli ssv, e quindi sono ben felice di tornare in un ambiente consono”.
Tanti anni in giro per il mondo, dopo aver raccolto grandi successi in Italia con il marchio Mitsubishi. Cos’è cambiato negli ultimi tempi?
“Non siamo più un team esclusivo monomarca, pur continuando  a rappresentare Mitsubishi, ma diamo servizi a clienti possessori di veicoli anche di differenti brand, e siamo aperti a chiunque voglia rivolgersi a una struttura di eccellenza, competente e professionale”. 
Il Campionato Italiano prevede anche una tappa in Grecia, dal 4 al 6 giugno. 
“Siamo molto contenti di questa scelta, troveremo condizioni di tracciato selettivo e avvincente, allargando gli orizzonti del campionato”. 
Possiamo già svelare chi correrà per R-team? 
“Al momento abbiamo quattro piloti sicuri e cioè Riccardo Colombo, Sergio Galletti, Riccardo Milazzo e Andrea Schiumarini. Speriamo di poter allargare un quadro già importante e qualificato”.