Rally Città di Modena primo allungo di Pinzano-Zegna VW Polo R5

A Barighelli 1 miglior tempo per il biellese Corrado Pinzano con la Polo R5 Pirelli. Sul podio della prima giornata anche Medici-Fenoli (Polo) e Bravi-Spangaro (i20). Al via da Maranello per la Finale Nazionale Aci Sport Rally Cup Italia 238 vetture

Modena 30 ottobre 2021– Un breve flash dal lungo e intenso weekend del 41° Rally Città di Modena. 

Ha preso il via in un soleggiato sabato pomeriggio alle 16:00 la prima giornata della Finale Nazionale Aci Sport Rally Cup Italia 2021, in programma il primo dei tre passaggi sulla prova speciale di Barighelli, 10,57 km che hanno iniziato a definire le ambizioni dei protagonisti.

Miglior tempo per Corrado Pinzano-Marco Zegna con la Volkswagen Polo R5delle PA Racing gommata Pirelli. Il biellese, già vincitore della finale del 2019, ha fatto segnare 6’58”4, lasciando alle sue spalle l’altra Polo della Erreffe di Davide Medici in coppia con Manuel Fenolistaccato di 2”1. L’emiliano ha subito trovato il ritmo confermando il miglior tempo fatto segnare in mattinata nello shakedown di Levizzano Rangone. Terzo a soli 2 decimi Filippo Bravi e Thomas Mangaro con la Hyundai i20del team Friulmotor, arrivati a Modena come vincitori della quarta zona (Friuli-Venezia Giulia, Belluno e Venezia).

Alle spalle del podio momentaneo si sono inserite tre Škoda Fabia in meno di 1 secondo, nell’ordine: i siciliani Alessio Profeta-Sergio Raccuia a 2”7 dal primo e migliore Under 25, gli emiliani Roberto Vellani-Luca Amadori a 3”2 e il valdostano Elwis Chentre con Fulvio Folrean a 3”6. La top ten del primo giorno si completa con i siciliani Marco Pollara-Daniele Mangiarotti (Škoda) e Andrea Dalmazzini-Andrea Albertini al debutto assoluto con la nuova Hyundai i20 N Rally2. Dalmazzini è anche il primo dei piloti modenesi in classifica, qualificato alla finale come vincitore della quinta zona. Alle sue spalle, nono assoluto, il vincitore della terza zona (Liguria-Lombardia) Andrea Spataro e Edoardo Brovelli con la Škoda a 6”7.  Più staccato il decimo, l’ossolano Davide Caffoni con Massimo Minazzi a 10”6 con l’ennesima Škoda.