SGB Rally vittoriosa al “Terre del Platani”

Con una prestazione maiuscola da parte dei suoi equipaggi, la Scuderia S.G.B. Rallye nel fine settimana dell’11 e 12 Luglio, si aggiudica la vittoria assoluta tra le scuderie al Rally terre del platani, gara valida per il Campionato Siciliano Rally e ottimamente organizzata dalla Tempo Srl di Eros Di Prima e porta a casa ben cinque primi posti di categoria oltre ad aver piazzato sei equipaggi nella top ten assoluta.

CASTELTERMINI (AG) – Prestazione come sempre da antologia per il pilota favarese Gabriele Morreale in coppia con il navigatore di Sant’Angelo di Brolo Giuseppe Scolaro, che a bordo di una Renault Clio Williams di Gruppo A, targata Pascoli, si piazza al terzo posto assoluto e ampiamente primo di Classe A7. “È stata una gara bellissima, molto sofferta soprattutto per il caldo, ma bellissima – queste le prime parole a caldo di Gabriele Morreale. – Innanzi tutto voglio ringraziare Giuseppe Scolaro per avermi dato la possibilità di correre in questa gara e con questa splendida vettura che tanto ci ha fatto divertire e che ci ha permesso di salire sul podio. La gara come detto è stata bellissima ma molto sofferta, il caldo ci ha letteralmente tolto il fiato ed ha causato per due volte la rottura della pompa della benzina. Il feeling con il mio naviga e l’ottima confidenza trovata con la macchina hanno fatto si che arrivasse anche questo ottimo risultato. Un grazie a tutta la SGB Rallye per l’ottimo supporto e gioco di squadra che ci ha permesso anche di fare l’assoluto tra le scuderie.”

Platani_Fallea-Costanza (Custom)Gara da incorniciare anche per Giuseppe Fallea e Angelo Costanza, il pilota favarese a bordo della sua Peugeot 106 Rallye ha infatti fatto sua la Classe A6 e si è piazzato al quarto posto assoluto dimostrando una guida arrembante e redditizia, malgrado le non poche insidie delle prove e del clima tremendamente torrido. “È stata una gara molto faticosa, abbiamo fatto del nostro meglio – commenta Giuseppe Falleavenivamo da alcuni ritiri consecutivi e ci tenevamo tantissimo ad arrivare ma certamente senza sfigurare. Abbiamo condotto una gara accorta nei momenti difficili ma abbiamo anche saputo cogliere quali erano i momenti per spingere e portare a casa questo ottimo risultato che da fiducia per il resto della stagione”.

Platani_Mattina-Carruba (Custom)Quinto assoluto e primo di categoria Carmelo Mattina con alle note Christian Carruba a bordo di una Renault Clio Super 1600 della Ferrara Motors, nonostante una piccola toccata che ha provocato la piegatura del ponte posteriore nella terza PS e che ha compromesso tutta la loro gara, già resa in salita da due testacoda e dalla rottura di una testina dello sterzo. “Gara difficilissima, caldo insopportabile e problemi a ripetizione. Malgrado tutto siamo riusciti a fare 5^ assoluti e 1^ di Classe S1600 – commenta Carmelo Mattina. – Avevamo iniziato molto bene la gara, poi una toccata sulla prova di Aragona ha dato inizio ai problemi. Abbiamo corso praticamente tutta la gara con il ponte posteriore storto e siamo usciti da una prova su tre ruote e per due volte in punti con pochissima aderenza ci siamo girati. Un ringraziamento molto particolare va al mio navigatore Christian Carruba per la sua tenacia e la sua grinta dimostrate durante tutta la gara che tanto mi hanno aiutato. Ringrazio anche la scuderia SGB Rallye per l’ottimo lavoro di supporto”. Sorprendente la prova di Giuseppe Pepi che con una piccola Peugeot 106 N2, del team BlueOrange, si piazza al sesto posto assoluto, dominando classe e gruppo in coppia con il navigatore Antonio Nobile. Bella la lotta che si è sviluppata in Classe N3 dove Pasquale Craparo in coppia con Giovanni Lo Verme al loro ritorno in gara dopo la sfortunata uscita di strada del Rally Fabaria hanno ottenuto un ottimo secondo posto di classe seguiti al terzo posto dai locali Dario Granata e Girolamo Lo Piparo autori di una bella e regolare gara a bordo di una più datata, ma sempre performante, Renault Clio Williams. Grande vittoria in Classe A5 e decimo posto assoluto per il pilota di Mussomeli Mario Bellanca in coppia con Francesco Riili, equipaggio che ha saputo condurre la loro Peugeot 205 Rallye al primo posto di classe in ben 8 prove su 10. Al secondo posto i compagni di scuderia Salvatore Pecoraro in coppia con Francesco Pitruzzella autori di una gara in crescendo e tutta in recupero a bordo della loro MG ZR risultando vincenti anche in due prove speciali. Carmelo Di Grazio e Giancarlo Gagliano concludono la loro gara al quarto posto di Classe N2, sfortunata la loro gara, dopo aver vinto una prova speciale hanno dovuto affrontare qualche difficoltà meccanica che ha causato notevoli perdite di tempo.

Platani_Licata-Minnella (Custom)Grande riscontro anche tra le autostoriche dove la prestazione del dottore Vincenzo Licata affiancato da Luigi Minnella vale il terzo posto assoluto e il primo posto di categoria a bordo di una Fiat X 1/9 gestita dalla Faical Corse. “Gara molto impegnativa – commenta Vincenzo Licata ottima soddisfazione aver ottenuto questo bel risultato. Le prove erano molto belle, probabilmente le due in salita quelle più corte erano un po meno insidiose, ma la più lunga era davvero impegnativa, trovavi di tutto, tecnica al massimo e con un asfalto molto scivoloso. La macchina si è comportata davvero bene ed il team della Faical corse altrettanto risolvendo un problema durante l’ultima assistenza in tempi record. Un plauso va certamente al mio giovanissimo navigatore che è stato davvero impeccabile in tutta la gara. E finalmente dopo un anno sfatiamo la sfortuna terminando la gara e salendo anche sul podio!”. Sfortunato ritorno ai rally per il vicepresidente della scuderia messinese, Dino Nucci che insieme al navigatore Antonio Gelardi è stato costretto al ritiro per una toccata mentre stava conducendo la sua Renault Clio R3 al primo posto di classe. Sfortunata uscita di strada anche per Ivan Brusca che in coppia con Ignazio Midulla stava conducendo la sua Peugeot 106 rally al quinto posto assoluto e primo di classe. Fuori gioco per delle toccate Francesco Tuzzolino in coppia con Damiano Imbergamo e Salvatore Tuzzolino in coppia con Mirko Palumbo entrambi su Peugeot 106 Rallye della Phyton Motor Sport, sfortunati anche Giuseppe La Manna e Federica Fiorenza costretti anche loro al ritiro. Amaro ritiro anche per Calogero Quaranta e Antonio Alba (Peugeot 106 Rallye) proprio sull’ultima prova speciale mentre occupavano meritatamente la seconda posizione di classe e la settima piazza assoluta per la rottura del cambio. Motore ko e gara finita sulla terza prova speciale per Ignazio Bellavia in coppia con Gaetano Bellomo mentre occupavano il terzo posto di Classe N1 a bordo di una Peugeot 106 Rallye.

Nello stesso fine settimana da segnalare altri successi targati SGB Rallye. Il primo alla quarta Supergara Città di Piedimonte Etneo dove portacolori della scuderia Enrico Parasiliti ha messo a segno l’ennesima superba prestazione ottenendo la vittoria di classe, gruppo e il quarto posto assoluto a bordo della sua Renault Clio Williams di Classe GTi nella categoria delle vetture motorizzate stradali e ottima prestazione anche per Salvatore Bellini che ha condotto la sua Radical ProSport al quinto posto assoluto e secondo di classe nella categoria delle vetture motorizzate motociclistiche. Il secondo viene dal 1° Grand Prix Città di Gagliano Castelferrato dove il pilota SGB Angelo Antonio Minnì ha trionfato nella sua categoria e si è piazzato al terzo posto assoluto.