Simone Miele e Roberto Mometti in trionfo al “7° Rally Valli del Giarolo”

Secondo successo in carriera per il pilota di Olgiate Olona che in coppia con il luinese Mometti sbaraglia la concorrenza al Rally Valli del Giarolo disputatosi sabato 11 luglio in provincia di Alessandria

Miele_DSC_4145 (Custom)SAN SEBASTIANO CURONE (AL) – Simone Miele e Roberto Mometti hanno vinto il 7° Rally Valli del Giarolo corsosi sabato 11 luglio sulle strade della parte sud orientale della provincia di Alessandria. A bordo della Ford Fiesta Regional Rally Car gestita dal team Dream One Racing, il 27enne varesino ha vinto sette delle nove prove speciali in programma imponendosi al traguardo con ben 47”2 di vantaggio sui secondi, Zippo”-Ceschino e 1’13”5 sui terzi Scattolon-Mangiarotti. Partito subito forte, Miele non ha mai visto in discussione la propria supremazia prendendo il largo già dalla prima prova: Sono contento di avere vinto qui perché seppure io sia varesotto sono spesso da queste parti giacché ci vive la mia fidanzata” racconta il driver di Olgiate Olona. “La Fiesta RRC si è confermata una vettura di altissimo livello ed il risultato lo dimostra”. Miele è al secondo successo in carriera dopo la vittoria del Rally Colli Luni di due anni fa; anche allora era navigato dal luinese Roberto Mometti. “La zona Liguria-Piemonte ci porta fortuna” racconta un sorridente Miele “perché oltre alla vittoria del Colli Luni c’è anche il secondo posto del Valli Ossolane ottenuto lo scorso mese. Ad inizio gara ho perso la concentrazione e in due occasioni ho rischiato di eccedere; successivamente ho controllato la gara sferrando gli attacchi giusti ma senza esagerare.”

Oltre alla vittoria assoluta, Roberto Mometti si è anche aggiudicato il prestigioso Memorial Massimo Concaro in quanto primo copilota al traguardo.

Classifica finale: 1) Miele-Mometti (Ford Fiesta RRC) 45’45”5, 2) “Zippo”-Ceschino (Peugeot 306 Maxi) a 47”2, 3) Scattolon-Mangiarotti (Peugeot 207 Super 2000) a 1’13”5, 4) Curatolo-Spadone (Peugeot 207 Super 2000) a 3’08”0, 5) Giordano Barberis-Paganin (Renault Clio R3C) a 3’56”3, 6) Parmeggiani-Gariano (Peugeot 207 Super 2000) a 4’01”9, 7) Lugano-Corollo (Renault Clio R3C) a 4’13”0, 8) Davico-Piccinini (Renault Clio Super 1600) a 4’17”0, 9) Zucconi-Rossello (Renault Clio Super 1600) a 4’50”5, 10) Tabacco-Marrè (Renault Clio RS) a 4’55”9.