Storiche: Biella Corse al via della “gara di casa”

In gara nel Rally Storico Caporale-Blanco, Frassati-Mattioda, Cassina-Biancotto, Pieri-Pieri e il navigatore Ilvo Rosso. Nella Regolarità Sport De Faveri-Blotto, Bocchio-Secco, Tonanzi-Rubiola e il navigatore Enrico Gatto

Un nutrito gruppo di equipaggi e navigatori Biella Corse sarà al via, questo fine settimana a Biella, della X edizione del Rally Lana Storico e della collegata gara di Regolarità Sport. “Anche se siamo impegnati su molti altri fronti con i rally moderni” racconta il “Team Manager” di Biella Corse, Alberto Negri, “non potevamo non essere presenti in quella che, pur in versione “storica”, è la nostra gara di casa. Che fra l’altro, visto che siamo alla decima edizione, va ricordato che è nata anni or sono per iniziativa di un gruppo di appassionati che si riunirono proprio sotto le insegne di Biella Corse, per concretizzare la “mission impossibile” (tale era ai tempi) di riportare il Lana a Biella”.

Rally Lana Storico. Con il numero 103 i primi a prendere il via, nel rally, con le insegne Biella Corse saranno Ermanno Caporale e Ornella Blanco Malerba, in gara con la sempre competitiva Lancia Fulvia HF 1.6. “E’ la terza gara che facciamo insieme; e dal momento che due sono andate bene … siamo fiduciosi anche per il risultato della terza!

Poche posizioni più dietro, con il numero 117, prenderanno invece il via Gualtiero Frassati e Alessandro Mattioda, su di una Simca Rally 2. “Gualtiero corre da sempre con noi e possiamo dire che la sua bellissima Simca è ormai un simbolo per tutta la scuderia!” commenta Negri.

A seguire i canavesani (ma questo Lana lo faranno come Biella Corse) Marco Cassina e Alice Biancotto. Gareggeranno con una Fiat 127 gr.2 e il loro numero di gara sarà il 114.

E poi c’è da ricordare la presenza in gara del navigatore Biella Corse Ilvo Rosso che, con il numero 56, sarà a fianco del pilota Emanuele Bosco sulla sua Volkswagen Golf MK2.

Infine una “menzione speciale” per il debutto di un equipaggio del tutto particolare: sono Luca Pieri e Tiziano Pieri, padre e figlio, che gareggeranno per la prima volta insieme nell’affollato Trofeo A112 di questo Lana Storico. Va ricordato che ormai non solo papà Luca, che in questa occasione gareggerà sul sedile di sinistra, è considerato un navigatore conosciuto e affermato; anche Tiziano, che gareggia ovviamente da meno tempo, ha già ottenuto risultati di assoluto rilievo.

Regolarità Sport. Sono tre (anche qui più un navigatore) gli equipaggi che prenderanno il via nella categoria Regolarità Sport.

Con il numero 412 torneranno in gara, dopo aver ottimamente figurato al Rally Team 971, David De Faveri e Marco Blotto, alla guida della loro sempre valida Peugeot 205 Rallye. A seguire, con il numero 421, la grande “rentrée” di un equipaggio storico del mondo dei rally biellesi: Alessandro Bocchio Ramazio e Alberto Secco. Non saranno però alla guida della loro fantastica Citroen Saxo (in fase di “adeguamento” per tornare poi a correre nei rally storici), bensì, con il numero 421, di una Volkswagen Golf GTI.

Poco dietro di loro, con il numero 423, ci saranno poi Paolo Tonanzi e Manlio Rubiola, che correranno su di una Opel Kadett G/TE 2.0. Infine il navigatore Biella Corse Enrico Gatto affiancherà, sulla Fiat Uno Turbo n° 408, il pilota Roberto Tarabbo.

La gara, organizzata da Veglio 4×4 e BMT Eventi, in collaborazione con AC Biella, si correrà nella giornata di sabato 19 giugno 2021, con partenza e arrivo a Gli Orsi di Biella. In programma otto prove speciali, con due passaggi sulla Baltigati (di 13,12 chilometri), e tre sulla Ronco (di 9,25 chilometri) e Romanina due (13,65 chilometri). In totale i concorrenti percorreranno 234,17 chilometri, di cui 94,94 di prove cronometrate.