“Monte” storico: uno per tutti

Al Rallye di Montecarlo Historique la Scuderia Milano Autostoriche offre un servizio aggiornato di informazioni gratuito a tutti gli equipaggi italiani iscritti in media lenta

Neve, ghiaccio, bagnato, viscido, nebbia, terra, sporco: queste sono le condizioni di fondo stradale che incontrano abitualmente i concorrenti che disputano un rally invernale. A questa regola non sfugge il Rallye di Montecarlo Historique che si disputa su una distanza di 2500 chilometri con 17 prove speciali di classificazione dal 27 Gennaio al 2 Febbraio. In questi casi è importantissimo prendere le decisioni più appropriate, soprattutto nella scelta dei pneumatici, che sono la discriminante tra il successo e l’insuccesso in gara. Per questa ragione è abitudine di ogni squadra mandare avanti, prima del passaggio del primo concorrente, un vero e proprio equipaggio, costituito da pilota e navigatore al volante di una vettura stradale non iscritta alla competizione, che pre-corre la prova speciale annotando tutte le situazioni critiche del fondo stradale per poi comunicarle immediatamente ai propri concorrenti. In questo modo chi è in gara può organizzarsi al meglio per trarne il massimo profitto.

Ma cosa accade se, con i 300 equipaggi iscritti al Montecarlo Historique, un team ha delle macchine che partono con numeri bassi, altre a metà classifica e altre ancora, le più piccole di cilindrata, con i numeri più alti? Lo start in ogni prova speciale è dato al minuto per ogni singola vettura, e l’informazione che il ricognitore fornisce va certamente bene per i primi; ma come si sarà evoluto il fondo stradale quando toccherà passare alla trecentesima vettura, che prende il via esattamente 6 ore dopo il primo? Questo è uno degli aspetti che più penalizzano i concorrenti della media lenta, che sono costretti a ricorrere alle informazioni sporadiche che possono ottenere solo chiedendo a quelli che sono transitati prima, se questi sono in grado e disposti a offrirle.

Per ovviare a questo problema la Ma-Fra, sponsor del Rallye di Montecarlo Historique 2022, ha messo a disposizione dei concorrenti della Scuderia Milano Autostoriche un secondo equipaggio di ricognitori, dotato di tutti i permessi necessari per transitare sul tracciato senza creare intralcio, che rileverà lo stato del tracciato delle prove speciali in un momento successivo in modo da fornire indicazioni più fresche ed appropriate ai propri concorrenti iscritti in media lenta che partono generalmente quattro ore dopo il primo.

Considerando però che queste informazioni, oltre che determinanti per l’ottenimento di un buon risultato, sono di assoluta importanza anche ai fini della sicurezza in gara, Ma-Fra e Scuderia Milano Autostoriche hanno deciso di condividere i rilevamenti del loro secondo ricognitore anche con tutti gli altri concorrenti delle restanti squadre italiane al via che, per ragioni organizzative o di costi, non sono in grado di offrire ai loro equipaggi un servizio adeguato.

Attraverso il gruppo Facebook “Rallye Monte-Carlo Historique 2022 : I preparativi” verranno pertanto divulgate in pieno spirito sportivo a tutti gli equipaggi italiani (e non solo) tutte le informazioni raccolte nel passaggio del ricognitore 2 di Milano Autostoriche, per mettere in grado ancora una volta un equipaggio o un team nazionale di competere coi colori nazionali per il vertice della prestigiosa gara monegasca.