ROBERTO PELLÈ GUARDA ALL’IBRIDO PER LA SUZUKI RALLY CUP

Il pilota di Trento, in attesa dell’arrivo della nuova arma della casa giapponese, scatterà dal prossimo Ciocco, assieme a Giulia Luraschi, tornando sulla tradizionale aspirata. Foto Actualfoto/Mario Leonelli

Trento, 08 Marzo 2021 – Dopo essere stato il miglior interprete della Racing Start in Italia, vincitore nella passata stagione dell’ACI Sport Rally Cup Italia, Roberto Pellè ha deciso di guardare avanti e, per l’imminente avvio della nuova annata, ha sposato l’ibrido di casa Suzuki.

Il pilota di Trento infatti sarà della partita nella Suzuki Rally Cup, nonché nel Campionato Italiano R1, con la nuova arma della casa giapponese, puntando già ad essere protagonista.

Abbiamo deciso di sposare il progetto ibrido di Suzuki” – racconta Pellè – “ed abbiamo scelto di partecipare alla Suzuki Rally Cup 2021 con la nuova vettura 1.4 turbo. Sarà la prima vettura a livello internazionale in versione ibrida. Assieme al nostro preparatore, Alessandro Bisoffi di A. Bi. Car Racing, stiamo ultimando la nuova vettura. Siamo molto desiderosi di provarla.”

Il portacolori di Destra 4 Squadra Corse non potrà però avvalersi della nuova vettura al prossimo Rally Il Ciocco e Valle del Serchio, round di apertura di entrambe le serie obiettivo.

Deciso a non lasciare nulla al caso Pellè, come sempre affiancato da Giulia Luraschi alle note, tornerà al volante della sempreverde Suzuki Swift 1.6 R1, con la quale ha centrato il podio nel Campionato Italiano R1 la passata stagione, in extremis sugli sterrati del Tuscan Rewind.

Confidando in una Toscana amica il trentino si getterà nella mischia, proseguendo poi la stagione con i successivi appuntamenti del Rally di Sanremo a metà Aprile, del Rally Targa Florio ad inizio Maggio, del Rally di Alba a metà Giugno, del San Marino Rally su terra a fine Giugno, del Rally Mille Miglia ad inizio Settembre, del Rally Due Valli ad inizio Ottobre e dell’inedito Rally Città di Modena che, a metà Novembre, archivierà questa stagione tricolore.

Riaffronteremo la Suzuki Rally Cup” – aggiunge Pellè – “ed abbiamo tanta voglia di essere la a giocarcela. Per prepararci al meglio, in attesa dell’arrivo della nuova ibrida, saremo al Ciocco sulla fida versione aspirata, abbandonando in sostanza il progetto Racing Start. Nelle ultime quattro stagioni abbiamo corso con l’aspirata e ci siamo tolti tante soddisfazioni. È la vettura regina tra le entry level. Confidiamo di avere la nuova vettura per il Sanremo, anche se non ne siamo tutt’ora certi. Sarà bello vedere se, con la vecchia 1.6 R1, saremo ancora competitivi su asfalto. Vedendo chi ha vinto lo scorso anno direi che il potenziale è rimasto tutt’ora intatto.”

Il Ciocco targato 2021 offrirà ai concorrenti iscritti un percorso in versione ridotta, ridimensionato a causa delle note restrizioni, tutt’ora vigenti, che ben tutti conosciamo.

Venerdì 12 Marzo, a metà pomeriggio, l’aperitivo sarà affidato alla super speciale spettacolo “Il Ciocco” (1,98 km), prima di dare il via ufficiale alla stagione tricolore il giorno seguente.

Tre i tratti cronometrati sui quali si articolerà la sfida, tutti da ripetere per tre passaggi, iniziando dalle classiche “Massa – Sassorosso” (6,90 km) e “Careggine” (14,90 km), concludendo poi con “Molazzana” (8,68 km), per una novantina circa di chilometri complessivi di gara.