Nuovo inizio per il Campionato Italiano Rally Asfalto, pronto a partire dal Rallye Elba

Primo di sette round stagionali, l’appuntamento sull’Isola toscana lancia la corsa del nuovo tricolore Asfalto. Venerdì 22 e sabato 23 aprile la sfida su 102 km in 8 prove speciali per 62 equipaggi. Conferme e nuovi arrivi tra i big del campionato, anche su World Rally Car. Tanti driver locali per la seconda gara della Coppa Rally di 6^ Zona.

Portoferraio (LI), mercoledì 20 aprile 2022 – È tutto pronto per il debutto del Campionato Italiano Rally Asfalto 2022. Finalmente arriva il primo fine settimana di gara nel 55° Rallye Elba – Trofeo Gruppo Gino, che si svolgerà nelle giornate di venerdì 22 e sabato 23 aprile, primo di sette round stagionali per la nuova serie tricolore nata dall’evoluzione del ormai archiviato Campionato Italiano WRC. Il restyling rilancia una serie già di successo e mantiene i presupposti che l’hanno resa grande nelle sue otto edizioni, a partire dalla tappa organizzata dall’ACI Livorno Sport. Con l’Elba si riparte da un grande classico verso un itinerario stagionale unico, sviluppato da nord a sud su alcuni tra gli asfalti e i territori più belli d’Italia, con le conferme del Rally del Salento, Rally della Marca, Rallye San Martino di Castrozza e del finale al Rally ACI Como intervallate dalle novità del Rally della Lana e Rally Città di Modena. Per l’apertura a Portoferraio sono attesi 62 equipaggi nella sfida disegnata su 294,14 chilometri di percorso complessivo, dei quali 102,74 cronometrati divisi in 8 prove speciali, anche in notturna. La stessa sfida è valida come secondo round per la Coppa Rally di 6^ Zona ACI Sport.

PROGRAMMA DI GARA | L’atmosfera sull’Elba inizierà a scaldarsi dalle ore 9.00 del venerdì con i test preparativi nello shakedown. La partenza del rally è prevista alle 17.00 da viale Manzoni a Portoferraio e lancerà la sessione iniziale di gara composta da quattro prove speciali, la prima “Rio” [8,94 km – PS1 ore 18.00] seguita dal doppio passaggio sulla più breve “Capolvieri-Innamorata” [6,63 km – PS2 ore 19.00, PS4 ore 22.30] intervallato dalla lunga “Bagnaia-Cavo” [18,57 km – PS3 ore 21.20]. Altri quattro i tratti cronometrati del sabato, prima sulla “Colle Palombaia” [15,73 km – PS5 ore 11.00], seguita dal doppio passaggio sulla “Due Colli” [12,38 km – PS6 ore 11.40, PS8 ore 15.00] anche qui intervallato dalla versione lunga del tratto iniziale sulla “Due Mari” [22,43 km – PS7 ore 14.20]. Il gran finale con la cerimonia di premiazione è programmato dalle 15.30, sempre a Portoferraio, località che accoglie anche il Quartier Generale ed il Parco Assistenza.

L’ELBA IN DIRETTA SU ACI SPORT TV | Fari puntati quindi sullo start del Campionato Italiano Rally Asfalto per il quale ACI Sport TV ha programmato una serie di appuntamenti televisivi in diretta. Primo collegamento per i mattinieri alle 9.00 del venerdì per lo shakedown, seguito dalla cerimonia di partenza dalle 16.50 circa. Sarà solamente un antipasto dello show serale con il doppio passaggio della “Capoliveri-Innamorata” che verrà trasmesso dalle 19.00 e dalle 22.30 con una serie di telecamere poste sul tratto cronometrato. Altra diretta al sabato con il primo passaggio sulla “Due Colli” dalla fine della prova speciale alle ore 11.40, poi sipario finale sull’arrivo di Portoferraio in programma dalle 15.20. Tutto sarà visibile su ACI Sport TV al canale 228 di Sky e sulle pagine Facebook ufficiali @ACISportTV @CIRAsfalto.

I BIG DELL’ASFALTO | Qualità e sostanza nell’elenco iscritti del Rallye Elba, primeggiato dagli equipaggi che puteranno alla vittoria e al miglior inizio possibile nel Campionato Italiano Rally Asfalto, sia su vetture di categoria Rally2, ben 21 nell’elenco, che su World Rally Car. Su tutti ripartirà con il n°1 stampato sulla Skoda Fabia Rally2 il vicecampione Andrea Carella. Il pilota piacentino si è ricavato un posto tra i top della serie nella versione CIWRC e potrà contare sulla quattro ruote motrici boema preparata da MS Munaretto che lo scorso anno lo ha portato a sfiorare il titolo. Terzo sull’ultimo podio dell’Elba, la novità per Carella sarà l’affiancamento di Luca Guglielmetti alle note. Dopo la scorsa stagione di riadattamento, vissuta spesso in zona podio, può provare ad alzare l’asticella il molisano Giuseppe Testa, che si ripresenta ai nastri di partenza sempre in tandem con Emanuele Inglesi su Skoda Fabia, stavolta di CR Motorsport. Proverà a proporsi per le posizioni che contano anche Alessandro Gino, alla terza stagione consecutiva sugli asfalti tricolori. Il driver cuneese sarà ancora navigato da Daniele Michi, ma farà la sua prima apparizione in campionato al volante di Hyundai i20 Rally2. Nessuna incognita invece per Corrado Fontana e Nicola Arena, i campioni italiani WRC 2020, immancabili al via del CIR Asfalto con la Hyundai i20 WRC. Il pilota lariano andrà a caccia di quella quarta vittoria all’Elba che lo spedirebbe in testa all’albo d’oro della gara, ma dovrà anche riscattare lo sfortunato ritiro di un anno fa. Sempre presente, sempre su i20 WRC, non manca all’appello tricolore papà Luigi Fontana affiancato da Giovanni Agnese.

NOVITÀ E RITORNI | Salta all’occhio la novità nell’elenco iscritti del CIRA con la presenza di Simone Campedelli. Il pilota cesenate, già impegnato nell’Europeo Rally, fa il suo ingresso anche in questa serie dopo le stagioni da protagonista nell’Assoluto e nel CIR Terra. Sempre navigato da Gianfrancesco Rappa su Skoda Fabia Rally2, Campedelli parte necessariamente tra gli osservati speciali per la corsa al titolo dagli asfalti dell’Elba che conosce bene, ma che di fatto ha affrontato solo nell’edizione 2018. Altra interessante novità riguarda il ritorno nel campionato per il trevigiano Marco Signor. Il vincitore del CIWRC 2016 rientra dopo le partecipazioni nell’Assoluto e dovrà adattarsi in fretta ad un pacchetto tutto nuovo, da scoprire, con Corrado Bonato alle note sulla Skoda Fabia Rally2. Bel ritorno tra gli alfieri del CIRA anche per il biellese Corrado Pinzano insieme a Marco Zegna su Volkswagen Polo, vincitore della Coppa R5 nel CIWRC 2019, lo scorso anno subito ritirato nella sua apparizione spot all’Elba.

Proverà a fare un passo avanti il reggiano Ivan Ferrarotti, che dopo una stagione di adattamento nel tricolore ha confermato il progetto in coppia con Massimo Bizzocchi al volante ella Fabia Rally2 di Balbosca. Grande affezionato del campionato, ci sarà il ceccanese Stefano Liburdi che per questa stagione ha rivoluzionato i piani e si presenterà al volante di Hyundai i20 Rally2 di Friulmotor insieme a Mattia Cipriani. Parte all’Elba anche il driver maremmano Leopoldo Maestrini, settimo assoluto nella passata edizione, quest’anno a tutti gli effetti in corsa per il tricolore su Volkswagen Polo Rally2, alla seconda gara con Nicolò Gonella al fianco.

Sia affacciano al salto di categoria due protagonisti già noti per il tricolore ora chiamati a confrontarsi tra i top di Rally2. Dopo anni di dominio in Super 1600, ultima la vittoria nella Finale Nazionale di Coppa Rally di Zona, il parmense Roberto Vescovi sarà al via con una Skoda Fabia Rally 2 della GIMA Autosport, sempre insieme a Giancarla Guzzi. Prima stagione su Skoda anche per il ceccanese Vincenzo Massa, vincitore un anno fa della Coppa R2, ancora in tandem con Daniel D’Alessandro.

IDOLI DI CASA | Tra i tanti equipaggi che possono inserirsi nella top ten di gara e togliere punti agli iscritti al CIRA ci sono molti piloti locali e qualche outsider di lusso. Non è elbano ma si sente a casa sull’isola toscana, dove chiuse al quinto posto nella passata edizione, il driver di Cerda Totò Riolo che sarà nuovamente al via del rally su Polo Rally2 insieme ad Alessandro Floris. Sfida nella sfida tutta da vivere per lo scettro del miglior elbano, che riproporrà il duello tra le Skoda Fabia di Andrea Volpi con Michele Maffoni e Francesco Bettini con Luca Acri, oltre ai grandi esperti di Zona come Giovanni Galleni, con Luca Ambrogi su Polo e Valter Pierangioli con Rita Ferrari su Skoda. 

DUELLO A 2RM | Ci sarà uno scontro in evidenza anche tra le due ruote motrici. Si presenta al via di Renault Clio Rally4 il giovane varesino classe ‘98 Riccardo Pederzani insieme a Roberto Mometti, in arrivo dal CIR Junior e candidato al titolo Under 25 Due Ruote Motrici nel CIRA, per il quale ACI Sport ha stanziato un particolare montepremi come in tutte le maggiori serie tricolori. Sarà invece la prima volta sul palcoscenico dell’Italiano per Alessio Bellan, pilota rodigino al debutto elbano con Silvia Croce alle note sulla Peugeot 208 Rally4.

CALENDARIO CIRA 2022: 22 – 23 aprile | Rallye Elba; 27 – 28 maggio | Rally del Salento (coeff. 1,5); 17 – 18 giugno | Rally della Marca Trevigiana; 29 – 30 luglio | Rally della Lana; 9 – 10 settembre | Rallye San Martino di Castrozza; 30 settembre – 1 ottobre | Rally Città di Modena; 20 – 23 ottobre | Rally ACI Como (coeff. 1,5)

ALBO D’ORO CIWRC: 2021 Rossetti-Fenoli (Hyundai i20 R5); 2020 Fontana-Arena (Hyundai i20 Ng WRC); 2019 Pedersoli-Tomasi (Citroen C3 WRC); 2018 Albertini-Fappani (Ford Fiesta WRC); 2017 Albertini-Fappani (Ford Fiesta WRC); 2016 Signor-Bernardi (Ford Focus/Fiesta WRC); 2015 Sossella-Falzone (Ford Fiesta WRC); 2014 Pedersoli-Romano         (Citroen C4 WRC)