Rally della Marca, l’attesa di un libero brindisi

La campagna di vaccinazione e l’evoluzione positiva della situazione sanitaria aprono alla speranza del ritorno del pubblico sul tracciato delle prove speciali. Foto Max Carrer

4 giugno 2021_Mancano cinque settimane al 37° Rally della Marca, l’appuntamento con il Campionato Italiano Wrc che andrà in scena tra venerdì 9 e sabato 10 luglio. L’evoluzione positiva della campagna di vaccinazione accende la speranza che il pubblico possa finalmente ritornare a seguire la corsa lungo le prove speciali. “Noi facciamo gli scongiuri” mormora Jack Fumei, presidente del comitato organizzatore e del rinnovato Motor Group, “perché sarebbe uno splendido ritorno alla normalità e una formidabile iniezione di fiducia per la ripartenza che tutti sogniamo”. Il Marca 2021, oltre alla validità tricolore, farà classifica per Coppa Rally di Zona 3, Logistica Uno Rally Cup by Michelin, R-Italian Trophy e Clio Trophy. Logico attendersi una nutrita partecipazione di equipaggi, le iscrizioni si apriranno mercoledì prossimo e ci sarà tempo sino alla fine del mese. Disegnato in ossequio alle prescrizioni Aci Sport stabilite in costanza di pandemia, il percorso di gara ha un totale di 93,22 km cronometrati, con la novità significativa del “Monte Cesen” (17,66) in apertura al venerdì sera 9 luglio che farà già forte selezione in classifica. Sabato 10 luglio previsto doppio passaggio su “Monte Tomba” (12,08), “Monte Cesen” e “Arfanta” (8,04). Partenza e arrivo, parco assistenza e quartiere generale della corsa, interamente collocati a Conegliano, che ritorna così capitale del rally trevigiano.