Rallye San Martino 2022, aprono le iscrizioni

Sfida rinnovata e stimolante. Da oggi sino a mercoledì 31 agosto sarà possibile inviare il fatidico tagliando alla segreteria di gara San Martino di Castrozza (TN), 10 agosto 2022_ Aprono oggi le iscrizioni al 42° Rallye San Martino di Castrozza (9-10 settembre), quinto round del Campionato Italiano Rally Asfalto 2022, che si onora di avere in coda il 13° Historique Rallye San Martino dedicato alle vetture d’antan. Ci sarà tempo sino a mercoledì 31 agosto per inviare il fatidico tagliando alla segreteria della San Martino Corse, scuderia organizzatrice. GARANZIA PILA. “Sfida rinnovata e stimolante” assicura il “Pila”, che ha messo la sua firma sul tracciato di quest’anno. Sandro Giacomelli, recordman di partecipazioni (23 e una vittoria nel 1996), è l’anello di congiunzione tra vecchio e nuovo Rallye. Lui c’era nel 1977, ultimo atto della versione antica arrivata ai fasti della Coppa Fia Conduttori, il mondiale dell’epoca. E c’era anche nel 1995, quando la corsa è ripartita con il primo sigillo di Renato Travaglia, recordman di vittorie (5). SORPRESE SPECIALI. Su e giù per la Valle del Primiero. Tre volte sulla “Gobbera”, la prima in notturna venerdì 9 settembre, sostituendo il glamour del crono spettacolo cittadino con una prova tirata a 10,15 km contro i classici 8,25, in grado di marcare subito la selezione. Due giri su “Sagron Mis”, prova che dai 9,66 km del 2016, quando Luca Pedersoli fece tre scratch ma alla fine vinse Marco Signor per soli 1’’6, stavolta passa a 16,69 km con un netto salto di difficoltà. Due passaggi anche sull’inedita “Col Falcon” di 14,23 km, compresa nel triangolo bellunese formato da Lamon, Feltre e Passo Croce d’Aune. INCOGNITE TRICOLORI. Nel gioco dei coefficienti (Salento e Como a 1,5) e dello scarto (5 risultati utili su massimo 6 delle 7 gare in calendario), la classifica attuale del Campionato Italiano Rally Asfalto va interpretata con le molle. Dopo quattro gare – Elba, Salento, Marca, Lana – in testa c’è Signor con 50 punti, ma quest’anno ancora senza vittorie. Secondo posto a 38 per Corrado Pinzano, primo a Biella ponendo una seria candidatura in chiave scudetto. Terzo posto di Simone Campedelli a 37,5 frutto dei due successi iniziali. Quarto Corrado Fontana a 36,5 con l’unica Wrc in graduatoria, visto che quella di Luca Pedersoli ha dovuto ingoiare il rospo di due ritiri.Quinto Giuseppe Testa a 26, sesto Andrea Carella a 23,5 punti, che bramano un exploit per togliersi la scomoda veste di outsider. Saranno questi sette tutti al via del San Martino? ECCELSA OSPITALITA’. Per il secondo anno consecutivo l’Hotel Savoia sarà centro nevralgico del Rallye, ospitando direzione gara, segreteria, centro classifiche e direzione gara. Inoltre nelle due serate di vigilia (mercoledì 8 alla consegna del road book e giovedì 9 dopo le ricognizioni) funzionerà il “Braciere dell’Amicizia” per far stare assieme equipaggi, addetti ai lavori e personale al seguito. Hotel Savoia dove sono appena stati graditissimi ospiti Franco e Andrea Antonello, padre e figlio che hanno ispirato “Tutto il mio folle amore” del regista Gabriele Salvatores. In questo mese di agosto altri quattro ragazzi autistici, scelti tra “I bambini delle fate”, hanno l’opportunità di trascorrere una settimana nella struttura, dinanzi alla meraviglia delle Pale dolomitiche, sperimentando quell’inclusione sociale tanto agognata quanto difficile da realizzare.