LA NUOVA FIESTA N5, A SANREMO, PIACE A SOPPA

Il restyling griffato By Bianchi soddisfa in pieno il pilota di Rovereto, patron di Destra 4 Squadra Corse, che ora si sente pronto per affrontare un campionato completo. PhotoZini

Rovereto (TN), 14 Aprile 2021 – Singin’ in the rain, così si potrebbe riassumere, con uno dei brani storici del musical a stelle e strisce, l’edizione numero ventidue del Rally delle Palme, andato in scena nel recente fine settimana sulle speciali del mito, quelle del Sanremo mondiale.

Nonostante il maltempo e qualche problema di appannamento Ezio Soppa esce dall’appuntamento con la riviera ligure rivitalizzato, in particolar modo grazie al notevole lavoro svolto dal team By Bianchi sulla Ford Fiesta N5 del presidente di Destra 4 Squadra Corse.

Grazie, grazie ed ancora grazie a Fabrizio Bianchi ed alla sua squadra” – racconta Soppa – “perchè hanno svolto un lavoro eccezionale sulla nostra Ford Fiesta N5. Siamo molto soddisfatti delle indicazioni che abbiamo raccolto qui, sulle strade del Sanremo, ed ora ci sentiamo decisamente pronti a valutare il nostro programma futuro. Ora ci sentiamo a posto.”

Affiancato dall’esperto Mauro Marchiori, alle note, il pilota di Rovereto partiva cauto sulla prima prova speciale, l’insidiosa “Vignai”, cercando di prendere le misure alla vettura di casa Ford.

Unico partente in classe N5, con la vittoria già matematicamente conquistata a tavolino, Soppa incrementava sensibilmente il passo sulle successive “Ghimbegna” e “Perinaldo”, recuperando dalla trentesima posizione assoluta sino alla casella numero ventidue nella generale.

Dopo un primo assaggio” – sottolinea Soppa – “abbiamo iniziato a spingere di più, proprio perchè la vettura ci dava molta fiducia. Abbiamo migliorato il nostro ritmo e ne siamo felici. Sulla seconda e sulla terza speciale mi sono impegnato di più sulla guida, a dire il vero la Vignai non mi entusiasma come prova perchè è troppo lenta e troppo tortuosa per i miei gusti.”

A rendere più formativo l’apprendistato del pilota trentino sulla rinnovata Fiesta N5 ci pensava la pioggia, la quale decideva di accompagnarlo per tutto il secondo giro di speciali previste.

In condizioni di scarsa aderenza non era possibile avere equi riscontri cronometrici, rispetto alla prima tornata, anche in virtù di un problema di appannamento al parabrezza che rallentava il passo di Soppa, ampiamente soddisfatto di quanto testato nell’appuntamento sanremese.

Contavamo sul secondo giro di prove” – conclude Soppa – “per cercare di migliorare il nostro passo gara ed avere riscontri cronometrici precisi. Purtroppo è arrivata la pioggia ma, a parte quella, abbiamo iniziato a vivere un calvario con il parabrezza. L’appannamento è uno dei problemi più brutti nei quali incappare in gara perchè ti toglie la visibilità sulla strada e ti deconcentra. Non avevamo nulla per cui battagliare, essendo soli in classe, quindi ci siamo tranquillizzati ed abbiamo pensato unicamente a non commettere errori. Devo dire che siamo molto soddisfatti di quanto abbiamo potuto vedere qui e, nelle prossime giornate, decideremo dove continuare la nostra avventura con la Ford Fiesta N5. Ora ci sentiamo davvero pronti.”