La “giovane” Meteco Corse, fa scintille al Rallye Sanremo

Doppietta fra gli Under 25 per i portacolori della scuderia torinese, che conquista anche tre vittorie di classe e cinque secondi posti di categoria. Due soli equipaggi ritirati, uno nel moderno un altro nello storico, fra i diciotto partenti targati Meteco. Foto Magnano

SANREMO (IM), 11 aprile – Se la vita comincia a quarant’anni la Meteco Corse deve aspettare l’anno prossimo per cominciare a vivere. Nell’attesa di tagliare nel 2022 questo storico traguardo, la scuderia torinese si affida ai suoi giovani leoni per sfoderare al 68° Rallye Sanremo una prestazione da incorniciare.

Sono infatti Damiano De Tommaso-Massimo Bizzocchi (Citroën C3 R5) e il boliviano Marco Bulacia Wilkinson affiancato dall’argentino Marcelo der Ohannesian sulla sua Škoda Fabia R5, a dominare la classifica degli Under 25 classificandosi al primo e al secondo posto in netto vantaggio sul terzo classificato. Il varesino ottiene anche un ottimo quarto posto nella classifica del Campionato Rally Asfalto e il nono posto assoluto in gara. Con questo risultato De Tomaso risale al terzo posto nella classifica degli Under 25 del CIR, ed entra nella top ten della classifica del campionato assoluto. La buona prova del ventenne Marco Bulacia, oltre a regalargli la dodicesima piazza assoluta in un rally stellare come il Sanremo 2021, gli offre la possibilità di approfondire quella conoscenza dei fondi catramati, finora meno frequentati dal pilota sudamericano.

La classifica degli Under 25 vede la presenza di altri due piloti portacolori della Meteco Corse. In ventesima posizione fra gli Under chiude Alessandro Forneris, affiancato da Vincenzo Torricelli, che termina in quinta posizione la combattuta classe R5NH, mentre chiude la classifica dei baby driver Paolo Garbero, che ha scelto l’impegnativo Rallye Sanremo per esordire sulle prove speciali. Cosa che fa nel miglior modo possibile, grazie anche all’esperienza del suo navigatore Luca Scavino, visto che si porta a casa la coppa del più veloce nella classe Racing Start 2000 con la sua Renault Clio.

Non è più un Under 25, ma i suoi 29 anni lo collocano a buon diritto fra i giovanissimi. Lui è il sanremese Antonio Annovi, affiancato da Ciro Lamura, che ripete il risultato ottenuto a fine febbraio alla Ronde del Canavese, quando all’esordio sulla Clio RS di Classe R3C conquistò la vittoria di categoria. Anche sulle strade casalinghe del Sanremo Annovi-Lamura dominano la Classe R3C dal primo all’ultimo metro, chiudendo in 37esima posizione assoluta (con ciliegina sulla torta un 24° tempo assoluto nella nebbia di Vignai) che la dice lunga su quanto abbiano spinto i due liguri in una gara che vedeva alla partenza ben 44 vetture di classe R5.

Meno fortunata la trasferta Meteco Corse fra gli Junior, tutti al volante della Ford Fiesta Rally4, categoria in cui la squadra grigio/rossa schierava tre alfieri. Il migliore sul traguardo finale è stato l’astigiano Emanuele Rosso, affiancato da Andrea Ferrari, che, dopo una buona partenza nella Power Stage di Bajardo con il secondo tempo, ha lottato tutta la gara nonostante una lieve toccata, per rimanere sul podio di categoria, risultato che gli regala il terzo posto nella classifica di campionato. Sesta piazza fra gli Junior per i valdostani Marcel Porliod-Andre Perrin, piuttosto costanti nelle loro prestazioni, anche se hanno faticato a tenere in strada la vettura, che smusava molto. È stata sfortunata la trasferta di Giorgio Cogni, con Gabriele Zanni sul sedile di destra della sua Fiesta, rallentato da una foratura sul secondo passaggio della San Bartolomeo, inconveniente che gli fa perdere oltre 3 minuti e la possibilità di lottare per la vittoria fra gli Junior, come il piacentino aveva dimostrato di poter fare vincendo il passaggio di Vignai-1 e portandosi in testa fra i piloti delle Fiesta.

Al traguardo e vincitore di classe il ligure Gian Antonio Bianco con Samuele Valzano che in Classe N3 regola l’altro equipaggio Meteco formato da Roberto Annovi (padre di Antonio) navigato da Giampaolo Rolandi. Vittoria di Classe anche per i liguri Nicola Balbi-Fabio Palagi con la loro performante Honda Civic Type-R che hanno conquistato il primato nella categoria RSP 2000. Doppio podio Meteco Corse nella Suzuki Rally Cup con Giorgio Fichera-Alessandro Mazzocchi che conquistano il secondo posto assoluto fra i trofeisti della Casa di Hamamatsu con la Swift Sport Hybrid in versione R5NH; mentre Claudio Vallino e Maurizio Vitali chiudono secondi nella categoria Racing Start con la Swift 1.0 Boosterjet, nonostante sia il pilota, sia la vettura non fossero al massimo della forma, riuscendo comunque a segnare buoni tempi risultando i più veloci fra i concorrenti di questa categoria in due prove speciali.

Laura Galliano è felicissima del suo secondo posto di Classe A5 e quarta del femminile (ma le altre con correnti erano al volante di vetture con almeno un centinaio di cavalli se non di più della sua Peugeot 205 Rallye) che la vede transitare sul podio finale del Sanremo che affrontava per la prima volta. Al suo fianco Roberto Mollo, che di Sanremo ne ha fatti in precedenza quattro, ma mai da navigatore. Sorrisi anche per Luigino Colla, con la Suzuki Swift che si prende la soddisfazione di chiudere secondo di Classe N2 assieme alla figlia Giorgia alla sua prima esperienza al Sanremo. Ritiro a seguito di una doppia foratura per l’equipaggio ceco Filip Mareš-Rodovan Bucha che fermano la loro Škoda Fabia dopo la terza prova.  

Situazione agrodolce invece per quanto riguarda il 36° Sanremo Rally Storico che vedeva al via due equipaggi portacolori di Meteco Corse. Dura appena una prova la gara di Paolo Pastrone e Mara Miretti che si fermano per problemi meccanici della loro Ford Sierra Cosworth a Caravonica. Prestazione scintillante per i savonesi Valtero Gandolfo e Marco Torterolo con la loro Fiat 127 che chiudono 21esimi assoluti, vincendo di forza la loro Classe, sia del rally sia della Michelin Historic Rally Cup.