Un Pellè tattico chiude terzo al San Marino

In una gara ad eliminazione il pilota di Trento è sul gradino più basso del podio nel Campionato Italiano R1 e nella Suzuki Rally Cup, segnando punti pesanti. Foto Mario Leonelli/Actualfoto

Trento, 28 Giugno 2021 – Un San Marino Rally che si è rivelato determinante per il rilancio stagionale di Roberto Pellè, autore di una tattica di gara impeccabile che, giocando sulla distanza, gli ha permesso di raccogliere un bottino a dir poco pesante in chiave campionato.

Il pilota di Trento, presentatosi lo scorso fine settimana sulla pedana di partenza alla guida della rispolverata Suzuki Swift 1.6 R1, ha cercato di evitare i tranelli del duro sterrato bianco azzurro ed è riuscito a non finire nella lunga lista dei ritirati, firmando una terza piazza nel Campionato Italiano R1 e nella Suzuki Rally Cup che valgono oro, in vista del ritorno sull’asfalto bresciano.

Ciliegina sulla torta la vittoria in classe RA5NH, al termine con oltre due minuti di vantaggio.

Sino alla sesta prova speciale il portacolori di Destra 4 Squadra Corse, sempre affiancato da Giulia Luraschi alle note e seguito sul campo da A. Bi. Car Racing, si attestava alla posizione numero cinque nella provvisoria del tricolore R1 ed in quella del monomarca giapponese.

Gli ultimi tre crono contribuivano a rivoluzionare pesantemente la classifica ed ecco che una serie di ritiri blasonati permettevano al trentino di risalire sino alla terza posizione finale.

Non abbiamo mai affrontato una gara così difficile” – racconta Pellè – “perchè, tra il caldo e la polvere, si faticava parecchio. Pensavamo di essere molto più vicini alle ibride sulla terra, sfruttando la nostra maggiore esperienza con l’aspirata, ed invece siamo ancora molto lontani. Avevamo capito già dalle ricognizioni che sarebbe stata una gara ad eliminazione ed infatti così è stato. Quando abbiamo visto due dei nostri avversari fermi sulla penultima speciale, per uscite di strada o problemi meccanici, abbiamo pensato unicamente ad arrivare alla fine. Credo che sia un risultato meritato perchè i rally non sono solo fatti di velocità pura ma anche di intelligenza tattica, conquistando i palchi di arrivo anche con l’affidabilità del mezzo e senza commettere errori. Abbiamo segnato punti pesantissimi per il CIR1 e per il trofeo Suzuki.”

In attesa del ritorno su asfalto, prossimo appuntamento con il Rally 1000 Miglia ad inizio Settembre, Pellè è intenzionato a non lasciare nulla al caso, sfruttando l’appuntamento casalingo con la Cronoscalata Trento – Bondone, dal 2 al 4 di Luglio e valevole per il Campionato Italiano Velocità Montagna, per sviluppare la Suzuki Swift Sport Hybrid.

La prossima gara di campionato sarà ad inizio Settembre” – aggiunge Pellè – “quindi avremo tutto il tempo per prepararci a dovere per il finale di stagione. Il prossimo fine settimana saremo al via della Trento – Bondone, uno degli eventi cardine della nostra regione, e la sfrutteremo per testare le nuove evoluzioni, apportate da A. Bi. Car Racing, sulla nostra Swift Sport Hybrid. Dopo il 1000 Miglia, in attesa del successivo Due Valli, saremo al via anche della gara di casa per noi rallysti, il Rally San Martino di Castrozza, dove cercheremo di continuare a progredire sulla nuova vettura. Sappiamo che abbiamo tanto lavoro da portare avanti, rispetto alla concorrenza che ha più esperienza di noi, ed è per questo che saremo al via di queste gare.”