Super team Milano Autostoriche al Coppa Bettega

Per un Montecarlo Historique che “salta”, ecco subito una Coppa Bettega che “esplode” di salute!.

Habituè del Rallye di Montecarlo storico, i piloti della Scuderia Milano Autostoriche si sono subito consolati dell’annullamento della gara monegasca rimboccandosi le maniche ed iscrivendosi in massa alla Coppa Attilio Bettega, la classica invernale organizzata da Ivo Strapazzon, soprannominata il Montecarlo italiano per via delle analoghe condizioni climatiche che i concorrenti incontrano lungo il percorso. Per di più quest’anno la manifestazione veneta si disputa per la prima volta con la formula della regolarità a media, la stessa specialità che ha reso famosa la gara del Principato e che vanta tantissimi praticanti all’interno della scuderia milanese. E’ così che la Scuderia Milano Autostoriche, cinque volte vincitrice del Rallye di Montecarlo Historique, si presenta al via della Coppa Attilio Bettega 2021 con uno squadrone forte di ben sedici equipaggi sul totale di novanta vetture iscritte. L’obiettivo dichiarato è quello di puntare ad una affermazione di squadra sulle strade venete e trentine, ma anche si pensa seriamente anche all’affermazione individuale di un equipaggio del team al vertice della classifica assoluta. Sì, perché il potenziale per portare a casa una prestazione maiuscola c’è eccome, all’interno della squadra meneghina.

A cominciare dall’equipaggio costituito da Gianmaria Aghem e Diego Cumino, vincitori del Rallye di Montecarlo Historique 2018 al volante della medesima Lancia Fulvia Coupè 1.2 che useranno in gara, e da Maurizio Torlasco, vincitore dell’edizione 2011 del rally monegasco, affiancato da un neofita, Wladmiro Meisina, al volante della Opel Kadett GTE, senza sottovalutare Alessio de Angelis con la Fiat Ritmo 60 con cui colse il secondo posto assoluto al “Monte” del 2019, qui in coppia con Rudy Briani.

Ma non si limita a questo trio la rosa dei pretendenti ad un risultato di prestigio in questa Coppa Bettega che si preannuncia estremamente combattuta: ci sono anche Eugenio Rossi e Marco Tarenzi con la Lancia Flavia Coupè con cui ottennero tre secondi posti al Tour de Corse, Gabo Seno e Nicola Arena con la Opel Kadett GTE con cui conclusero quarti l’anno scorso in Corsica, il campione italiano Velocità Turismo classe 2000 Alberto Bergamaschi in coppia con Carlo Fedeli sulla BMW 2002 Tii, Gian Paolo Cavagna e Angelo Seneci con la Renault 5 Alpine, Lucio e Nicola Bugatti al volante della Ford Escort Mexico. L’ipotesi di una gara con tanta neve ha fatto “rispolverare” parecchie Lancia Fulvia HF, sempre a proprio agio sui terreni difficili, come quelle di Olindo Deserti e Marco Torlasco, Angelo Mattiuzzi e Sergio Finesso, e Mario Piantelli e Fabio Cambiè. E altrettanto vale per le potenti Porsche, come la 911 S di Massimo Tosetti e Marco Bernardinello, e la 911 SC di Maurizio Colpani e Lorenzo Pastore. Anche l’Alfa Romeo è ben rappresentata tra i piloti della squadra milanese, con la 1750 GTV di Marco Mattioli e Mario Pensotti e la GT 1.3 Junior di Carmelo e Federico Curtolo. Last but not least, è interessante la partecipazione di Emilio Cabella e Massimo Corinti con la Triumph TR3 A, una delle vetture più storiche in gara, che concorre nella categoria a media lenta.

La Coppa Attilio Bettega si disputa tra sabato 20 e domenica 21 Febbraio con partenza da Bassano del Grappa alle ore 13.00 e arrivo a Fiera di Primero alle prime ore del mattino, con due tappe consecutive per circa 350 km complessivi di gara con 10 prove di selezione. E’ ammesso un numero massimo di 90 equipaggi tutti al volante di vetture storiche costruite tra il 1952 e il 1990