Power Car Team pronto per le sfide tricolori a San Marino

La squadra torna sulla scena nazionale per la quinta prova del tricolore, terza anche del Trofeo Terra. Cinque le vetture schierate, con le novità di Marchioro che salirà sulla Peugeot 208 T16 R5 e dell’arrivo di Luca Panzani, cui sarà affidata una Clio R3C. Quattro vetture schierate anche nella gara “di casa” di Schio.

Dalmazzini (Custom)SCHIO (VICENZA) – Power Car Team è pronto ad un fine settimana di grandi battaglie. La squadra scledense avrà infatti ben cinque vetture al via, questo fine settimana, del 44° Rally San Marino, quinta prova stagionale del tricolore e terza del Trofeo Terra. I colori “bianco-verdi” saranno tra quelli più guardati, alla gara che si svolgerà a cavallo di Marche, Umbria e Toscana, con l’emiliano Andrea Dalmazzini ed il veneto Niccolò Marchioro, decisi a far valere la loro forza nel contesto del Trofeo Terra, aiutati anche dal coefficiente maggiorato di punteggio che la gara andrà a conferire. Il modenese è secondo in classifica generale, il veneto quarto. Dalmazzini si riproporrà con la Peugeot 207 S2000, con la quale ha oramai un notevole feeling, quello che userà per attaccare il leader Ceccoli mentre Marchioro subentra a Trentin (che ha interrotto l’attività) nel programma ufficiale Yokohama e salirà sulla Peugeot 208 T16 R5, quindi con un interessante dettaglio tecnico-sportivo.

Ma ci sarà interesse anche per la parte “Tricolore”: ad un Marco Pollara (Peugeot 208 R2) che nutre nuove ambizioni nella corsa “Junior” dopo la sfortuna sofferta al Rally Adriatico, POWER CAR TEAM affianca un altro asso, quello del toscano Luca Panzani, cui sarà fornita una Renault Clio R3C per tentare di avvicinare il vertice della classifica “Due Ruote Motrici”. Ci sarà poi la Renault Twingo R2 di Jacopo Trevisani, in lotta nel Trofeo Renault istituito proprio nel Trofeo Terra per la millesei transalpina. Attualmente Trevisani, dopo tre impegni, è al secondo posto, contando sulla difficile gara “del Titano” per avvicinare il leader della classifica. Grandi manovre, dunque, in casa Munaretto, capaci di portare a nuove ed esaltanti soddisfazioni, conferma sia del grande lavoro svolto con i clienti sportivi che dell’apprezzamento di essi al servizio offerto in gara.

Non solo tricolore, ma anche Schio, sempre questo fine settimana: il ritorno, dopo quattro anni della gara “di casa” in versione RallyDay, coincide anche con una sostenuta presenza “bianco-verde”, definita da ben quattro vetture al via: Saranno tre Renault Clio S1600 affidate rispettivamente a Daprà-Andrian, Pellizzari-Poggiana e D’Orlando-Molon, cui si aggiunge una Renault Clio R3C per Dalle Nogare-Tovaglia.