I sogni di Meteco Corse al Ciocco si infrangono a Careggine

Trasferta soddisfacente per la scuderia torinese sotto il profilo delle prestazioni dei propri piloti, che purtroppo non riesce a concretizzare quanto espresso durante la gara. Damiano De Tommaso si ritira a due prove dalla fine mentre insegue il podio della classifica assoluta; Giorgio Fichera perde la leadership della Suzuki Rally Cup nella stessa prova. Confortanti risultati arrivano dal ceco Filip Mareš e da Alessandro Forneris protagonista della Suzuki Rally Cup. Immagine Foto Magnano

IL CIOCCO (LU), 14 marzo – Sono duratiotto prove speciali i sogni di Meteco Corse di salire sul podio del Rally il Ciocco e Valle del Serchio, che si è svolto in Garfagnana sabato 13 e domenica 14 marzo. Per tutto quel periodo la scuderia torinese ha seguito con tensione la gara del suo pilota di punta, Damiano De Tommaso, affiancato da Massimo Bizzocchi che viaggiava in zona podio o nelle immediate vicinanze. Partito con molta attenzione e qualche piccolo errorino nella cortissima prova di venerdì all’interno della tenuta Il Ciocco, il pilota della Meteco Corse si è immediatamente riscattato nella prima speciale di sabato mattina segnando il terzo tempo assoluto e recuperando in un sol botto dieci posizioni. La progressione di De Tommaso è stata costante al punto che già sulla successiva Careggine-1, seconda speciale di giornata, saliva al terzo posto della classifica assoluta, iniziando un duello sul filo dei secondi, o per meglio dire dei decimi, con Fabio Andolfi. Poi a due prove dal termine, nella speciale Careggine-3, dal fondo estremamente sporco, il lombardo era vittima di una leggera toccata in cui piegava il ponte della sua Citroën C3 R5 infortunio che costringeva De Tommaso-Mazzocchi a rimandare i sogni di podio al prossimo Rallye Sanremo.

Positiva la prima trasferta al Ciocco del pilota ceco Filip Mareš, affiancato da Radovan Bucha, che ha concluso 12esimo assoluto con la Škoda Fabia EVO 2 R5, dimostrando una buona costanza di prestazione, senza cadere nelle numerose trappole che il rally garfagnino tendeva ai concorrenti.

Gara di altissimo livello per il siciliano Giorgio Fichera, con Alessandro Mazzocchi al quaderno delle note della Suzuki Swift Hybrid, che ha lottato per il successo nella Suzuki Rally Cup e nella Classe RA5H per grande parte della gara abbandonando la leadership solo a due prove dalla fine, riuscendo comunque a centrare un’ottima seconda piazza di classe e coppa, oltre al 50° posto assoluto, risultato che fa ben sperare per il proseguimento della stagione. Gara regolare e costante per i piemontesi Alessandro Forneris e Vincenzo Torricelli a bordo della Suzuki Swift R1, che chiudono 13esimi di Suzuki Rally Cup e sesti di Classe RA5N. Anche per loro l’appuntamento è al prossimo Rallye Sanremo.

Meteco Corse, apre al Ciocco con un poker

La scuderia torinese torna in forze nella serie tricolore con l’enfant prodige Damiano De Tommaso, il pilota ceco Filip Mareš e i trofeisti Giorgio Fichera e Alessandro Forneris protagonisti della Suzuki Rally Cup. Foto Magnano

TORINO, 8 marzo – Inizio di stagione all’insegna del tricolore per la Meteco Corse, che parte con un quartetto di equipaggi al Rally Il Ciocco e Valle del Serchio di fine settimana, prima gara stagionale del Campionato Italiano Rally.

Pilota di punta della scuderia torinese sarà il giovane Damiano De Tommaso, che affronterà la gara garfagnina affiancato da Massimo Bizzochi con cui ha condiviso la trionfale stagione scorsa terminata con il successo nell’IRC-International Rally Cup. Per De Tommaso, che ha compiuto 25 anni il mese scorso si tratta della terza esperienza sulle speciali toscane (la prima nel 2015 proprio con Bizzocchi), mentre per il navigatore sammarinese si tratta della quarta volta nell’Alta Valle. De Tommaso e Bizzocchi avranno a disposizione la stessa Citroën C3 Rally con la quale hanno trionfato la settimana scorsa al Rally dei Laghi.

A dare una connotazione internazionale alla trasferta garfagnina di Meteco Corse sarà il pilota ceco Filip Mareš, abituale frequentatore del Campionato Europeo Rally, che nella gara italiana sarà affiancato dal suo concittadino Radovan Bucha, con cui ha condiviso l’abitacolo per tutta la scorsa stagione. Per loro ci sarà una Škoda Fabia Rally2 Evo, scelta più che scontata vista la loro provenienza da Mlada Boleslav, città dove ha sede la fabbrica del costruttore boemo. Per Mareš sarà la quarta trasferta italiana, dopo le tre partecipazioni negli scorsi anni al Rally Roma Capitale, disputato una sola volta da Radovan Bucha.

Doppio impegno di Meteco Corse nella Suzuki Rally Cup che prende l’avvio stagionale con la gara del Ciocco. A difendere i colori della scuderia piemontese ci saranno il siciliano Giorgio Fichera, abituale protagonista del Trofeo della Casa di Hamamatsu, affiancato dal pavese Alessandro Mazzocchi, a bordo di una Suzuki Swift Sport Hybrid con la quale si sono imposti nella loro categoria alla recente Ronde del Canavese. Suzuki anche per i piemontesi Alessandro Forneris e Vincenzo Torricelli, che dopo le due gara disputate insieme nel Trofeo Suzuki 2020, esordiscono nel CIR 2021 in Garfagnana

Il 44° Rally del Ciocco e Valle del Serchio, aprirà la stagione 2021 del Campionato Italiano Rally. L’appuntamento per i concorrenti è per mercoledì 10 marzo presso la tenuta “Il Ciocco” a Castelnuovo Garfagnana (LU) con la consegna dei road-book, operazione che proseguirà anche giovedì 11 marzo, giornata dedicata alle ricognizioni autorizzate e alle verifiche tecniche nella serata dalle 20.00 alle 23.00 presso Il Ciocco-Stadio. Le verifiche tecniche continueranno dalle 8.00 alle 11.00 venerdì mattina, 12 marzo, mentre sulla prova College dalle 8.00 alle 12.30 si svolgerà lo Shake Down.

I cronometri si metteranno in movimento venerdì pomeriggio alle ore 16.20, quando i concorrenti lasceranno Il Ciocco Pattinaggio per andare a disputare la corta prova “Il Ciocco” di 1,98 km. Sabato 13 marzo la seconda frazione di gara con il triplice passaggio sulle classiche “Massa-Sassorosso”, “Careggine e “Molazzana” prima di tornare a “Il Ciocco” dopo aver percorso 302,51 km, di cui 93,42, suddivisi in dieci prove speciali, per festeggiare alle ore 18.00 il vincitore di questa 44esima edizione della gara toscana.

Meteco Corse. Un fine settimana d’argento

Luciano Cobbe, Fabio Turco (Ford Focus WRC #5, Meteco Corse Srl)

Luciano Cobbe, Fabio Turco (Ford Focus WRC #5, Meteco Corse Srl)

Cobbe-Turco in Val d’Orcia, Cogni-Pollicino al Lanterna e Mano-Barbero al Piemonte Storico hanno raccolto tre podi importanti

TORINO (30 ottobre) – Il gradino più alto del podio è sfuggito ai portacolori della scuderia torinese Meteco Corse che hanno trovato sulla loro strada piloti del calibro di Taddei, Mauro Miele e Guagliardo. “Devo fare i complimenti ai piloti della Meteco che ci hanno provato fino alla fine ma, le corse sono così – afferma Luciano Chiaramello presidente del sodalizio torinese. Alla fine vince solo uno. Tre piazze d’onore sono comunque un bel risultato per un fine settimana pieno di bei risultati che ci permette di affermare che anche quest’anno ci siamo tolti delle belle soddisfazioni”.

giombini_cirillo_1sr_1055-mediumLuciano Cobbe ha vinto una prova speciale portandosi anche la comando della classifica assoluta ma poi si è dovuto arrendere alla grinta del più giovane Taddei, allo stesso modo Gabriele Cogni ha vinto due prove speciali ma ha dovuto cedere il passo al veloce Mauro Miele. Sergio  Mano e Simone Giombini hanno segnato una vittoria parziale a testa nel finale del 1° Rally Storico del Piemonte dove dopo una sfida sul filo dei secondi il cuneese con la Toyota ha avuto la meglio sul compagno di squadra con la 037. Peccato che davanti ai due alfieri della Meteco si sia piazzato costantemente Mimmo Guagliardo con la Porsche 911.

Una bella lotta, ci siamo divertiti lottando fino all’ultimo metro. Non è stata una passeggiata. Complimenti agli organizzatori del Piemonte” le parole all’unisono di Sergio Mano e Simone Giombini.