La Sicilia del Rally schiera le forze alla finale CRZ di Modena

Con 16 equipaggi al via la Delegazione isolana mira al ruolo di protagonista. Profeta, Pollara Lombardo, Molica e Mirabile  guidano la pattuglia regionale che punta alla  Coppa Italia. Alto livello ed agonismo  in tutte le classi. Oggi 29 ottobre il via alle 16.01 e il primo crono. Domani 30, il clou con altri sei prove speciali tutte nei dintorni di Maranello.

Modena, 29 ottobre. Scatta laFinale Nazionale Aci Cup Italia,  e i driver siciliani che si sono qualificati dopo cinque accesi round sono pronti al confronto con i migliori antagonisti provenienti dalle altre zone d’Italia.

Sono ben 242 gli iscritti alla gara e di questi 215 i finalisti, numero record per questa terza edizione, che conferma la formula indovinata fortemente sostenuta dalla federazione e in particolar modo dal Delegato/ Fiduciario Aci Sport Sicilia Daniele Settimo nel suo ruolo di Presidente della Commissione Rally.

 -“ I numeri dei partecipanti confermano che la finale nazionale è un’ occasione esaltante soprattutto per un confronto di alto livello tra i migliori protagonisti delle varie zone – ha spiegato Daniele Settimo – La nostra regione è presente con un numero congruo di equipaggi e questo è per noi motivo di orgoglio perché si tratta di una zona molto selettiva ed è dunque gratificante vedere tanti giovani nelle nostre fila. Sono certo che sapranno mostrare tutta la loro abilità”-.

Lo schieramento siciliano di altissimo spessore agonistico, composto da 16 equipaggi può contare su nomi dalla grande esperienza e giovani il cui talento sarà esaltato dal confronto con gli avversari di tutt’Italia  e dalla consistente visibilità mediatica della gara.

In particolare cinque equipaggi della Delegazione Regionale  ambiranno alla Coppa Italia a squadre, che sarà assegnata alla formazione che realizzerà  la somma di tempi più bassa. Gli equipaggi scelti dal Delegato/Fiduciario Regionale Daniele Settimo e dal suo staff sono: Alessio Profeta-Sergio Raccuia , Marco Pollara-Maurizio Mangiarotti, entrambi portacolori Aci Team Italia e protagonisti di spicco anche nel Campionato Italiano Rally Sparco; Roberto Lombardo-Daniele Spanò che si sono qualificati come vincitori assoluti di zona, confermandosi al top con la Peugeot 207 Super 2000; altra R5 per  Maurizio Mirabile-Calogero Calderone, protagonisti della classe regina con  la Skoda Fabia, poi Carmelo Molica Franco con  Carmen Grandi vincitori di zona del Super 1600 con la Renault Clio.

Tra i giovani che parteciperanno alla finale spiccano i nomi del figlio d’arte Ernesto Riolo, qualificato in R2C con la Peugeot 208 Rally 4 e su auto gemella Rosario Canino, vincitore della classe R2 B, nonché Salvatore Pio Scannella che ha bissato il successo di Classe A6 con la Peugeot 106.

Tanti altri nomi del rallysmo siciliano che sapranno mettersi in luce fanno parte della numerosa formazione siciliana.

La partenza ufficiale del 41° Rally Città di Modena è prevista oggi alle ore 16.01 dal parco assistenza di Ubersetto, e via per la prima prova speciale Barighelli di 10.57 km alle ore 16.50. Il  riordino notturno è previsto davanti al Museo Ferrari. Domenica 31 prende il via la parte decisiva del rally. Tre prove speciali da ripetere due volte, nell’ordine: Ospitaletto (11,98 km), ancora Barighelli (10,57 km) e San Pellegrinetto (10,44 km).