La Speed Fire Racing conclude la stagione 2021 tra il circuito di Monza e le colline torinesi.

Buone prestazioni di Pasqualin-Torricelli e Crepaldi-Viola al 5° Special Rally Circuit. Ritiro per Quaderno e Zanolo. In gara al 5° Rally di Castiglione T.se Calini-Cuaz e il navigatore Trivellato.

Siamo arrivati alle battute finali della stagione 2021 per Speed Fire Racing; per i piloti e i navigatori si tratta delle ultime gare prima di affacciarsi al nuovo anno e dedicarsi completamente alle future sfide. Ancora lo scorso fine settimana, però, la scuderia borgosesiana ha firmato un’importante presenza ai rally che si sono disputati sul circuito brianzolo e tra le colline del torinese. Il 4 e 5 dicembre, all’Autodromo Nazionale di Monza si è corso il 5° Special Rally Circuit organizzato dalla Vedovati Corse, un’apprezzatissima gara che ha visto alla partenza ben 106 iscritti, tra cui tre equipaggi firmati Speed Fire. Nel Tempio della Velocità (dove a trionfare è stato il giovanissimo Marco Butti, di 16 anni, in coppia con Flavio Florean) Manlio Pasqualin e Vincenzo Torricelli con la “storica” Lancia Delta hanno portato a casa un grande risultato, classificandosi 64esimi assoluti e primi di classe Prod E8. Prova consistente anche quella di Federico Crepaldi e Andrea Viola a bordo di una Renault Clio dell’Autofficina PRT: sul circuito, l’equipaggio ha fatto registrare fin da subito ottimi tempi che si sono poi tradotti in una 69esima posizione assoluta e in un primo posto in classe N3. Ritiro invece per il terzo equipaggio Speed Fire in gara, quello formato da Gianluca Quaderno e Lara Zanolo che, dopo un problema a una gomma riscontrato durante la prima prova speciale, purtroppo, ha dovuto lasciare la competizione prima della fine della PS4. La coppia era in gara su Renault Clio Wiliams nella classe Prod E7. Nello stesso weekend (sabato 4 e domenica 5 dicembre) si è corso anche sulle colline piemontesi con il 5° Rally di Castiglione Torinese, una gara promossa dalla Mat Racing e valevole per i Rally Nazionali. A portare i colori della scuderia borgosesiana sono stati Luciano Calini e Francesco Cuaz che su Renault Clio RS hanno concluso le sei prove speciali classificandosi 49esimi assoluti e secondi di classe R1. La gara è stata particolarmente insidiosa per via del fondo ghiacciatoche ha caratterizzato l’asfalto durante le prove speciali di domenica mattina, una condizione che ha messo a dura prova tutti i partecipanti. Presente al Rally torinese anche il navigatore Speed Fire Cristian Trivellato, alle note del pilota Simone Cresto Aleina; su Citroen C2 l’equipaggio ha terminato la corsa al 50esimo posto assoluto, ma conquistando la prima posizione di classe K10.