Presenza massiccia di Alpine all’edizione 2016 di Le Mans Classic

 

Renault Classic schiera 3 Alpine in competizione per questa 8a edizione di Le Mans Classic, che si svolge dall’8 al 10 luglio. Saranno presenti numerosi modelli Alpine che hanno ottenuto una vittoria nella celebre corsa di Le Mans. Presenza dell’Alpine A460, che partecipa al Campionato del Mondo di Endurance (FIA WEC) con l’équipe Signatech-Alpine, vincitrice delle 24 Ore di Mans in LMP2 il 19 giugno. La show-car Alpine Vision sarà presente accanto alle sue illustri antenate.

3 (Custom)LE MANS (Francia) – Da sempre la competizione fa parte del DNA di Alpine. Fondatore della Marca, Jean Rédélé è stato innanzitutto un insigne pilota, prima di lanciarsi nello sviluppo, la produzione e la commercializzazione di auto sportive. 61 anni dopo la creazione, la marca Alpine è sempre pronta a raccogliere le sfide della competizione, e lo dimostrerà fin da subito, partecipando all’8a edizione del mitico evento rappresentato da Le Mans Classic. In questa edizione 2016, Renault Classic schiera tre Alpine ufficiali, affidate a piloti di talento, che hanno già partecipato alla 24 Ore di Le Mans con la Marca, o a personalità del mondo automobilistico.

  • M65 (classe 4) – Piloti: David Cheng / Stephane Richelmi
  • A110 (classe 5) – Piloti: Christian Chambord / Jean-Pierre Prévost
  • A443 (classe 6) – Piloti: Jean Ragnotti / Alain Serpaggi
  • Queste tre Alpine saranno affiancate da altri modelli, iscritti da privati.

A442B Pironi-Jaussaud (Custom)Alpine e il circuito di Le Mans. Alpine ha partecipato 11 volte alla 24 Ore di Le Mans tra il 1963 e il 1978, schierando 55 veicoli ufficiali. Oltre alle vittorie per la “Resa energetica” nel 1964, 1966 e 1968, e per l’Indice di Performance nel 1968 e 1969, Alpine ha totalizzato sette vittorie di classe, e soprattutto la vittoria in classifica generale assoluta nel 1978 con Renault Alpine A442B, pilotata da Jean-Pierre Jaussaud e Didier Pironi. La primissima comparsa delle automobili create da Jean Rédélé sul Circuito delle 24 Ore di Le Mans risale al 1963. In quell’anno, erano schierate sulla griglia di partenza tre Alpine M63. È stato l’inizio di una grande avventura in tre atti.  Dal 1963 al 1969, le “piccole” Alpine puntavano a una vittoria nella loro categoria, per l’indice di performance e quello energetico, o addirittura in classifica generale per A220. È stato il Periodo Blu. Dal 1973, anno in cui Renault rileva la Marca, nuove ambizioni consentivano di puntare alla vittoria in classifica generale. Fin dal 1976, la prima Renault-Alpine del Periodo Giallo firmava la pole position e il miglior giro in gara. Due anni dopo, la missione era compiuta con una storica vittoria alla 24 Ore di Le Mans 1978.

Alpine_0505 (Custom)35 anni dopo, Alpine ritornava ufficialmente a Le Mans, nel 2013. Come al suo esordio, l’Alpine A450 sfoggiava una magnifica carrozzeria blu e modeste ambizioni in categoria LM P2. Dopo un anno di adattamento, l’équipe si classificava al settimo posto scratch e saliva sul podio della categoria nel 2014. L’anno 2015 è segnato da un ritiro, per l’uscita di pista notturna di Alpine 450b, che si trovava in quel momento in terza posizione. Il 19 giugno 2016, Alpine firma una delle sue più belle vittorie della sua storia, con il primo posto ottenuto in categoria LMP2, dove concorrevano 22 vetture. Nicolas Lapierre, Stéphane Richelmi e Gustavo Menezes hanno piazzato Alpine A460 N°36 della scuderia Signatech Alpine sul primo gradino del podio.

 

ALPINE-RENAULT M65 PILOTEE PAR BIANCHI ET GRANDSIRE

ALPINE-RENAULT M65 PILOTEE PAR BIANCHI ET GRANDSIRE