MA.FRA è partner di Adria Rally Show 2021

Mentre l’organizzazione è in fibrillazione per gli oltre cento iscritti alla gara, si annuncia un’importante partnership con un “nome” che ha firmato momenti importanti nello sport dell’auto.                                                    

Adria (Rovigo), 03 febbraio 2021Iscrizioni alla stretta finale, per ADRIA RALLY SHOW, e grande soddisfazione da parte dell’organizzazione per aver visto il plateau di adesioni ricco di “nomi” e di vetture importanti, che hanno superato di slancio le 100 unità.

In programma dal 12 al 14 febbraio, la gara si conferma quindi palcoscenico ideale per avviare la stagione dei rallies, in un contesto di alto livello come già accadde lo scorso anno nel circuito del Veneto e proprio il parterre esclusivo, ha la soddisfazione di contare su un partner tecnico d’eccezione, che le corse in macchina le ha nel DNA. Si parla di MA.FRA, un nome conosciuto in tutto il mondo, Azienda nata a Milano nel 1965, da anni il miglior interlocutore per gli operatori professionali del settore dell’autolavaggio con prodotti di elevata qualità destinati alla cura dell’auto, della moto, delle imbarcazioni, degli aerei e dei veicoli industriali.

“Le corse automobilistiche sono adrenalina pura – dice Francesco Di Florio, Head of Marketing & Communication di MaFra – e da sempre fanno parte del DNA di MaFra. L’impegno con cui team e piloti vi partecipano è lo stesso che noi di MaFra mettiamo per offrire ai nostri clienti prodotti sempre migliori. Essere presenti all’Adria Rally Show in qualità di sponsor è per noi l’occasione per far conoscere a un vasto pubblico di appassionati i nostri prodotti dedicati alla cura dell’auto.”

MOLTI I “NOMI” CHE HANNO ACCETTATO LA SFIDA CON ENTUSIASMO

Adesioni importanti, si è detto, dal vincitore del 2020 Luca Pedersoli (Citroen DS3 WRC), da Piero Longhi (Renault Clio S1600), a Fabrizio Fontana (Ford Fiesta WRC “Plus”). Poi hanno aderito due giovani “di nome” come Alberto Battistolli (su Skoda Fabia R5), il figlio di “Lucky” anche Presidente dell’Automobile Club di Vicenza, impegnato in questo 2021 nei Campionati Iridati della FIA e promessa dell’automobilismo Italiano, ed il milanese Simone Miele (Skoda Fabia R2) bene in vista da diverse stagioni nel Campionato Italiano WRC con ottimi risultati. Non mancherà Piero Longhi, al via con una Renault Clio S1600, alternandosi magari alla guida con il suo copilota Santini, ed il novarese ex Campione d’Italia ha coinvolto anche un suo amico-partner, Stefano Ruoppolo, che stringerà tra le mani il volante di una Fabia R5. Non mancherà poi  Giacomo Ogliari (Citroen C3 R5), reduce da un “ACI RALLY MONZA WRC E MONTECARLO WRC” da grandi firme e convinto estimatore delle gare di “rally show”, come non mancherà  il vicentinAndrea Casarotto presente anche lui su una Renault Clio S1600, poi Paolo Benvenuti (Skoda Fabia R5), sarà la prima volta ad Adria per il velocissimo reggiano Roberto Vellani (Skoda Fabia R5), ed anche i bresciani Luca Tosini (Skoda Fabia R5) ed Ermanno Dionisio (Citroen DS3) contano di avviare al meglio la stagione proprio ad Adria; della partita saranno anche Alfonso Di Benedetto ( siciliano dal piede pesantissimo ) su Skoda Fabia R5, il campione di motocross Matteo Bonini, su Hyundai I20 del Team Bernini e tanti altri nomi ed auto di grande pregio e performance.

Farà parte dell’entry list anche l’equipaggio Fabio Angelucci/Massimo Cambria con una Ford Fiesta WRC by Step-Five con i colori da concorrente Persona Giuridica di Tempo Srl. Altro equipaggio a bordo di una Fiesta WRC 1.6 è quello composto da Matteo Bergamo e Giorgio Simion e Denis Babuin a bordo anch’esso di Fiesta WRC. Anche Maurizio Enrico ed Tortone saranno della partita a bordo di una Skoda Fabia R5 2021 edition, “nuova di pacca”, come si suol dire, che dovrebbe arrivare in Italia soltanto 24 ore prima delle verifiche ante-gara del Rally Show.

PREVISTE LE DIRETTE TELEVISIVA E SOCIAL

Non saranno comunque disattese le aspettative degli appassionati di motorsport, in quanto l’organizzazione dell’evento ha previsto una diretta televisiva in grande stile, come per l’edizione 2020.  Sarà attivata parallelamente alla diretta televisiva anche una diretta streaming sui canali social. Un grande impegno di comunicazione ed un lavoro imponente come venne ideato nella passata edizione, i cui dettagli saranno rivelati le prossima settimana.

SETTANTA CHILOMETRI DI PROVE SPECIALI

Sul piano tecnico, i concorrenti che accetteranno la sfida di Adria si troveranno di fronte ad un circuito in ampia parte rinnovato, quindi le “piesse” che verranno ricavate saranno diverse dal passato, con ben 70 chilometri di distanza competitiva in due giorni di sfide, al sabato ed alla domenica.  Le novità proposte nel tracciato dell’Adria International Raceway saranno saggiate per la prima volta proprio dai rallisti in gara ed il disegno delle varie “Piesse” è già fruibile nel sito web dell’evento, all’indirizzo:

 https://www.adriarallyshow.it/planimetrie, ovviamente da poter scaricare in formato PDF