Simone Miele vince anche il Casentino e si conferma leader dell’IRC

Nel giorno del suo 33° compleanno il pilota di Gorla Minore  si conferma primattore dell’Irc e dopo il Taro va a vincere anche il Casentino insieme all’inseparabile Roberto Mometti e alla Citroen DS3 Wrc. Con due vittorie ed un podio Miele consolida il suo primato in vetta all’Irc.

Gorla Minore (VA) – Sotto il suo post di Facebook “Vittoria di compleanno” si sprecano auguri e complimenti. Simone Miele ha ben pensato di festeggiare il suo 33° compleanno con una prestigiosa quanto preziosa vittoria assoluta in occasione del Rally del Casentino, terzo step stagionale dell’Irc Cup.

Insieme a Roberto Mometti e sulla performante Citroen Ds3 Wrc preparata dalla struttura di casa, la Dream One Racing, Miele ha fatto tesoro di una strategia di gara impeccabile; dopo aver preso le misure ad una gara a lui nuova nella quale è però riuscito a portarsi subito nelle zone di testa, ha siglato un pesantissimo scratch nel corso della prova speciale numero 3 Crocina ed ha successivamente approfittato delle situazioni di gara venutesi a creare confermandosi bravo e capace nel gestire la vetta della graduatoria che, dalla Ps3 in avanti, non ha più mollato.”

Alla conclusione della corsa aretina, Miele e Mometti, con 17”6 di vantaggio sul primo degli inseguitori, hanno potuto festeggiare il secondo successo consecutivo dopo il Taro di quasi due mesi fa andando così a rafforzare la loro leadership di campionato Irc. Una vittoria che ha un sapore particolare visto che è capitata proprio sabato 3 luglio nel giorno del 33° compleanno del pilota varesino.

“La gara è andata oltre le più rosee aspettative; vincere il Casentino alla prima partecipazione è cosa rara (era accaduto solo a Robert Kubica ndr) e noi abbiamo approfittato di alcuni errori degli avversari. Il rally è davvero bello quanto difficile. Siamo soddisfatti e felici di questa affermazione!” ha commentato Miele. Tutto ha funzionato al meglio, dalla vettura alle gomme: quindi… meglio di così non poteva andare!”