SCALZOTTO, QUARTO, È IL MIGLIORE TRA I TRADIZIONALI

Castelgomberto (VI), 15 Marzo 2021 – Andrea Scalzotto parte con il piede giusto in questa nuova campagna tricolore e nel primo appuntamento, andato in scena nel recente fine settimana con il Rally Il Ciocco e Valle del Serchio, ha confermato quanto il titolo vinto nella Suzuki Rally Cup dello scorso anno sia stato frutto di una maturazione diventata una conferma.

Il pilota di Cornedo Vicentino rientra dalla Garfagnana con i primi punti utili per una caccia al bis, nel monomarca della casa nipponica, che si preannuncia quanto mai difficile da ottenere.

Il gap tecnico tra la datata Suzuki Swift 1.6 R1, del campione in carica, e le nuovissime versioni ibride, viste sulle speciali toscane, è sotto gli occhi di tutti ma, nonostante questo, il vicentino ha dato il meglio ed ha concluso con un’ottima quarta piazza finale tra gli iscritti al trofeo.

Dominando letteralmente la classe RA5N, oltre un minuto e mezzo sul primo degli inseguitori ponendo la firma su quasi tutte le prove speciali regolarmente disputate, Scalzotto ha archiviato la prima pratica stagionale anche con un buon ottavo posto nel Campionato Italiano R1.

Siamo arrivati primi tra le vetture tradizionali” – racconta Scalzotto – “e davanti a noi abbiamo solo tre vetture ibride. Non possiamo che essere molto soddisfatti di come ci siamo espressi qui al Ciocco. Non abbiamo mai commesso errori ed abbiamo sfruttato al massimo quanto la nostra vettura poteva offrire. Riuscire a tenere il passo delle nuove ibride è stata una grossa soddisfazione Sicilia la differenza tecnica è notevole. Per essere la prima va benissimo così.”

Dopo il tempo imposto della speciale spettacolo, del Venerdì sera, Scalzotto prendeva le misure sulla prima del Sabato ed andava a sorprendere tutti sulla successiva “Careggine”, staccando il terzo tempo di Suzuki Rally Cup e conquistando i punti della power stage.

Essendo il migliore tra le RA5N, di ben 15”8, il pilota di Baldon Rally, affiancato da Mattias Conci alle note, prendeva il comando della classe per non lasciarlo più sino al termine.

Unico a tenere il passo delle temibili ibride il vicentino chiudeva la ripetizione centrale rafforzando la propria quarta posizione nella Suzuki Rally Cup, la nona nel Campionato Italiano R1 e la leadership di classe, quest’ultima inanellando successi parziali a ripetizione.

Se al termine del Ciocco 2021 mancavano soltanto tre crono la concentrazione di Scalzotto non accennava a ridursi di intensità, firmando altri tre scratch tra le RA5N che gli consentivano di salire di un gradino nella generale di Campionato Italiano R1 mentre nella Suzuki Rally Cup la situazione rimaneva inalterata, confermando tutto il valore espresso nella passata stagione.

Il Ciocco è stato molto difficile” – conclude Scalzotto – “ma è sempre stato così, ogni anno. La pioggia caduta il Venerdì ha reso molto insidiose le prove del Sabato mattina, tra umido e sporco era facile commettere errori ma abbiamo gestito al meglio la situazione. Siamo molto soddisfatti come prima gara di questa stagione 2021. Grazie a tutti i partners che ci permettono di essere qui e possiamo dire loro che ci presenteremo al massimo della forma al Sanremo.”