La AM Sport brilla al Merende con Terrando-Corollo e Hohlheimer- Pistoresi

Foto Elio Magnano


Bella prova tra le colline della Langa cuneese, patrimonio dell’Unesco, per i colori della AM Sport. L’azienda artigiana con base a Canale d’Alba e guidata da Antonio Marchio, infatti, era presente al Trofeo delle Merende 2021 con due equipaggi e altrettante – diversissime in termini di prestazioni – vetture cui prestare assistenza. Con il numero sedici sulle fiancate della loro Škoda Fabia S2000, i primi ad entrare sotto le tende della AM Sport sono stati Jürgen Hohlheimer, pilota tedesco amante dei rally e delle strade italiani, con Stefano Pistoresi alle note che concludono le loro fatiche lungo gli oltre cinquanta chilometri di speciali in trentunesima posizione assoluta, primi tra le Super 2000. Altrettanto bella la prestazione di Paolo Terrando che, insieme a Raffaele Corollo, tornava al volante della sua Fiat Cinquecento Trofeo con l’emozione di un quasi debutto dopo due anni di stop. E, nonostante l’emozione, un po’ di ruggine da togliersi di dosso e una vettura – loro su una Cinquecento e gli altri su una Seicento – tecnicamente meno performante, il duo Terrando-Corrollo taglia il traguardo di Santo Stefano Belbo in quinta posizione di classe. Un buon punto di ripartenza in attesa di salire a bordo della loro nuova vettura cui Antonio Marchio, in officina, sta prestando le ultime cure prima del debutto. Una nuova vettura per affrontare la prossima stagione, ancora una volta, sotto le tre lune della AM Sport. E quindi, una stagione che si annuncia brillante.