Nuovo impegno per NDM Tecno con la Clio Rally4: Moricci-Garavaldi al via del “Casentino”

Alle porte un nuovo step di sviluppo della Clio Rally4 di Paolo Moricci, in una gara che sarà un confronto vero con le vetture concorrenti. Nella foto :  Moricci/Garavaldi in azione (foto AmicoRally)

Massarosa (Lucca), 11 luglio 2022 Un nuovo ed importante step di esperienza, è alle porte per NDM TECNO, nel fine settimana prossimo, al 42. Rally del Casentino, terza prova dell’International Rally Cup.

Alla gara che si svolgerà in provincia di Arezzo, saranno al via Paolo Moricci e Paolo Garavaldi sulla Renault Clio Rally4, andando a proseguire con forza e convinzione il lavoro di sviluppo ed affinamento sulla “francese” dopo le importanti indicazioni ottenuta al recente Rally di Reggello, nel Valdarno Fiorentino.

La coppia di Montecatini Terme aveva chiuso la gara di Reggello con un notevole 14° posto assoluto, secondo di classe Rally4 e quarto tra le vetture a due ruote motrici, una tripla soddisfazione sotto l’aspetto sportivo ma soprattutto importante per le indicazioni fornite dalla vettura sul set-up e sul bilanciamento generale, due fattori importanti per conferire una sempre maggiore competitività ad una vettura in grado di diventare il riferimento della propria categoria.

La gara in Casentino, certamente assai partecipata nella categoria sarà un notevole banco di prova per verificare lo stadio competitività e affidabilità della vettura, visto che al via vi saranno moltissime vetture di categoria Rally4 della concorrenza. Un banco di prova quindi molto importante, destinato da conferire ulteriori indicazioni e valore al lavoro sinora svolto.

Il lavoro di affinamento sulla Clio Rally4dice Paolo Moricci al Rally di Reggello ha dato importanti indicazioni, al di là del risultato sportivo in se stesso. La Clio adesso ha un gran potenziale non soltanto sulla carta ma anche in strada, ma non siamo ancora allo step ottimale, ci si deve arrivare e per questo dico che siamo di fronte ad una macchina da rally destinata a diventare un riferimento in categoria. Crediamo che la gara in Casentino possa essere ottima occasione di confronto con le vetture della concorrenza, peraltro guidate da grandi piloti, servendo a farci capire dove siamo ancora di più. Sarà davvero un bel momento di lavoro con la squadra e la cosa stimola molto noi come equipaggio”.

Dalle ore 21.30 di venerdì 15 luglio il Rally del Casentino entrerà nel vivo. Nelle fasi precedenti la cerimonia iniziale si terranno verifiche tecniche e shakedown – il test pre gara con vetture di serie – programmato in località Lonnano. L’indomani, sabato 16 luglio, dalle ore 10,00 il via alle sfide: il primo giro di prove speciali, “Corezzo” (14,70 Km), “Rosina” (7,48 km) e “Crocina” (di ben 22,88 Km). Gli equipaggi faranno poi ritorno al parco assistenza di località “La Ferrantina”, ed alle 15.42 il via della seconda ripetizione della prova speciale “Corezzo”, seguita da “Rosina” e dal terzo parco assistenza, ultimo appello per assecondare i piloti verso l’ultimo “giro” di prove speciali, “Corezzo” e “Crocina”, con arrivo a Bibbiena previsto alle ore 21.15, in Viale Garibaldi.