Menegatti, il Marca ed un’occasione speciale

Il pilota di Zanè, al via dell’appuntamento trevigiano valido per il CIWRC e la CRZ, vuole ottenere un risultato prestigioso per festeggiare le cento presenze di Gambasin. Sportfoto

Zanè (VI), 07 Luglio 2021 – Il rally, a differenza di altre discipline automobilistiche, detiene un valore aggiunto che riporta alla mente, con maggior forza, il concetto di sport di squadra.

Un pilota, chiamato ad interpretare nel miglior modo possibile la strada che si trova davanti, ed un navigatore che, in totale simbiosi con il primo, anticipa le azioni che si dovranno compiere.

Un feeling che non è mai scontato, un rapporto che cresce e si solidifica nel tempo al punto che, nella sua massima espressione, basta uno sguardo per capirsi al volo, senza parlare.

Al prossimo Rally della Marca, in programma per il 9 e 10 di Luglio nel trevigiano, Paolo Menegatti si troverà ad affrontare una trasferta molto particolare, sentita e desiderata, ovvero quella di essere affiancato da Matteo Gambasin nel festeggiare la sua centesima presenza.

Ci tenevo, nel modo più assoluto, ad essere io il pilota di Matteo per la sua centesima gara” – racconta Menegatti – “e sono estremamente felice di esserci riuscito. Matteo non è solo un ottimo navigatore ma è anche un grandissimo amico, capace di aiutarmi nei momenti chiave e lui sa a cosa mi riferisco. Intanto gli auguro che questo sia soltanto l’inizio di una lunga carriera ma cercherò di dare il meglio di me stesso per festeggiare nel miglior modo possibile al Marca.”

Un’occasione speciale per il pilota di Zanè, al via su una Skoda Fabia R5 di MS Munaretto battente bandiera Jteam, non solo per l’aspetto emotivo della sfida ma anche per gli spunti tecnici e sportivi che questa si porterà appresso, il prossimo fine settimana a Conegliano.

Due volte tricolore nel Campionato Italiano WRC Menegatti tornerà a calcare uno dei palcoscenici che lo han visto protagonista in passato, impegnato quest’anno nella rincorsa al pass per la finale di Modena, attraverso un cammino chiamato Coppa Rally ACI Sport, zona tre.

Un avvio a rilento sta facendo posto ad una rapida progressione ed ecco che una delle classiche del rallysmo in Triveneto lo vedrà chiamato a sfruttare il coefficiente maggiorato a 1,5.

Scorrendo la classifica provvisoria della serie ACI Sport il vicentino figura alla posizione numero cinque nell’assoluta mentre la situazione in classe R5 lo colloca alla casella numero otto.

Buone notizie arrivano anche da R Italian Trophy dove l’alfiere del sodalizio di Bassano del Grappa si attesta ai piedi del podio, con ampie possibilità di agganciare il treno di testa.

Rivisitato il format di gara con una prova vera, il “Monte Cesen” (17,66 km), da disputare nel tardo pomeriggio di Venerdì, in sostituzione agli anonimi toboga delle speciali spettacolo.

Sei i tratti cronometrati complessivi che andranno vissuti al Sabato, due passaggi in sequenza sulle classiche “Monte Tomba” (12,08 km), “Monte Cesen” e “Arfanta” (8,04 km).

Grazie a Jack, patron di Jteam, a MS Munaretto ed a tutti i nostri partners” – aggiunge Menegatti – “perchè continuano a credere in noi, anche nelle difficoltà. Avendo trovato il giusto feeling con la Skoda, al Benacus, ripartiremo dallo stesso setup. Essendo al via con la versione non Evo pagheremo un pochino sugli allunghi in salita ma ci rifaremo nel resto del percorso. Grazie a Laura, la mia compagna, che nonostante sia vicina al parto mi incita a continuare.”