Michelin Historic Rally Cup, Montini si conferma anche al Rally Lana Storico

La gara biellese mette ancora una volta in evidenza il giovane pilota della Porsche, che riesce a conquistare un’ottima terza piazza assoluta e prima della Michelin Historic Rally Cup. Prove perfette di Nodari, Laboisse e Risso. Nella classifica della coppa Alberto Savioli e Nicholas Montini consolidano il primato nei loro raggruppamenti, Giancarlo Risso conquista la vetta del terzo

2015_img_STORICHE_Rally_Lana_Storico_Montini_Nicholas_aci_sport-1353 (Custom)BIELLA – Ancora una grande giornata per la Michelin Historic Rally Cup che ha visto schierati al via del Rally Lana Storico ben 25 piloti, oltre al fuori quota Mario Cravero, su 67 equipaggi iscritti. La parte del leone l’ha interpretata per l’ennesima volta l’implacabile Nicholas Montini, affiancato da Romano Belfiore, terzo assoluto al traguardo preceduto solo dall’agilissima (ed altrettanto potente) Lancia 037 di Marco Bianchini e dalla muscolosa Audi Quattro di Davide Negri. Una gara perfetta quella del giovane bergamasco, in ogni prova sempre fra i tre più veloci della classifica assoluta, con la ciliegina sulla torta della miglior prestazione assoluta nella prova di Bioglio della domenica mattina. Ma con una Porsche 911 RS non si poteva sperare di più. Al portacolori della Piacenza Corse, oltre al terzo posto assoluto, va il Secondo Raggruppamento, e la palma del più veloce della Michelin Historic Rally Cup.

Mich_Nodari_DSCN4940 (Custom)Fra i primi dieci della classifica assoluta del 5° Rally Lana Storico si inseriscono anche Paolo Nodari, affiancato dal figlio Giulio, tormentato nella prima giornata di gara da un motore della sua Porsche 911 SC che non “spingeva” a dovere, per poi recuperare grinta e potenza nella seconda parte di gara chiudendo quinto assoluto, secondo di Raggruppamento e primo della Classe Oltre 2000. Fra gli eletti della classifica assoluta entrano anche i fratelli biellesi Marc e Stephanie Laboisse, che sulle strade di casa si sono dimostrati attenti, precisi ed altrettanto veloci al punto di chiudere settimi assoluti, quarti di Terzo Raggruppamento, e secondi di Classe Oltre 2000 con la loro Porsche 911 SC votata come l’auto dalla livrea più artistica dell’intero lotto partenti. Nella top ten anche il cuneese Giancarlo Risso, affiancato da Marco Barale che sperava in uno scroscio di pioggia per portare più in alto del nono posto assoluto la sua Audi Quattro, rimanendo deluso dalla mancanza di precipitazioni che non gli hanno permesso di sfruttare le quattro ruote motrici (e gli pneumatici Michelin) che sarebbero state provvidenziali in caso di pioggia, mentre sull’asciutto l’Audi Quattro si è ancora una volta dimostrata una vettura poco agile, anche se molto potente, difficile da gestire nelle tortuose prove speciali del Rally Lana. Risso, comunque, conclude nono assoluto, quinto di Terzo Raggruppamento e terzo di Classe Oltre 2000, nonché quarto assoluto fra i partecipanti alla Michelin Historic Rally Cup.

Mich_Savioli_Rimoldi_DSCN4951 (Custom)Nel Primo Raggruppamento successo fra i partecipanti alla Michelin Historic Rally Cup di Marco Savioli, con Alessandro Failla, BMW 2002 Ti che non ha avuto difficoltà a regolare fra i partecipanti alla coppa il torinese “Nello” Parisi autore di una gara regolare con la Porsche 911S affiancato da “Giussy” D’Angelo. Savioli e Parisi sono anche i leader della classifica di Raggruppamento della Michelin Historic Rally Cup. Nicholas Montini non ha avuto rivali nel Secondo Raggruppamento, conquistando la quarta vittoria di categoria nelle quattro gare fin qui disputate, mettendo così una pesante ipoteca sul successo finale. Seconda piazza per Adriano Salvi, con Enzo Germano alle note, perfetto e senza la minima sbavatura durante tutta la gara con la sua Fiat 124 Abarth Rally. Una piccola sbavatura l’ha vissuta Roberto Giovannelli, affiancato da Flavio Aivano, vittima di una dura toccata con la sua Porsche 911 RS, che riesce comunque a classificarsi davanti a Mario Morando-Elio Baldi, impeccabili con la loro Porsche 911 RS, seguiti da due equipaggi al volante delle gloriose Lancia Fulvia HF. Alla fine di due giorni di duello Stefano Maestri-Alessandro Sponda hanno avuto la meglio su Ermanno Caporale-Marcello Senestraro. Gara sfortunata per Bruno Graglia-Roberto Barbero che rompono il cambio della loro Fiat 124 Abarth nel corso della prima giornata di gara. Smontato e sostituito nella notte dal team dei fratelli Baldi nella seconda frazione l’equipaggio portacolori della Dolly Motorsport ha dimostrato di saperci fare e quale avrebbe potuto essere la sua posizione in classifica se non fosse stato bersagliato dalla sfortuna. Ancora fermo Luca Prina Mello, che sta vivendo una stagione tecnicamente negativa con la sua BMW 2002 Tii e Marco Bertinotti, fermo all’esordio con la Porsche 911 Carrera. Nella classifica di Secondo Raggruppamento della Michelin Historic Rally Cup Nicholas Montini è sempre più solo al comando con Adriano Salvi che rafforza la sua seconda posizione e Mario Morando che prende posto sul terzo gradino del podio.

CPVDAO_Laboisse_DSCN4935 (Custom)Il Terzo Raggruppamento della Michelin Historic Rally Cup, vede prevalere Paolo Nodari che ha ragione di Marc Laboisse e Giancarlo Risso, che concludono fra i primi dieci della classifica assoluta della gara. Alle loro spalle il cuneese Silvio Revelli con Cristiano Giovo, Porsche 911 SC, alla prima gara stagionale nella Michelin Historic Rally Cup, quindi Luigi Alberti-Margherita Gregori, anche loro su Porsche 911 SC, ed il giovanissimo Luca Delle Coste, affiancato da Franca Regis Milano, velocissimo con la sua Fiat Ritmo 75 e vincitore della Classe Fino a 1600, nella quale ha preceduto la Volkswagen Golf dell’elbano Massimo Giudicelli con Laura Cragnaz al quaderno delle note. A seguire i locali Massimo Fasana-Laura Guasco con una vettura gemella. Seguono Bruno Perrone-Ilario Pellegrino, vincitori della loro classe con la piccola Fiat 127 CL ed ancora Alessandro-Alessio Meneghetti, che riprendono la domenica con il Super Rally dopo un rovinoso incontro con una ringhiera nella prima tappa che modifica profondamente il muso della loro Ford Escort RS. Ritirati Federico Ormezzano-Maurizio Torlasco che hanno deliziato il pubblico con la loro Sunbeam Talbot Lotus per sole due prove il sabato; Francesco Ospedale-Antonio Mancuso, fermi per guai meccanici alla loro Volkswagen Golf GTI, e Tiziano Nerobutto-Luigi Cavagnetto, che rompono il cambio della loro Golf GTI nell’ultima prova del sabato quando erano abbondantemente al comando della Classe Fino a 1600 e lottavano per entrare fra i migliori dieci della classifica assoluta. Ritirati anche Luca e Davide Benetton, Fiat 127 Sport, Riccardo Arrigo-Antonello Moncada, Fiat 127, e Stefano Canova-Giuliano Santi, rientrati grazie al Super Rally la domenica e nuovamente fermi con la loro Audi Quattro nella speciale di Bioglio. Grazie al risultato del Lana Storico Giancarlo Risso balza al comando del Terzo Raggruppamento anche se con minimo margine su Paolo Nodari, che scavalca le due Volkswagen Golf GTI di Massimo Giudicelli e Francesco Ospedale.

Sfortunato anche Mario Cravero, con Oddino Ricca sul sedile di destra. Il titolare di Area Gomme, l’azienda che gestisce la distribuzione dei pneumatici Michelin per le auto storiche sui campi di gara, ha rotto la prima marcia del cambio della sua Fiat 128 Coupé allo start della prima prova speciale del sabato, perdendo via via le marce fino a decidere di ritirarsi al termine della prima tappa. Peccato perché i tempi di Cravero-Ricca, pur azzoppati da un cambio difettoso, erano ottimi collocando l’equipaggio cuneese fra i primi venti della classifica assoluta.

CPVDAO_Perrone-Pellegrino_DSCN4979 (Custom)In Classe M1 Bruno Perrone consolida la sua classifica e gli basterà essere al via di una delle prossime gare per chiudere la partita, anche se la matematica lascia ancora spazio a Benetton, Pantanella e Arrigo. Nella M2 grande prova di Luca Delle Coste, ma a guadagnarci maggiormente dalla gara biellese è Massimo Giudicelli che allunga decisamente sui ritirati Francesco Ospedale e Tiziano Nerobutto che devono giocarsi il tutto per tutto nelle prossime due gare. In M3 Adriano Salvi prende il volo e potrebbe chiudere la partita già all’Isola d’Elba dove probabilmente ritroverà Piergiorgio Barsanti. Nessun movimento in Classe M4 con lo spettacolare Federico “Tramezzino” Ormezzano fermo fin dalle prime battute, ma che ha segnato la terza partenza stagionale necessaria per ottenere i premi della Michelin Historic Rally Cup. Nella M5 Nicholas Montini vola sempre più in alto, con Mario Morando che scala seconda piazza, davanti a Riccardo De Bellis e Roberto Giovannelli che debbono sommare ancora una partenza per entrare nei premi. Si accende la classifica nel categoria M6 con Paolo Nodari che balza al comando ma Giancarlo Risso è in scia a pochi punti. Gianni Recordati insegue in terza posizione.

  • La classifica della Michelin Historic Rally Cup dopo il Rally Lana Storico (quarta delle sei gare)
  • 1° Raggruppamento: 1. Alberto Savioli, 75 punti; 2. Antonio Parisi, 36; 3. Vittorio Novo, 0.
  • 2° Raggruppamento: 1. Nicholas Montini, 50 punti; 2. Adriano Salvi, 48; 3. Mario Morando, 4. Riccardo De Bellis, Rino Righi,18; 6. Claudio Arena e Roberto Giovannelli, 15; 8. Roberto Nale, 12; 9. Fabrizio Pardi e Stefano Maestri, 10; 11. Bruno Graglia, 6; 12. Gigi Capsoni, Giampaolo Basso, Agostino Iccolti, Luca Prina Mello, Ermanno Caporale e Gino Vincenzi, 0.
  • 3° Raggruppamento: 1. Giancarlo Risso, punti 40; 2. Paolo Nodari, 37; 3. Massimo Giudicelli, 36; 4. Francesco Ospedale, 35 punti; 5. Federico Ormezzano, 25; 6. Giovanni Recordati, 21; 7. Roberto Montini, Piergiorgio Barsanti, Marc Laboisse e Luigi Alberti, 18; 11. Tiziano Nerobutto e Mauro Mabritto, 15; 12. Bruno Perrone e Silvio Revelli, 12; 14. Luca Delle Coste, 8; 15. Massimo Fasana, 4; 16. Alessandro Meneghetti, 1; 17. Sergio Mano, Pietro Tirone, Fulvio Astesana, Vinicio Bertocco, Alessandro Fontana, Nicola Benetton, Walter Lyveroulaz, Stefano Canova e Riccardo Arrigo, 0.
  • Classe M1: 1. Bruno Perrone, 50 punti; 2. Nicola Benetton, 0 punti.
  • Classe M2: 1. Massimo Giudicelli, 61 punti; 2. Francesco Ospedale, 3. 3. Tiziano Nerobutto e Luca Delle Coste, 25; 5. Fabrizio Pardi, 18; 6. Massimo Fasana, 12; 7. Ermanno Caporale, 10; 8. Luigi Capsoni, Vinicio Bertocco, e Gino Vincenzi, 0.
  • Classe M3: 1. Adriano Salvi, 68 punti; 2. Piergiorgio Barsanti, Rino Righi, 25 punti; 4. Claudio Arena e Bruno Graglia 18; 6. Roberto Nale e Alessandro Meneghetti, 15; 8. Luca Prina Mello, 0.
  • Classe M4: 1 Federico Ormezzano, 25 punti; 2. Sergio Mano e Fulvio Astesana, 0.
  • Classe M5: Nicholas Montini, 75 punti: 2. Mario Morando, 33; 3. Riccardo De Bellis e Roberto Giovannelli, 18; 5. Giampaolo Basso, Agostino Iccolti e Marco Bertinotti, 0.
  • Classe M6: Paolo Nodari, 43 punti; 2. Giancarlo Risso, 40; 3. Gianni Recordati, 37; 4. Roberto Montini e Lugi Alberti, 25; 6. Mauro Mabritto e Marc Laboisse, 18; 8. Silvio Revelli, 12; 9 Pietro Tirone, Alessandro Fontana, Walter Lyverolaz e Stefano Canova, 0

La galleria dei protagonisti della Michelin Historic Rally CSAI vista da acisportitalia

La galleria dei protagonisti della Michelin Historic Rally CSAI vista da acisportitalia