L’R-XTeam sale sul podio tra le scuderie al 44° Rally 1000 Miglia.

Notevole successo di squadra per la scuderia di Casto, che chiude la gara di casa in terza posizione assoluta tra le scuderie nella prova valida per il Campionato Italiano Rally.

L’R-XTeam assapora il piacere del podio al 44° Rally 1000 Miglia grazie al terzo posto conquistato nella classifica riservata alle scuderie. Un risultato importante per una compagine dove è soprattutto la passione ad essere il filo conduttore: “Siamo felicissimi di questo risultato – spiega il presidente Roberto Carminati – è una bella soddisfazione soprattutto al 1000 Miglia, per noi la gara di casa più importante.”
Un risultato di gruppo considerevole, che ha visto la scuderia di Casto chiudere anche nella top ten della gara valida per il Campionato Italiano Rally grazie al decimo posto assoluto dell’equipaggio composto da Alberto Dall’Era e Roberto Mometti a bordo della Volkswagen Polo R5: “E’ andata bene, diciamo che abbiamo chiuso primi tra gli equipaggi che non partecipano ad un campionato – spiega il pilota della Valsabbia – il nostro obiettivo era riuscire ad essere costanti e ci siamo riusciti. Tornare a correre nella gara di casa è stato bello, avere attorno facce amiche che ti supportano è sempre un piacere. Dopo due partecipazioni dove ho avuto sempre qualche problema finalmente sono riuscito a correre sulla prova speciale che si corre a Barghe, che per me è la prova di casa ed è stato veramente emozionante. E’ stata una bella edizione del 1000 Miglia, organizzata molto bene.”

Subito dietro a Dall’Era un altro piazzamento di rilievo è arrivato dalla famiglia Guerra, con il papà Oberdan alla guida ed il figlio Luca alle note, che hanno chiuso la gara di casa in un ottima undicesima posizione assoluta alla seconda uscita stagionale: “Ci tenevo a fare il 1000 Miglia con mio figlio e sono contentissimo del risultato – spiega il portacolori dell’R-XTeam – sopratutto anche per averlo conseguito con mio figlio. Prima di questa gara con la Skoda Fabia R5 ho fatto solo il Camunia Rally per vedere com’era correre con una R5, e perciò anche in questo caso sono felicissimo del risultato.”

A portare punti in cascina è arrivato anche il quarto posto di classe R2C di Emiliano Mazzoleni e Paolo Cargnelutti, alla prima gara con la Peugeot 208 con cui però non c’è stato un buon feeling: “Questo era il miglior risultato che potevo fare non avendo mai provato la vettura. E’ una macchina su cui bisogna lavorare ed una gara non è sufficiente per poter pensare di andare subito forte.”

Un 1000 Miglia comunque dai due volti per l’R-XTeam, in quanto il risvolto della medaglia è arrivato purtroppo con i ritiri degli altri portacolori presenti alla gara di casa, ad iniziare proprio dal presidente Roberto Carminati che ha dovuto dare forfait prima ancora del via per un leggero malanno che l’ha accompagnato nei giorni precedenti la corsa. In gara poi, la prima ad essere costretta al ritiro è stata Gabriella Trappa, messa fuori gioco da una bobina della sua Peugeot 208 R2B sul secondo tratto cronometrato.

La famiglia Montini ha chiuso anzitempo la corsa di casa prima con papà Roberto, costretto al ritiro per la rottura di un semiasse sulla sua Mitsubishi Lancer EVO X Gruppo N sulla seconda prova speciale, mentre nella quinta il figlio Nicholas ha visto finire la sua gara a causa di un’uscita di strada senza conseguenze con la sua Renault Clio Super 1600.

Un semiasse rotto sulla sua Peugeot 106 Rallye ha tolto di gara anche Giuliano Rosina sempre sul quinto tratto cronometrato.

Adesso per la scuderia di Casto è già il momento di guardare avanti, con il prossimo appuntamento in calendario previsto in provincia di Bergamo per il 9 e 10 ottobre al 9° Rally del Sebino – Trofeo Val di Scalve.