Marco Pollara è Campione Siciliano Rally

Il regolamento che prevede per la classifica assoluta l’aggiunta dei punteggi conseguiti nella propria  classe, premia il driver palermitano che con un‘entusiasmante rincorsa ha superato sul filo di lana il nisseno Roberto Lombardo

Roccalumera( ME), 05 novembre. Marco Pollara, già protagonista del Campionato Italiano Rally Sparco , con tre vittorie conseguite nella seconda parte della serie regionale si è laureato Campione Siciliano 2021.

I successi del Rally dei Nebrodi, del Rally del Sosio e del recente Tindary Rally, non sarebbero bastati al giovane pilota di Prizzi per raggiungere il titolo, ma avendo acquisito nelle tre stesse gare il massimo punteggio per la classe R5, il totale gli ha dato ragione suggellando una stagione intensa che lo ha visto protagonista anche nel Cir e alla finale nazionale del CRZ.

Con due successi, la Targa Florio (CRZ) e il Rally di Caltanissetta, più la piazza d’onore al Rally dei Nebrodi chiude al secondo posto il nisseno Roberto Lombardo, che è campione della Super 2000.

Sale sul podio virtuale del Campionato Siciliano anche l’altra giovane conferma palermitana, Alessio Profeta, vincitore a sua volta del Rally del Tirreno e secondo al Rally del Sosio.

Fra i navigatori il titolo è andato a  Salvatore Cancemi che in classe A6 ha gareggiato a fianco di Gaspare Corbetto, secondo posto per Amdrea Spanò, navigatore di Roberto Lombardo e terzo Giuseppe Buscemi, vincitore con Rosario Cannino della classe R2B.

Complessivamente sono stati circa 270 gli equipaggi che hanno preso punti alle sei gare in programma nell’arco della stagione.

Pollara è anche campione Under 25 davanti a Cannino ed a Salvatore Pio Scannella.

La messinese Graziella Rappazzo vince il titolo femminile fra le navigatrici.

Per quanto riguarda le Scuderie al primo posto è risultata la Ro Racing, davanti al Team Del Mago e alla CST Sport.

Ufficializzate anche le classifiche del Campionato Regionale Auto Storiche:

– nel primo raggruppamento è campione Pierluigi Fullone, nel secondo Marco Savioli, nel terzo Saverio Falco e nel quarto Angelo Galletta; fra i navigatori il titolo è andato rispettivamente a Alessandro Failla, Giacomo Giannone, Francesco Paolo Gelfo e Giovanni Marino.