Primi punti nella CRZ, al Bellunese, per Mondin

L’apertura della Coppa Rally ACI Sport, zona quattro, vede il pilota di Adria partire con il piede giusto, migliorando il proprio feeling con la Renault Clio Super 1600. Foto Mario Leonelli/Actualfoto

Adria (RO), 25 Maggio 2021 – Un rocambolesco Rally Bellunese, un’autentica roulette dettata dal meteo che ha reso la scelta delle gomme un rebus al quale trovare soluzione era difficile.

In condizioni così mutevoli, passando dall’asciutto al bagnato e viceversa, e con poca esperienza sulla Renault Clio Super 1600, alla terza apparizione ufficiale, il bilancio stilato da Michele Mondin è da considerarsi più che positivo, in previsione dei prossimi appuntamenti.

Il pilota di Adria, sulla francesina di Top Rally con Haianes Tania Bertasini alle note, ha concluso la trasferta con un sesto posto di classe S1600, lontano dalla vetta, che nasconde la sostanza di quanto seminato sul campo dal portacolori di New Star 3, fiducioso sul futuro.

Se guardiamo alla sola classifica è naturale non essere soddisfatti” – racconta Mondin – “ma è tutta apparenza. Dobbiamo calcolare che arriviamo dalla terza gara, in assoluto, sulla Renault Clio Super 1600 e che la prima è lontana anni luce. Siamo contenti perchè il feeling con la vettura comincia ad esserci e gli obiettivi che ci siamo prefissati ad inizio stagione, dopo questa esperienza, non sono irraggiungibili. C’è molto da lavorare ma siamo sulla giusta strada.”

In una classe che contava al via protagonisti affermati del Campionato Italiano WRC, vedi il due volte tricolore di classe S1600 Menegatti oltre ad Andriolo e Bizzotto, il polesano si metteva in luce con un buon quarto tempo, sulla seconda prova speciale, iniziando ad aumentare il passo.

Una scelta errata di gomme e l’arrivo della pioggia rovinavano i piani del pilota di casa Renault.

Sulle prime due siamo andati bene” – sottolinea Mondin – “e volevamo mantenere quel ritmo anche sul secondo giro. Avevamo scelto delle gomme dure perchè, viste le temperature, speravamo di aver fatto la mossa giusta. Non avevamo il passo dei nostri avversari e, come se non bastasse, sulla lunga è arrivata un diluvio universale. Ormai la gara era compromessa.”

Consapevole di non poter più recuperare Mondin optava per una scelta conservativa di coperture, sulle ultime due prove speciali, accontentandosi di portare a casa la vettura, senza un graffio, e raccogliendo i primi punti che, in situazioni critiche, potrebbero fare la differenza.

Scorrendo la classifica provvisoria della CRZ, zona quattro, l’adriese occupa ora la sesta posizione nella categoria riservata alle Super 1600 nonché terzo tra gli Under 25.

Quando la situazione è complicata” – conclude Mondin – “è fondamentale cercare di ottimizzare il risultato, riducendo i danni. Dopo il passo falso, della parte centrale di gara, abbiamo montato delle pioggia ed abbiamo puntato unicamente ad arrivare alla fine. Abbiamo raccolto pochi punti ma pochi è sempre meglio di niente no? Grazie di cuore ad Haianes, ci sta mettendo un sacco di impegno per farmi crescere. Grazie alla Top Rally, team altamente professionale, e grazie alla scuderia New Star 3, per il sostegno anche in questo Bellunese.”