Giò Dipalma al via del Laghi con gli occhi sull’IRC Cup

0
Download PDF

Dopo il 2° posto assoluto conquistato in Val Merula, Giuseppe Dipalma tornerà sulla Škoda Fabia R5 nella corsa di casa, il varesino Rally dei Laghi. Per lui un ottimo e probante test in vista della stagione nell’IRC Cup.

Varese– Lo scorso anno fu uno dei protagonisti assoluti della corsa; Giuseppe Dipalma, in arte Giò, conta di tornare a recitare il ruolo del prim’attore anche nell’edizione 2018 del Rally Internazionale dei Laghi che si svolgerà in provincia di Varese i prossimi venerdì 16 e sabato 17 marzo.

Insieme a “Cobra”, Dipalma ha sciolto le riserve annunciando che sarà al via anche della serie IRC Cup con la stessa vettura che utilizzerà a Varese e cioè una Škoda Fabia R5 della PA Racing gommata Pirelli, la stessa con cui un paio di settimane fa ha colto un ottimo secondo posto assolto alla Ronde Val Merula dietro a Miele, avversario che troverà ancora al Laghi.

Siamo pronti per la gara di casa – ha detto Giò- che anticipa il nostro programma della stagione: abbiamo scelto l’IRC Cup. Parto carico per questa nuova esperienza su una Škoda che ho conosciuto in altre due occasioni: lo scorso anno al Casentino e a febbraio al Val Merula: mi sono trovato subito molto bene sia con il mezzo tecnico sia con la squadra che lo gestisce, la PA Racing di Trescore Balneario, in provincia di Bergamo: il team è molto competente e professionale e ciò è il classico valore aggiunto quando si punta a obiettivi importanti nell’ambito del motorsport. Al Laghi conto di fare una buona esperienza da capitalizzare quanto più possibile nell’IRC Cup che partirà tra un mese sulle strade ciociare del Lirenas.”

Dipalma è un pilota talentuoso. Già campione italiano di motocross categoria MX2, il lombardo classe 1990 ha vinto anche il Super Corso Federale 2013. Al Laghi vanta un 2° posto nel 2012 ed un 3° nel 2014.

Il 27° Rally Internazionale dei Laghi si svolgerà con un’inedita prova di apertura all’interno della Magugliani Arena –l’ippodromo Le Bettole di Varese- prima di lasciare spazio alle prove montane del sabato: tre passaggi sul Cuvignone, due sul Sette Termini e altri due sull’Alpe Tedesco sono il programma di questa competizione che si articolerà dunque su novanta chilometri di prove speciali.

 

Download PDF
Condividi

I Commenti sono Chiusi