Mattia Zanin, una Drenchia di traverso

Al Rally del Friuli l’escursione fuori strada nella terza prova speciale azzera un avvio difficile ma convincente con la Renault Clio Rally 5 NDM Tecno

Conegliano, 24 agosto 2021_Forse un errore di linea, piccola sbavatura all’origine di quella perdita di aderenza che ha provocato l’uscita di strada sulla ps 3. Il 56° Rally del Friuli di Mattia Zanin e Fabio Pizzol, con la Renault Clio Rally 5 preparata da NDM Tecno per MC Racing, è durato sino alla metà circa del primo passaggio su “Drenchia”, azzerando un avvio difficile ma convincente sulla nuova vettura a disposizione. Tutta in salita la corsa tra le Alpi Orientali per il giovane driver, dato che l’iniziale prova di Mersino l’ha percorsa in trasferimento a causa di varie macchine dissestate sul tracciato, mentre la successiva Trivio è stata condizionata dopo appena un chilometro e mezzo da un colpo a una ruota che ha spostato la barra, rendendo la Clio instabile. “Alla prima inversione – spiega Zanin – mi sono tenuto il più possibile all’interno per fare meno strada e girare veloce, ma abbiamo incocciato su qualcosa e da lì in poi la macchina tirava lateralmente”. Nonostante il problema, l’equipaggio Vimotorsport ha fatto segnare il 32. crono assoluto, unico riscontro effettivo di una gara stregata. “Prendo quanto di buono siamo riusciti a fare – conclude Mattia – perché il nostro passo era efficace, abbiamo lavorato bene sul setting sin dallo shakedown e credo sia stata imboccata la strada giusta, che ci servirà per le prossime gare. Mi spiace per quanti si attendevano un risultato eclatante in Friuli, per gli sponsor e il team che ci ha messo il massimo impegno, ma sappiamo di avere un grande potenziale e speriamo di presentarci al via competitivi al prossimo Rally 1000 Miglia”.