È un International Rally Cup da record: 105, gli iscritti alla kermesse promossa da IRC Sport e Pirelli 

Superate le tre cifre e stabilito il record, per la ventitreesima edizione di International Rally Cup.

Domani si accendono i riflettori del Rally Internazionale del Taro. Nella foto Amicorally: Antonio Rusce, in azione al Rallye Elba.  

(PR) – Arrivano ulteriori conferme, in termini di appeal, da International Rally Cup. IRC Sport, a chiusura della fase di iscrizione utile per acquisire punteggio al Rally Internazionale del Taro, ha ufficializzato l’adesione di centocinque piloti. Una cifra record, quella raggiunta da IRC Sport, frutto di un consenso maturato nel corso degli anni e consolidato attraverso un format snello ed un montepremi quantificato in 378.000 euro, tra risorse in denaro e pneumatici Pirelli. Ha confermato l’adesione anche lo sloveno Bostjan Avbelj, il vincitore delle due ultime edizioni del campionato. 

Contenuti di quantità ma anche di qualità, che – in virtù di una programmazione snella – garantiranno incertezza fino all’ultimo chilometro di gara.

LA SITUAZIONE DOPO IL RALLYE ELBA

Una classifica in evoluzione, tra assenze e “new entry”.

É Simone Campedelli, vincitore al Rallye Elba su Skoda Fabia RS, il leader della classifica provvisoria stilata dopo la gara inaugurale. Il pilota romagnolo comanda con dodici punti di vantaggio sul primo inseguitore, Fabio Andolfi (Skoda Fabia Rally2 Evo). Terza forza di una classifica che rispecchia fedelmente le gerarchie proposte dalla gara inaugurale è Stefano Albertini, alla prima esperienza su Skoda Fabia RS. Al Rally Internazionale del Taro mancheranno sia Simone Campedelli, che Fabrizio Andolfi e Stefano Albertini. Una situazione che – viste le “new entry” – garantirà al campionato massima incertezza nei suoi appuntamenti conclusivi, a coefficiente maggiorato.

Nel Trofeo Prestige, la leadership è di Andrea Crugnola (Peugeot 106 Kit) seguito da Marco Zannier (Renault Clio Williams) e Matteo Ceriali, su Renault Clio S1600. Nel Trofeo Rally4 a farla da padrone sono le Peugeot 208 con Giacomo Guglielmini al comando, seguito – a pari punti – da Fabio Farina e Davide Nicelli. La Renault Clio Rally3 di Matteo Giordano è la primattrice del Trofeo 4 Ruote Motrici. Il leader è seguito da Franco Rossi, anch’egli su Renault Clio Rally3 e da Iavan Ragnoli, terzo su Ford Fiesta Rally3. 

Grande agonismo e quantità nel Trofeo Rally5: a comandare è Alex Lorenzato, seguito da Dennis Stracqualursi e Gianluca Rao, interpreti di un confronto che ha visto alla partenza ben diciotto Renault Clio Rally5. La Peugeot 208 R2 di Mattia Carlotto ha garantito al diciannovenne vicentino il comando della classifica del Trofeo Rally4/R2, con Alessio D’Alessandro al secondo posto e Stefano Facchin in terza posizione. Davide Scarso, campione in carica, conferma la propria competitività nel Trofeo Sport, su Renault Clio RS. Secondo posto per Daniele Zamberlan, su Peugeot 106 A6 e terza piazza ad appannaggio di Piergiorgio Di Piazza (Peugeot 106 A6). Nella classifica Over 55 il comando spetta a Pierdomenico Fiorese, su Skoda Fabia Rally2, con Franco Rossi (Renault Clio Rally3) e Leonardo Pucci (Renault Clio RS) a completare il podio. 

RALLY INTERNAZIONALE DEL TARO

Il programma di gara

Motori accesi al sabato per l’effettuazione dello shakedown, il test con vetture da gara, in programma dalle ore 9:00 alle ore 14:00, ad Albareto. L’occasione, per il pubblico, di godere del primo approccio con l’evento, con le vetture che – nel corso di questa fase – saranno affidate agli staff tecnici dei team in preparazione alla disputa della prima prova speciale, prevista alle ore 18:55. Indicazioni, quelle che i piloti riscontreranno durante i giri di shakedown, utili per poter ottimizzare le regolazioni sulle vetture rendendole congeniali alle condizioni di fondo. Montevacà, Folta e Tornolo, queste le prove speciali che decideranno il confronto, con il parco assistenza di Borgo Val di Taro che vedrà i team al lavoro in un’occasione al sabato, dopo la partenza da Bedonia delle ore 17:30. Le fasi di “service park” saranno ripetute due volte alla domenica, all’avvio della giornata di gara ed a tre prove speciali dall’arrivo, previsto per le ore 16:15 a Bedonia.

Prima tappa della Coppa 127, Rally Valli Cuneesi – Vincono Ruggeri e Merzi

Nella foto: Daniele Ruggeri e Martina Marzi

La prima gara della nuova edizione della Coppa 127, il trofeo organizzato dalla Pro Energy Motorsport, approvato – si ricorda – dalla Federazione, si è svolta in Piemonte con il Rally Valli Cuneesi. A trionfare la coppia Daniele Ruggieri e Martina Marzi. Si sono sfidate cinque 127: il già citato Daniele Ruggeri affiancato proprio da Martina Marzi (vincitori per altro anche dell’edizione 2023); Stefano Zublena e Alberto Costenaro; Stefano Del Greco e Marco Ferrari (al debutto in questa competizione); Simone Pinna e Franco Bottan e quindi Orazio Ribet e Laura Ribet. Curiosità: i Ribet, sono padre e figlia, uno a fianco dell’altra sulla loro Fiat 127.

Nelle prime fasi della gara Daniele Ruggeri e Martina Marzi non hanno tradito le aspettative prendendo subito il largo. La competizione si è accesa soprattutto fra Stefano Zublena e Stefano Del Greco con la grande rimonta proprio di Del Greco che ha concluso la gara secondo. Menzione speciale per il figlio d’arte Del Greco, pilota che arrivava dal mondo dei Kart e che al debutto ha fatto vedere tutte le sue capacità. Mostrando di poter dire la sua anche nella Coppa 127. Alla fine Zublena salirà sul terzo gradino del podio, quarto infine Pinna. Ottimi anche i suoi risultati a bordo di una classe 900 e al rientro dopo diverso tempo. I Ribet, invece, per qualche problema alla guarnizione della testata, sono stati costretti a ritirarsi. Un peccato viste le buone prestazioni mostrate nel pre-gara e per il grande entusiasmo – non certo una novità nel mondo della Coppa 127 – che si è creato intorno alla coppia papà-figlia. Ci riproveranno, sicuramente, nelle prossime sfide. La gara si è svolta il 17 e 18 maggio 2024.

A Saluzzo i primi passi della North West Regularity Cup 2024

Sette gli equipaggi in gara nel primo appuntamento del trofeo dedicato alla regolarità a media nelle due categorie “media50” vinta da Verdona, e “media 60” andata a Vellano. Foto Magnano

Chieri, 23 maggio 2024 – Sabato scorso con la disputa del rally storico di regolarità “Valli Cuneesi”, ha preso il via la terza edizione della North West Regularity Cup, Serie privata dedicata alla regolarità a media organizzata dall’associazione “Amici di Nino” in collaborazione col Club della Ruggine, Sport Rally Team, Veglio 4×4, San Damiano Rally Club e Sport Infinity.

Suddiviso nelle due categorie previste da quest’anno per la disciplina, il trofeo ha contato sette equipaggi al via, sugli otto iscritti per ora, due dei quali nella “media 60” e i restanti nella “50”.

Ad aggiudicarsi la prima gara sono stati Maurizio Vellano e Ottavio Molina su Audi 80, i quali hanno avuto la meglio nei confronti di Angelo Pasino e Patrizia Italiano in gara con l’Opel Kadett GT/e con la navigatrice a punti anche nella classifica femminile.

È stata invece la Peugeot 205 GTI di Paolo e Fabio Verdona ad aggiudicarsi la “media 50” – sia nell’assoluta della gara, sia nella Cup – dove al secondo posto si è piazzata l’Autobianchi A112 Abarth di Marco Gandino e Danilo Scarcella i quali hanno preceduto la Ford Escort RS Turbo di Giovanni Pietro Guatelli in coppia con Francesco Giammarino.  Oltre al primato nell’assoluta i due fratelli della Peugeot marcano i primi punti in 5° Raggruppamento, imitati da Gandino e Scarcella che vanno al comando nel 4°. Roberta Costa, in gara con una Fiat 124 Spider, è la prima leader nella classifica femminile.

Per il prossimo appuntamento saranno le strade del Biellese ad attendere i contendenti della North West Regularity Cup: il 22 e 23 giugno si correrà infatti l’edizione 2024 del Rally Lana Storico.

Memory Fornaca: Bertinotti in evidenza a Saluzzo

Il biellese con la Porsche 911 svetta nella classifica del Valli Cuneesi animato da una dozzina di equipaggi al via. Dopo le prime due gare si ripropone la sfida del 2024 tra Delle Coste e Graglia. Foto Magnano

Chieri, 23 maggio 2024Con lo svolgimento del Rally Storico Valli Cuneesi, il Memory Fornaca 2024 archivia il secondo appuntamento stagionale del calendario che, col Rally Campagnolo depennato, passa da nove a otto gare.

Tredici gli equipaggi che si sono presentati al via del rally cuneese, tra i quali alcuni iscritti per la prima volta in assoluto alla Serie promossa dall’associazione torinese “Amici di Nino”.

A fare il pieno di punti sono stati i biellesi Marco Bertinotti e Andrea Rondi con la Porsche 911 RS con la quale hanno colto anche la seconda posizione assoluta in gara, nella quale si sono messi in bella evidenza i vincitori 2023 Luca Delle Coste e Giuliano Santi su Ford Escort RS MK1, ora al comando dell’assoluta con otto punti di vantaggio su Bruno Graglia e Roberto Barbero, terzi a Saluzzo su BMW M3. Col quarto posto ottenuto in gara con la Subaru Legacy, Fulvio Astesana e Marina Mandrile balzano in terza posizione nella generale mentre per Paolo Pastrone e Luca Pieri, quinti con l’Opel Kadett GT/e arrivano i 22 punti che li fanno entrare nella top-ten di trofeo dove sono ottavi pari merito con Luise e Ferro assenti al Valli Cuneesi. Nella provvisoria decina assoluta fanno ingresso, pari merito con Nucera e Soriani, anche Franco Volpino e Simona Albesano su BMW M3.

La situazione nelle classi: primi punti nella “1150” per Daniele Ruggeri e Martina Marzi su Fiat 127 mentre nella “1300” Marco Simoni e Matteo Grosso su Peugeot 205 Rallye viaggiano a punteggio pieno. Tra le “1600” Paolo Rossi e Daniele Gaia su Opel Corsa GSI raggiugono in testa Bottazzi e Cappello e tra le “due litri” Delle Coste e Santi allungano notevolmente doppiando gli avversari. Graglia e Barbero si portano in vetta nella “oltre 2000” tirandosi in scia Astesana e Mandrile, la quale passa a condurre nella classifica femminile dove prendono punti altre sei conduttrici. Ancora Delle Coste che si mette in evidenza nella “under 40” imitato da Graglia nella “over 60” mentre nella speciale classifica dedicata alle vetture Opel, Pastrone raggiunge Nerobutto, ma sono sei gli equipaggi nello spazio di 4 lunghezze. A completare il quadro, la situazione tra le scuderie dove il Team Bassano viaggia a gonfie vele nei confronti della Rally & Co.

Archiviato il Valli Cuneesi, si attende ora il terzo round stagionale il cui teatro saranno le prove speciali del Valsugana Historic Rally, fresco di promozione nel Campionato Italiano Rally Auto Storiche, in programma a Borgo Valsugana (TN) il 31 maggio e 1 giugno.

Il calendario del Memory Fornaca 2024 – 1-2 marzo: Rally Vallate Aretine; 17-18 maggio: Rally Valli Cuneesi 31 maggio/1 giugno Valsugana Rally; 21-22 giugno: Rally Lana Storico; 14-15 settembre: Rally Il Grappolo; 26-28 settembre: Rallye Elba Storico; 9-10 novembre: Giro Monti Savonesi; 22-23 novembre La Grande Corsa

8° Rally Val d’Aveto, sono aperte le iscrizioni

Nel weekend del 22-23 giugno a Santo Stefano d’Aveto l’unione tra sport e territorio

Sono ufficialmente aperte le iscrizioni per l’ottava edizione del Rally Val d’Aveto, gara nazionale in programma a Santo Stefano d’Aveto il 22 e 23 giugno, organizzata dalla Lanternarally in collaborazione con il Gruppo Sportivo Allegrezze e con l’appoggio dell’amministrazione locale e dell’Automobile Club Genova. I concorrenti potranno inviare la richiesta di iscrizione fino al 12 giugno tramite l’area riservata del sito Acisport.

Il programma entrerà nel vivo direttamente nel weekend di gara, con la giornata di venerdì 21 giugno dedicata alla distribuzione dei road book ed alle ricognizioni del percorso, con orari consultabili sul sito www.lanternarally.it, insieme a tutte le altre informazioni pratiche.

Un’intera vallata attende con trepidazione l’evento e, come ogni anno, la popolazione locale si sta preparando per accogliere i partecipanti con il calore che da sempre ha contraddistinto questo angolo dell’Appenino Ligure al confine con l’Emilia Romagna. Santo Stefano d’Aveto è con i suoi sobborghi e frazioni una perla del turismo regionale ed offre in tutte le stagioni interessanti spunti. Il Rally della Val d’Aveto, infatti, è sempre andato ben oltre l’aspetto sportivo e, fin dalle prime edizioni con il format della “ronde”, ha rappresentato un’ottima opportunità di promozione sia per le attrazioni turistiche che per i prodotti locali.

Tanti i monumenti degni di nota, distribuiti su di un territorio ricco di perle come il Monte Maggiorasca (la vetta più alta dell’Appennino Ligure con i suoi 1804 m), meta fissa per gli escursionisti, o il vicino Monte Bue, raggiungibile comodamente grazie ai moderni impianti di risalita che partono da Rocca d’Aveto, sede di un riordino del sabato. Il Castello di Santo Stefano d’Aveto, datato intorno al 1200, fa invece ogni anno da sfondo ad un parco assistenza unico nel suo genere, perché allestito nel cuore della cittadina. Il campanile settecentesco veglia dall’alto sul borgo ed anche Allegrezze, fulcro del Rally nella giornata di domenica, vanta una splendida chiesa, la cui costruzione stimata è antecedente al XIII secolo.
Tra i prodotti locali impossibile non citare il formaggio “San Stè”, prodotto con il latte delle tante aziende agricole che ancora oggi operano sul territorio e che ne contribuiscono al mantenimento.
Un evento singolare quindi, che va oltre lo sport e che rappresenta, per una buona parte degli iscritti, un’occasione unica per unire la competizione a qualche giorno di vacanza e relax con la famiglia o con gli amici, circondati dall’atmosfera rigenerante e calorosa tipica dei borghi montani.

ALMA Racing al via del Rally del Salento

Tornano i protagonisti della Suzuki Rally Cup, in scena nel terzo round stagionale.

I chilometri del Rally Regione Piemonte avevano regalato grandi emozioni, anche tra i protagonisti della Suzuki Rally Cup. Tra questi anche i portacolori ALMA Racing, che sulle strade langarole avevano ben figurato, collezionando ottimi piazzamenti in ottica trofeo. Una sfida che si rinnova durante questo fine settimana sulle strade salentine, nonché terzo round della serie, che sarà valevole per il Trofeo Italiano Rally.

Tra i portacolori ALMA Racing, ritroviamo con piacere il giovane Samuele Santero, in questa occasione in coppia con Mattea Modenini, che su Suzuki Swift Sport Hybrid cercheranno di continuare il percorso di crescita iniziato sulle strade del Rally Il Ciocco e brillantemente continuato sulle strade albesi. Galvanizzato dalla piazza d’onore ottenuta al Rally Regione Piemonte ed in brillante ascesa, al via anche Giorgio Fichera in coppia con Alessandro Manco, anch’essi sulla piccola Hybrid della casa giapponese. Piacevole ritorno, dopo la sola apparizione al Ciocco, accompagnata purtroppo da un ritiro, per Davide Bertini e Luca Vignolo, attesi da una gara volta a riprendere il percorso che li aveva visti in crescita durante la scorsa stagione. Tra le Racing Start, avremo in attesa di conferme l’assoluto protagonista Lorenzo Olivieri, che affronterà le prove speciali salentine come sempre affiancato da Lucrezia Viotti ed alla guida della Suzuki Swift.

Il 56°Rally del Salento, tornato a far parte del trofeo monomarca Suzuki, vivrà una prima fase nella serata di venerdì 24 maggio, con la partenza da Lecce e le due prove speciali serali. Nella giornata di sabato 25 maggio, altrettanti tratti cronometrati selettivi, con la conclusiva prova speciale di “Specchia”, sempre molto attesa dagli equipaggi. Successivamente l’arrivo in serata nel cuore della città pugliese.

Michelin Trofeo Italia all’Abeti. Volpi d’argento, Tonarelli d’oro

Splende il sole per i piloti del Bibendum sull’Abetone che si inseriscono nelle zone nobili della classifica assoluta e conquistano successi di classe e categoria. Foto Magnano

SAN MARCELLO PISTOIESE (PT), 19 maggio – Grandi prestazioni dei protagonisti del Michelin Trofeo Italia sulle strade dell’Abetone con tre piloti nella classifica dei migliori dieci assoluti. Con Andrea Volpi secondo assoluto, conquistano il successo nella graduatoria femminile con Susanna Mazzetti, fra gli Over 55 di Davide Giordano e un Filippo Tonarelli pigliatutto che fa sua Under 25, la Classe Rally5 e raggruppamento MTI. Unico ritirato, fra i nove iscritti, Massimo Tintori che non riesce nemmeno a prendere il via.

Primo Raggruppamento, Volpi d’argento. Tutti al traguardo i protagonisti di questo raggruppamento del Michelin Trofeo Italia sulla montagna pistoiese. In grande evidenza Andrea Volpi, affiancato da Alberto Mei, Škoda Fabia, che si insedia nella seconda casella della classifica assoluta e lì rimane per tutta la gara. Altrettanto positiva, o quasi, la gara di Filippo Puccetti-Mirko Luisotti, Škoda Fabia, che restano agganciati alla zona podio per tutto il rally, mancandolo per appena 15”3. Chiudono in settima posizione assoluta i fratelli Davide e Andrea Giordano che si prendono la soddisfazione di primeggiare fra gli Over 55 in gara. Susanna Mazzetti e Chiara Lombardi concludono la gara in 25esima posizione assoluta, ma la classifica rosa è loro. Dopo tre gare in zona Andrea Volpi (60,90) è passato al comando di raggruppamento, grazie ai successi del Maremma e Abetone, inseguito da Filippo Puccetti (54,78) che ha fatto suo il Ciocco.

Secondo Raggruppamento, con Tonarelli largo ai giovani. Vittoria di raggruppamento del Michelin Trofeo Italia per Filippo Tonarelli, con Juri Parducci al quaderno delle note della sua Renault Clio Rally5, che fa l’en-plein vincendo la categoria di MTI, la Classe Rally5 (dominandola dal primo all’ultimo metro), conquistando nel medesimo modo la graduatoria riservata agli Under 25, aggiudicandosi la ventesima piazza assoluta. Se in classe e fra gli Under Tonarelli ha largheggiato, nel Michelin Trofeo Italia ha dovuto lottare con Cristian Fattorini, affiancato da Angelo Ferrigno sulla Peugeot 208 Rally4/R2 che con una buona rimonta nel finale si è portato a soli 11” da Tonarelli. Terza piazza di MTI per Claudio Napolitano-Tommaso Mungai, Renault Clio Rally5, che chiudono la loro fatica in 34esima posizione, mentre sono sfortunati Iuri Vigilucci-Federico Riterini, Renault Clio Rally5, terza forza di raggruppamento di MTI fino all’ultima prova speciale, quando staccano un tempo altissimo e precipitano dalla 29esima alla 53 posizione della classifica assoluta. Dopo tre gare Tonarelli (54,84 punti) passa al comando della graduatoria grazie alla vittoria degli Abeti e seconda piazza del Ciocco, davanti a Lorenzo Ancillotti (30,00) che per ora vanta la sola vittoria del Maremma,

Terzo Raggruppamento, non si accende Tintori. Rally degli Abeti negativo per Massimo Tintori e Luca Ambrogi che non riescono a prendere il via della gara con la loro Clio RS di Classe N3. La classifica di Quarto Raggruppamento MTI rimane congelata alla gara precedente con Massimo Tintori e Niccolò Iacopetti appaiati a quota 30 punti,

Il prossimo appuntamento di Zona-7, del Michelin Trofeo Italia (quarto della stagione) sarà il 16° Rally di Reggello in programma il 15-16 giugno a Reggello (FI).

Tutti i regolamenti, le classifiche, i comunicati stampa, le informazioni e le gallerie fotografiche sono pubblicate nel sito Michelin Trofeo Italia 2024; https://trofeo.michelin.it, o rivolgendosi al promoter: Sport Team Equipment S.r.l. Via Petrarca 18/B –45100 Rovigo, inviando una mail all’indirizzo competizioni@sporteamequipment.it, o telefonando a Guglielmo Giacomello, 335.44.85. Il presente comunicato non ha valore regolamentare.

Roberto Gobbin riporta lo Scorpione in prova speciale a Il Grappolo

Sei mesi di lontanza dalle prove speciali servono al pilota pinerolese per ritempararsi dalle fatiche dell’intensa stagione passata. Alla gara astigiana si prsenta con la consueta 124 Abarth Rally, curata da Evo Motorsport di Monforte d’Alba, per i colori di Meteco Corse, affiancato per la prima volta dal navigatore Roberto Marsero . La stagione 2024 di Roberto Gobbin è supportata dalla concessionaria Targa Auto di Pinerolo.

PINEROLO (TO), 23 maggio – Talvolta è necessario prendersi una pausa di respiro. Prima di rituffarsi nel vortice degli impegni agonistici. È quanto ha fatto il pilota pinerolese Roberto Gobbin, che dopo la finale di Cassino dell’autunno scorso ha lasciato riposare la sua 124 Abarth Rally per alcuni mesi prima di riproporsi sulle prove speciali rallistiche della Coppa Rally Seconda Zona e nel Trofeo Michelin Italia.

L’appuntamento è quindi per il prossimo Rally Il Grappolo di San Damiano d’Asti, gara in programma in provincia di Asti il prossimo fine settimana che vedrà al via il pilota pinerolese, affiancato per la prima volta dal navigatore Roberto Marsero, al volante della consueta 124 Abarth Rally curata da EVO Motorsport di Monforte d’Alba.

Inizio la stagione 2024 con massima fiducia, sperando di riscattare l’annata 2023 nella quale non sono stato troppo fortunato. Anche per quanto riguarda Il Grappolo di San Damiano voglio rovesciare la fatalità avversa che nelle precedenti tre edizioni non mi ha mai permesso di vedere il traguardo” afferma il pilota portacolori di Meteco Corse, comunque determinato a ottenere un risultato favorevole nella gara astigiana, nella quale scatterà con il numero 31 sulle portiere.

L’ottava edizione del Rally Il Grappolo entra nel vivo venerdì 24 maggio con le verifiche sportive e tecniche a San Damiano d’Asti fra le 18.00 e le 21.00. Le verifiche proseguiranno anche sabato mattina (ore 8.30-13.00), mentre in frazione Valteglio si svolgerà lo Shake Down su un tratto di strada di 2900 metri. La gara scatterà alle 17.30 di sabato 25 maggio dal parco assistenza di San Damiano, proponendo poi in serata sul doppio passaggio della speciale Revigliasco di 13,100 km. Domenica 26 maggio altre due prove speciali, l’inedita Villafranca di 11.00 km e la classica Ronchesio di 11,95 da percorrere due volte prima di tornare alla pedana di arrivo a San Damiano d’Asti per le premiazioni che inizieranno alle ore 15.00. Il rally misura in totale 215,01 km , 72,10 di prove speciali.

La stagione 2024 di Roberto Gobbin è supportata dalla concessionaria Targa Auto di Pinerolo, (www.targaauto.com).

Michelin Trofeo Italia, l’Adriatico premia Cristian Gherardi e Luca Manera

Vittoria di classe in gara per il pilota della Suzuki, mentre il pilota della Peugeot sale sul secondo gradino del podio di categoria. Queste le note liete della gara marchigiana su terra, con i due protagonisti che prendono il largo nella classifica della serie della Casa di Clermont Ferrand. Ritiro per lo sloveno Prosenc, mentre l’ambasciatore Michelin Heikkila non trova il ritmo giusto e chiude solo quinto della classifica assoluta. Foto Magnano

CINGOLI (MC), 19 maggio – Sorride parzialmente il 31° Rally Adriatico ai protagonisti del Michelin Trofeo Italia che vede al traguardo due dei tre iscritti alla serie della Casa di Clermont Ferrand presenti al via, e non soddisfatto l’ambasciatore Michelin Mikko Heikkila.

Successo di Terzo Raggruppamento MTI e seconda piazza di Classe Rally4/R2 per Cristian Gherardi con Luigi Ragnacci, Peugeot 208, che fa bottino pieno nel trofeo del Bibendum, chiudendo 56esimo assoluto e secondo di categoria in gara, consolidando la sua posizione ai vertici della classifica di raggruppamento MTI grazie ai successi di Foligno e Cingoli.

Si impone in Quarto Raggruppamento e conquista la vittoria nella Classe TC5N per la Suzuki Swift Sport di Luca Manera e Franco Fedel, autori di una gara regolare che concludono in 62esima posizione assoluta, senza perdere terreno per una penalizzazione di 10” per partenza anticipata sulla priva di Colli del Verdicchio del mattino. Con questo successo il portacolori di Destra 4 raddoppia i punti di trofeo conquistati con il successo di Foligno.

Continua il periodo poco fortunato dell’equipaggio sloveno Borut Prosenc-Blaz Selanc che dopo aver dominato la classifica MTI e quella Rally4 in gara nella prima prova speciale (erano 23esimi assoluti) hanno dovuto abbandonare dopo tre prove per problemi allo sterzo. Gara poco soddisfacente per gli ambasciatori Michelin con bandiera finlandese Mikko Heikkila-Kristian Temonen che non riescono a trovare il ritmo giusto con la loro Toyota GR Yaris Rally2, finendo solo quinti e riuscendo a dare una zampata vincente in unica prova. Il secondo passaggio sulla speciale Dei Laghi.

Il prossimo appuntamento di Zona-6, del Michelin Trofeo Italia (quarto della stagione) sarà il 52° Rally San Marino in programma il 21-22 giugno a San Marino (RSM).

Tutti i regolamenti, le classifiche, i comunicati stampa, le informazioni e le gallerie fotografiche sono pubblicate nel sito Michelin Trofeo Italia 2024; https://trofeo.michelin.it, o rivolgendosi al promoter: Sport Team Equipment S.r.l. Via Petrarca 18/B –45100 Rovigo, inviando una mail all’indirizzo competizioni@sporteamequipment.it, o telefonando a Guglielmo Giacomello, 335.44.85. Il presente comunicato non ha valore regolamentare.

Immatricolazioni in Europa Occidentale: aprile +12%

Mentre emergono preoccupazioni per la transizione energetica dell’autoBologna, 22 maggio 2024. In aprile nel mercato dell’Europa Occidentale (UE+EFTA+UK) sono state immatricolate 1.080.913 autovetture con una crescita del 12% rispetto allo stesso mese del 2023. Questo incremento a due cifre è dovuto in larga misura al maggior numero dei giorni lavorati nella maggior parte dei paesi dell’area per effetto della Pasqua precoce che quest’anno è caduta, come è noto, alla fine di marzo. Il consuntivo complessivo dei primi quattro mesi dell’anno è molto meno positivo in quanto ha fatto registrare un tasso di crescita del 6,5% rispetto ai primi quattro mesi del 2023 ed è in calo del 18,5% rispetto al livello ante-crisi (gennaio-aprile 2019).
Non è quindi ancora superata la crisi del mercato dell’auto in Europa Occidentale iniziata con la pandemia e proseguita con la carenza di componenti per la produzione di autovetture, con il ritorno dell’inflazione e con gli effetti non previsti e non voluti, ma verificatisi, della transizione energetica, che ha determinato una carenza di offerta sul mercato, in particolare delle vetture più accessibili alla massa dei potenziali acquirenti italiani, aprendo di fatto la strada alla penetrazione dei prodotti cinesi, come cronache recenti hanno confermato.
D’altra parte, anche la transizione energetica ha incontrato difficoltà. In particolare, se si prende in considerazione la quota delle immatricolazioni di auto elettriche dell’intera Europa Occidentale nell’ultimo periodo, si scende dal 21,7% dell’agosto 2023 al 13,4% dell’aprile scorso, con una situazione particolarmente difficile in Italia dove la quota della auto elettriche, che aveva toccato il 5,1% in agosto 2023, è scesa al 2,4% nell’aprile scorso.
Le ragioni della frenata del mercato dell’auto elettrica vanno ricercate nelle vicende degli incentivi e nel fatto che, in particolare in alcuni mercati, come quello del Regno Unito, la domanda di auto elettriche pure (BEV) viene soprattutto dalle flotte, mentre latitano le richieste dei privati che sono fortemente ostacolate, non solo dai prezzi, ma anche dalle crescenti perplessità sulla flessibilità di impiego delle auto elettriche. E la conseguenza è che, nella stragrande maggioranza dei casi, le auto elettriche acquistate dai privati sono destinate ad aggiungersi ad auto già possedute. 
Data questa situazione – afferma Gian Primo Quagliano, presidente Centro Studi Promotor – è del tutto evidente che uno dei compiti prioritari della nuova governance dell’Unione Europea, dopo le imminenti elezioni, sarà quello di mettere mano al dossier sulla transizione energetica nell’auto. E ciò anche in considerazione che alla transizione energetica viene imputata anche l’aprirsi di prospettive molto interessanti (ma per l’occupazione e l’economia europea preoccupanti) per la penetrazione massiccia nel mercato europeo di auto cinesi. 
Alla transizione energetica dell’auto verrà dedicato un seminario alle 14.00 del 23 maggio al Festival dell’Economia di Trento.

“Zippo” d’argento al Rally de Asturias

Al termine di una gara entusiasmante e ricca di agonismo il pilota dell’Audi “quattro” vede sfumare una meritata vittori per soli 1”6 ma, grazie al risultato conseguito in Spagna sale al comando della sua categoria nel Campionato Europeo

Vezzano sul Crostolo (RE), 21 maggio 2024 – Emozionante, combattuta e incerta sino all’ultimo chilometro: così si può riassumere l’edizione 2024 del Rally de Asturias Historico, terzo appuntamento del Fia Historic Rally European Championship al quale hanno preso parte “Zippo” e Nicola Arena con l’Audi “quattro” portacolori della Scuderia Palladio Historic.

Al termine delle nove prove regolarmente disputate, sulle dieci in programma, l’inezia di 1”6 ha privato il pilota reggiano di quella che sarebbe stata la sua quarta vittoria assoluta consecutiva nella competizione iberica al via della quale erano schierati un buon numero di pretendenti alle zone nobili della classifica. A cercare di complicare la gara ci si sono messe anche le condizioni meteo, di certo non primaverili, proponendo una situazione che era comunque favorevole alla trazione integrale della “quattro” e a confermarlo era il primato provvisorio al termine della prima tappa ottenuto grazie a due prove vinte sul rivale McCormack su BMW M3 che si aggiudicava le altre due. Il primo giro della seconda tappa vede l’irlandese avvicinarsi a “Zippo” che piazza un altro scratch e conduce con 2” di vantaggio. La prova numero 8 viene annullata e per il verdetto bisogna attendere le successive due: il pilota della BMW infila un altro parziale e passa in testa quando mancano solo gli ultimi 12,34 chilometri della “Salas 2” dove “Zippo” e Arena si giocano il tutto per tutto, e anche un paio di “jolly”, ma il cronometro recita che l’avversario è stato più veloce di 4 decimi e, col distacco salito a 1”6 si aggiudica la vittoria. “È stata una gara bellissima ed avvincente – le parole di Zippo al traguardo – e ce la siamo giocata fino all’ultimo metro prendendo anche dei rischi nell’ultimo crono. Onore ai vincitori che sono andati veramente forte con quell’auto e viste le condizioni delle strade; sono riusciti ad annullare quei 2”5 di vantaggio parziale che avevamo a metà dell’ultima speciale, che sarebbe stato sufficiente a garantire la vittoria se fossimo riusciti a mantenerlo. Il risultato ci ha comunque portato una grande iniezione di energia e non vediamo l’ora di affrontare il prossimo impegno in Ungheria a metà giugno. La vettura ha girato perfettamente e ora siamo al comando del 3° Raggruppamento, in attesa dell’aggiornamento della classifica assoluta del Campionato Europeo”.

“R Italian Trophy” protagonista al 31° Rally Adriatico

Nicolò Marchioro (2° Raggruppamento) conquistatore in terra marchigiana. Cristian Gherardi vittorioso Nel 3° Raggruppamento. Foto Magnano 

La bella piazza Vittorio Emanuele II a Cingoli ha accolto come nel salotto buono, la passerella finale del 31° Rally Adriatico, terza gara a calendario in zona 6 della Serie R ITALIAN TROPHY “ZONE”. La gara, che anche quest’anno ha potuto fregiarsi della doppia validità, Campionato Italiano Rally Terra e Coppa Rally di Zona, ha visto i migliori terraioli nazionali competere tra gli splendidi sterrati compresi tra le provincie di Ancora e Macerata.

L’esperto driver padovano Nicolò Marchioro, come di consueto affiancato da Marco Marchetti su Peugeot 208 Rally4 (RB Motorsport), si aggiudica la vittoria del 2° raggruppamento. Marchioro ha concesso veramente poco ai suoi avversari conquistando anche la vittoria nella nutrita classe Rally4. Alle spalle di Marchioro un ottimo Fabio Farina con Daniel Pozzi alle note su Peugeot 208 Rally4 (GF Racing) si aggiudica il 2° gradino del podio. Podio che si completa con il 3° posto di Davide Bartolini e Roberto Selva su Peugeot 208 Rally4 (VSport). Quarta posizione per il forlivese Franco Ricciardi navigato da Mattia Bartolucci Peugeot 208 Rally4 (VSport). Gli elbani Leonardo Pierulivo e Marco Amato su 208 Rally4 (P.R.T. Rally Team) si aggiudicano il 5° posto mentre il giovane pilota pugliese Fabio Solitro navigato da Rosario Navarra su Peugeot 208 Rally4 (LION Team) è giunto al traguardo di Cingoli in sesta posizione.

La “questione” a due nel 3° raggruppamento si è risolta con la vittoria dell’emiliano Cristian Gherardi con a fianco Luigi Ragnacci su Peugeot 208 Rally4/R2 (Baldon Rally) che ha preceduto la romagnola Erika Ranalli navigata da Jastine Sertori su Renault Clio Rally5 (VSport).Il prossimo appuntamento in zona 6 è fissato per il 21 e 22 giugno prossimi quando all’ombra del Monte Titano si svolgerà la 52esima edizione del San Marino Rally.

L’Automobile Club Cuneo ha celebrato i suoi alfieri della velocità

Sono Matteo Giordano e Manuela Siragusa i campioni provinciali assoluti del campionato provinciale sport automobilistico 2023 “Trofeo Brunello Olivero”, organizzato dall’Automobile Club Cuneo. La loro incoronazione è avvenuta nella serata di oggi – martedì 21 maggio, ndr – all’Hotel Dama di Fossano, sede da alcuni anni della tradizionale consegna dei riconoscimenti. Nel corso dell’appuntamento sono stati omaggiati tutti gli sportivi che hanno gareggiato e ottenuto risultati a livello nazionale nelle gare delle seguenti discipline: rally, velocità in slalom, velocità in salita, autostoriche. Sono stati distribuiti anche dei premi speciali assegnati a: Matteo Giordano, vincitore Suzuki Rally Cup e Campionato Italiano R1 2023; a Manuela Siragusa, vincitrice Suzuki Rally Cup e Campionato Italiano R1 2023; ad Alfredo Calì per il traguardo delle 250 gare disputate; a Maria Carla Danna, per la passione allo sport automobilistico dal 1977. A consegnare i riconoscimenti sono intervenuti i vertici dell’Automobile Club Cuneo, rappresentato dal presidente Francesco Revelli, dal direttore Giuseppe De Masi, dal consigliere Franco Robaldo e dal fiduciario sportivo provinciale Simone Meneghetti. Hanno premiato gli sportivi anche la delegata provinciale Coni, Claudia Martin, l’assessore alla Mobilità del Comune di Cuneo, Luca Pellegrino, il fondatore del campionato sportivo provinciale, Ezio Adamo e una rappresentanza dei Carabinieri di Cuneo e Fossano. È intervenuto anche il presidente dell’Asd La Granda ufficiali di gara Ac Cuneo, Mauro Ruaro.

Biella corse in gara …dappertutto!

Dopo Adriatico, Valli Cuneesi, Valle Intelvi e Sassello, questo fine settimana equipaggi e navigatori della Scuderia sono in gara in Piemonte, Puglia e Friuli

Rally Adriatico. Ancora un risultato positivo per Alessandro Negri e Harshana Ratnayake, in gara questo fine settimana nella Marche con una Citroen DS3 (gruppo RC2N, classe N5 nazionale) al 31° Rally Adriatico, terzo appuntamento 2024 della Coppa 4 WD di ACI Sport.

L’equipaggio Biella Corse ha infatti nuovamente centrato l’obiettivo: vincere la classe e guadagnare punti in ottica campionato. “E’ stato un rally impegnativo ma molto bello” ha dichiarato il pilota al termine. “Siamo contenti del risultato e del fatto di aver guadagnato punti importanti in ottica campionato. Abbiamo avuto un po’ di problemi durante il primo giro di prove ma al primo parco assistenza siamo riusciti a sistemarli; poi però, nel secondo giro, abbiamo fatto qualche errore e ci siamo allontanati dal leader della classica 4WD. A quel punto abbiamo scelto di “gestire la gara” guardando ai punti e al campionato … e abbiamo fatto bene!“.

Per Negri-Ratnayake il prossimo appuntamento sarà l’importantissimo Rally di San Marino, valido sia per la Coppa ACI Sport 4WD che per il Trofeo N5 Terra (unica gara a coefficiente 2).

Valli Cuneesi Storico. Bene uno, male l’altro. Questo il risultato dei due equipaggi Biella Corse in gara questo fine settimana al Valli Cuneesi, rally storico valido per il Trofeo Rally 1 Zona. Il miglior risultato è stato ottenuto da Tiziano Biagioni e Raffaello Biagioni, in gara con una Peugeot 205 Rallye (raggruppamento 4, periodo J2, gruppo A, classe 1300), assistita in gara dal Team Binati di Valdengo (Biella). Hanno infatti portato a termine la gara chiudendo sesti di classe, ventinovesimi di gruppo e quarantanovesimi assoluti.

Non è invece andata bene per Francesco Boretto e Raffaele Pizzato che, con la loro Peugeot 205 Rallye (raggruppamento 4, periodo J2, gruppo A, classe 1300), non hanno nemmeno potuto prendere il via.

Ottima gara invece per il navigatore Biella Corse Luca Pieri che, in coppia con Paolo Pastrone su Opel Kadett GT/E (raggruppamento 3, periodo I, gruppo 2, classe 2000), ha chiuso la gara primo di classe e di gruppo e all’11° posto assoluto. Bene anche la navigatrice Veronica Gaioni, questa volta in gara con Claudio Ferron su di un’altra Opel Kadett GT/E (raggruppamento 3, periodo I, gruppo 2, classe 2000). Hanno terminato la gara secondi di gruppo e di classe, piazzandosi al 23° posto della classifica assoluta. Niente da fare invece per Stefano Bruno-Franco, in gara con Massimo Paire su di una Peugeot 205 GTI 1.9 (raggruppamento 4, periodo J2, gruppo A, classe 2000). Si sono infatti ritirati subito, nella prima prova speciale della gara.

Rally Valle Intelvi. Tutto bene anche per il navigatore Biella Corse Gabriele Meloni, in gara al Rally della Valle d’Intelvi con il pilota Stefano Ceriotti su di una piccola Fiat Seicento (gruppo RC6N, classe A0). Hanno infatti vinto classe e gruppo e chiuso la gara al 56° posto assoluto.

Trofeo FIF Città di Sassello. L’equipaggio Biella Corse composto da Luca Prina Mello e Simonluca Pellicciotti ha partecipato con successo, questo fine settimana (18/19 maggio) a Sassello, in provincia di Savona, al 24° Trofeo FIF Città di Sassello, seconda prova del Campionato Italiano Velocità Fuoristrada (CIVF) 2024.

Con il loro piccolo Suzuki Sierra 1600 (gruppo A, classe A1) si sono infatti piazzati al primo posto di classe, chiudendo inoltre la gara secondi di gruppo e ottavi assoluti.

Rally del Grappolo. Ed ecco gli appuntamento del prossimo fine settimana. Quattro equipaggi Biella Corse saranno al via dell’8° Rally del Grappolo, gara nazionale che si correrà sulle colline dell’Astigiano, con partenza e arrivo a San Damiano d’Asti.

I primi a partire, con il numero 10, saranno Fabrizio Margaroli e Massimiliano Rolando, in gara con una Skoda Fabia RS (gruppo RC2N, classe R5). Quindi, con il numero 57, Matteo Migliore e Andrea Tardito, in gara con una Peugeot 208 (gruppo RC4N, classe Rally 4).

A seguire Fabio Talarico e Thomas Trombetta, al via con una Peugeot 208 (gruppo RC4N, classe Rally 4 /R2) e quindi, con il numero 150, Andrea Bellon e Barbara Albertone, con una Peugeot 106 (gruppo RC5N, classe N2).

In gara anche quattro navigatori Biella Corse a fianco di piloti di altra scuderia. Il primo a partire sarà Luca Pieri al via con il pilota Massimo Marasso sulla Skoda Fabia Evo (gruppo RC2N, classe R5) numero 6. Con il numero 40, invece, gareggerà il figlio Tiziano Pieri, a fianco di Luigi Fogliati sulla Renault Clio (gruppo RC3N, classe S1600) numero 40. Poi, con il numero 58 partirà Marco Bevilacqua, che in questa occasione dividerà l’abitacolo della Peugeot 208 (gruppo RC4N, classe Rally 4) con il pilota Fabrizio Babando. E infine, con il numero 134, gareggerà Andrea Camporino, a fianco del pilota Daniele Ferrotto su di una sempre valida Peugeot 205 (gruppo RC5N, classe A5).

La due giorni astigiana, valida per il Trofeo Rally Zona 2, si correrà sabato 25 e domenica 26 maggio 2024 con partenza e arrivo a San Damiano d’Asti. Sabato i concorrenti affronteranno due passaggi sulla prova “Revigliasco” (di 13,10 chilometri), di cui il secondo in notturna. Domenica invece affronteranno due passaggi cadauno sulle prove “Villafranca” (di 11,00 chilometri) e “Ronchesio” (di 11,95 chilometri). In totale i concorrenti percorreranno 215,01 chilometri, di cui 72,10 di prove cronometrato.

Rally del Salento. Ci sarà un navigatore Biella Corse anche al 56° al Rally del Salento, che si correrà a Lecce (in Puglia), questo weekend. E’ Mattia Nicastri, che affiancherà l’amico pilota Giorgio Liguori sulla Renault Clio Sport (gruppo RC4N, classe R3) numero 28.

La gara si correrà venerdì 24 e sabato 25 su complessive otto prove speciali. Venerdì sono in programma le prove “Torre Paduli” (di 11,30 chilometri) e “Pista Salentina” (di 2,64 chilometri). Sabato invece affronteranno altri due passaggi sulla prova “Torre Paduli” più due ognuno sui tracciati “Ciolo” (di 11,75 chilometri) e “Specchia” (di 13,06 chilometri). In totale i concorrenti percorreranno 427,55 chilometri, di cui di cui 86,16 di prove cronometrate.

Verzegnis – Sella Chianzutan.

Questo fine settimana tornerà poi a correre sul suo abituale terreno di gara lo specialista delle Salite di Biella Corse, Giancarlo Graziosi. Con la sua Osella Pa21/p sarà infatti in Friuli Venezia Giulia, al via della 53ma edizione della Verzegnis-Sella Chianzutan, quarta prova del Campionato Italiano Velocità Montagna Centro-Nord. Articolata su due salite (più la giornata di prove), la gara si correrà nella giornata di domenica 26 maggio sul tracciato Verzegnis – Ponte Landaia, lungo 5.640 metri.

Il Concorso d’Eleganza Villa d’Este si arricchisce con la Citroën Camargue della Collezione ASI Bertone

Omaggio a Marcello Gandini con l’esposizione del prototipo presentato nel 1972 al Salone di Ginevra: un esemplare unico che sfoggia innovazione, eleganza e personalità

Dal 24 al 26 maggio BMW Group Classic e il Grand Hotel Villa d’Este ospitano il leggendario Concorso d’Eleganza Villa d’Este. Le auto più spettacolari delle rispettive epoche e provenienti da tutto il mondo si sfidano nelle classi di competizione per aggiudicarsi gli ambiti premi. Tra tutti, il prestigioso Trofeo BMW Group, assegnato dalla Giuria, la tradizionale Coppa d’Oro, attribuita sulla base dei voti del pubblico, il Design Award per concept-car e prototipi e anche lo speciale Trofeo ASI alla vettura del dopoguerra meglio conservata.

La presenza dell’Automotoclub Storico Italiano a questo imperdibile evento internazionale si completa con l’esposizione del prototipo Citroën GS Camargue della Collezione ASI Bertone. Vettura che arricchisce la tematica dedicata a Marcello Gandini – grande maestro del car-design recentemente scomparso – allestita nel parco di Villa Erba sabato 25 e domenica 26 maggio. Sempre a Villa Erba, nell’ambito dell’evento “Amici & Automobili”, il Veteran Car Club di Como federato ASI affiancherà la Camargue con una preziosa selezione di auto storiche dei propri soci.

La Citroën Camargue venne presentata in anteprima nello stand Bertone al Salone di Ginevra del 1972, accolta con molto entusiasmo da parte del pubblico e della stampa. Realizzata sulla base della compatta e innovativa Citroën GS lanciata nel 1970, la coupé di Bertone, al cui stile si dedicarono Marcello Gandini con l’aiuto di Marc Deschamps, mantiene lo schema e le dimensioni della berlina con i suoi caratteristici sbalzi anteriore e posteriore: il primo molto più pronunciato del secondo per conferire maggiore dinamicità al corpo vettura. Più bassa e più larga della GS, la Camargue sfoggia la tipica linea a cuneo del frontale in perfetto “Gandini style”, in contrasto con la coda tronca sulla quale poggia un padiglione ampio e panoramico con cristalli ambrati abbinati all’elegante color champagne metallizzato della carrozzeria. La bella e originale proposta di Bertone non ebbe un seguito commerciale a causa della crisi economica in cui entrò la Citroën in quegli anni, che nel 1974 la portò alla fusione con Peugeot.

Il format del Concorso d’Eleganza Villa d’Este prevede la doppia location in quel di Cernobbio, sulle sponde del Lago di Como. Sabato 25 maggio, il parco dell’esclusivo Hotel Villa d’Este ospita l’esposizione di tutte le auto in concorso, l’ispezione della giuria, le votazioni, la passerella e l’assegnazione della Coppa d’Oro e dei premi speciali. Contestualmente, a Villa Erba, si svolge il meeting “Amici & Automobili” con l’esposizione di auto storiche di club e appassionati.

Domenica 26 maggio, il fulcro dell’evento rimarrà Villa Erba con un Festival all’insegna della passione automobilistica: tutte le auto del Concorso saranno esposte nel parco fino alla sfilata conclusiva con l’assegnazione del Design Award, dei premi di classe e delle menzioni d’onore.

Il 52° San Marino Rally (21/22 Giugno) apre le iscrizioni

Attese le sfide del Tricolore Terra, Terra Storico e CIAR Junior. Approdano nella Repubblica di San Marino, il 21 e 22 giugno prossimi, il Campionato Italiano Rally Terra, che comprende anche la gara della Coppa Rally di Zona 6, il Campionato Italiano Rally Terra Storico e gli “Junior” del Campionato Italiano Assoluto Rally Sparco. Sugli sterrati tra San Marino e Montefeltro si rinnovano le avvincenti sfide che animano le due serie su terra più importanti. Aprono le iscrizioni, oggi 22 maggio, e si protrarranno fino a venerdì 14 giugno. Foto Massimo Bettiol 

Repubblica di San Marino. Le spettacolari strade sterrate tra Repubblica di San Marino e Montefeltro ospiteranno tra il 21 e 22 giugno prossimi il 52° San Marino Rally che rinnova, su speciali tecniche e di grande fascino, una lunga e gloriosa tradizione che supera il mezzo secolo di presenza e che la FAMS – Federazione Auto Motoristica Sammarinese ripropone, anno dopo anno, con passione, orgoglio e grande impegno. Anche perché il motorsport, in tutte le sue forme, a San Marino è una sorta di “sport nazionale”.

Le iscrizioni al 52° San Marino Rally si aprono oggi mercoledì 22 maggio e si protrarranno fino a venerdì 14 giugno.

NOVITA’ DEL 52° SAN MARINO RALLY

Il San Marino rally 2024 presenta alcune novità nel suo assetto logistico, rispetto alla scorsa edizione.

Il Quartier Generale del rally e il Parco Assistenza tornano al Multieventi Sport Domus di Serravalle di San Marino, sede ideale e funzionale.

Il percorso di gara della gara CIRT, che si svilupperà interamente nella giornata di sabato 22 giugno, con partenza alle ore 7.15 e arrivo alle ore 19.45, comprenderà nove prove speciali (tre da ripetere tre volte), con importanti novità riguardo il percorso dei tratti cronometrati, rivisti e ridisegnati in larga parte. Tre i Riordinamenti previsti, due presso il Multieventi e uno in località Piandimeleto.

Più breve il percorso per il CIRT Storico, che prevede una prova speciale in meno, con partenza alle ore 9.00 e arrivo finale alle ore 18.00.

Nella giornata di venerdì 21 giugno, oltre alla conclusione delle procedure di verifica tecnico sportiva, che inizieranno già giovedì 20, si svolgeranno Prove Libere e Qualifying Stage, Shakedown, che si protrarranno fino al primo pomeriggio, per lasciare spazio poi alle ore 19.30, in Centro Storico a San Marino, alla Cerimonia di Partenza, insieme alla scelta della posizione di partenza degli equipaggi Rally2-R5-Prioritari.

LE IMPORTANTI VALIDITA’ DEL SAN MARINO RALLY

Campionato Italiano Rally Terra, Campionato Italiano Rally Terra Storico, Campionato Italiano Assoluto Rally Sparco Junior, Coppa Rally di Zona 6 sono le principali e prestigiose validità del 52° San Marino Rally.

Ma anche altre vivaci e combattute serie si articolano all’interno della gara.

Come il Trofeo N5 Terra, di cui il San Marino è la seconda prova stagionale, con il massimo coefficiente 2.

Sfida nella sfida quella nelle serie dei “gommisti”, con MRF Rally Trophy Italia e Trofeo Pirelli Star Terra 4 RM, insieme al Pirelli Star Rally4.

Nella Coppa Rally di Zona, sfide e premi nel Trofeo Pirelli Accademia CRZ, nel Michelin Trofeo Italia e nell’R Italian Trophy.

LE GRANDI SFIDE DEL CIRT, CIRT STORICO E CIAR JUNIOR A SAN MARINO, INSIEME ALLA GARA CRZ 6 ZONA

Il 52° San Marino Rally sarà il quarto appuntamento nel 2024 del Campionato Italiano Rally Terra che in questo 2024 ha proposto finora una serie animata da sfide di altissimo livello tra un nutrito gruppo di “specialisti” di esperienza, giovani arrembanti e una pattuglia di talenti stranieri, alcuni dei quali provenienti dal Mondiale e dall’Europeo Rally.

Il risultato, finora, è stato quello di un campionato di grande appeal, assai combattuto che sulle speciali tra Monte Titano e Montefeltro si riproporrà con tutto il suo spettacolo.

Sfide ravvicinate sia per la classifica assoluta – dove attualmente è leader il rientrante Umberto Scandola, che precede Alberto Battistolli di un solo punto e di otto Tommaso Ciuffi, tutti e tre su Skoda Fabia Rally2, con il finlandese Mikko Heikkila ad inseguire con la Toyota GR Yaris Rally2 – che nelle altre Coppe ACI Sport previste.

Il “San Marino” sarà il terzo appuntamento stagionale, e secondo sui fondi sterrati, per le dieci giovani speranze del Campionato Italiano Assoluto Rally Sparco “Junior”, tutti con le Renault Clio Rally5, per una classifica che vede attualmente in testa Matteo Doretto, vincitore delle prime due gare.

Nella Coppa Rally di Zona 6, che ha già in archivio due gare, è invece il giovane Christian Tiramani in testa, prima del San Marino Rally, incalzato da vicino, a solo tre punti, dal sammarinese Jader Vagnini, entrambi su Skoda Fabia Rally2.

Di grande fascino e con serrati confronti anche il Campionato Italiano Rally Terra Storico, che vivrà a San Marino il terzo appuntamento stagionale. Se tra le Quattro Ruote Motrici leader e uomo da battere sarà ancora “Lucky” Battistolli, con a fianco la mitica Fabrizia Pons (Lancia Delta Integrale), tra le Due Ruote Motrici, categoria tra l’altro molto frequentata da equipaggi sammarinesi, è proprio un equipaggio del Titano, quello composto da Pelliccioni-Ercolani (Ford Escort RS) a condurre al momento la danza.

A vincere, anzi a dominare, il San Marino Rally 2023 sono stati Gryazin- Aleksandrov (Skoda Fabia Evo Rally2. In una gara ricca di colpi di scena, Crugnola-Ometto (Citroen C3 Rally2) hanno concluso secondi assoluti, precedendo di un soffio Andreucci-Briani (Skoda Fabia Evo Rally2). Per i corsi Quilichini-Sarmezan (Skoda Fabia Rally2) netta vittoria nella gara Coppa Rally di Zona, mentre i sammarinesi Bianchini-Paganoni (Lancia Delta Integrale) hanno primeggiato nell’8° San Marino Historic Rally.

Un trentennale da grandi numeri: 125, gli iscritti al Rally Internazionale del Taro

Riflettori puntati sui protagonisti di International Rally Cup, atteso alla chiamata delle prove speciali Montevacà, Folta e Tornolo, in svolgimento tra sabato e domenica fino al raggiungimento di novantotto chilometri competitivi. Nelle foto (IRC Sport): il campione in carica, lo sloveno Bostjan Avbelj e la Skoda Fabia del parmense Marcello Razzini. 

BEDONIA (PR) – Sarà caratterizzata da grandi numeri, la trentesima edizione del Rally Internazionale del Taro. In centoventicinque hanno risposto “presente” all’appuntamento organizzato da Scuderia San Michele e valida come seconda manche di International Rally Cup, ambientata nel fine settimana sulle strade della provincia di Parma. 

Un trend che, ancora una volta, ha confermato il proprio appeal tra i praticanti del palcoscenico rallistico nazionale, attesi ad un confronto che, a partire dalla serata di sabato, proporrà novantasette chilometri e ottocento metri competitivi, distribuiti su sette tratti cronometrati. 

Ad inaugurare il confronto sarà la Skoda Fabia Rally2 dello sloveno Bostjan Avbelj. Il vincitore della passata edizione della gara, campione di IRC in carica, sarà l’osservato speciale di una classe di competitor nella quale spiccano i nomi del locale Marcello Razzini, di Rudy Michelini e dei reggiani Antonio Rusce e Gianluca Tosi, tutti su Skoda Fabia. Sempre al volante della vettura boema saranno chiamati alla lotta per una posizione di rilievo nella top-ten Paolo Oriella, Vincenzo Massa, Flavio Brega, Roberto Cresci, Riccardo Gatti ed i giovani Jacopo Facco, Christian Tiramani ed Edoardo De Antoni. Godrà del tifo di casa il locale Luca Bertani, pilota di Bedonia, atteso anch’egli su Skoda Fabia Rally2.

Ad interrompere il monologo Skoda penseranno Leopoldo Maestrini, al debutto sulla nuova GR Yaris Rally2, Fabio Federici su Volkswagen Polo, Filippo Bravi e Marco Belli su Hyundai i20 e Sandro Schenetti, su Citroën C3. Dalla Grecia è pronto a confermarsi avversario ostico Sotiris Ieremiadis mentre, dalla Corsica, risponderà anch’egli con una Skoda Fabia Rally2 il giovane Batti Ceccaldi. Ha confermato la propria presenza il promoter di N5 Italia, Alfredo “Dedo” De Dominicis, atteso su Citroën DS3 N5. Nel confronto a trazione integrale si attendono acuti anche dal debutto di Mirco Straffi sulla Ford Fiesta Rally3 e conferme da parte di Matteo Giordano, vincitore di categoria nel precedente appuntamento di campionato. A prendersi la scena nel confronto a due ruote motrici, atteso dal pubblico, sarà ancora il pluricampione italiano rally Andrea Crugnola, su Peugeot 106 Kit, esemplare dal quale tutti si attendono performance e spettacolo. Tra le vetture a trazione anteriore, riflettori puntati sulle Peugeot 208 Rally4 di Giacomo Guglielmini, Fabio Farina, Davide Nicelli e Mattia Zanin. 

IL PROGRAMMA DI GARA. Sabato lo shakedown, la partenza da Bedonia e la prima prova speciale. Domenica, altri sei tratti cronometrati e l’arrivo.

Motori accesi al sabato per l’effettuazione dello shakedown, il test con vetture da gara, in programma dalle ore 9:00 alle ore 14:00, ad Albareto. L’occasione, per il pubblico, di godere del primo approccio con l’evento, con le vetture che – nel corso di questa fase – saranno affidate agli staff tecnici dei team in preparazione alla disputa della prima prova speciale, prevista alle ore 18:55. Indicazioni, quelle che i piloti riscontreranno durante i giri di shakedown, utili per poter ottimizzare le regolazioni sulle vetture rendendole congeniali alle condizioni di fondo. Montevacà, Folta e Tornolo, queste le prove speciali che decideranno il confronto, con il parco assistenza di Borgo Val di Taro che vedrà i team al lavoro in un’occasione al sabato, dopo la partenza da Bedonia delle ore 17:30. Le fasi di “service park” saranno ripetute due volte alla domenica, all’avvio della giornata di gara ed a tre prove speciali dall’arrivo, previsto per le ore 16:15 a Bedonia, location che ospiterà – negli ampi locali messi a disposizione dal seminario vescovile – Direzione Gara, Segreteria e Sala Stampa. Il Rally Internazionale del Taro sarà anche manche valida per il Trofeo Pirelli Star Rally4 IRC. 

Biella 4 Racing, podio di divisione al “Valli Cuneesi” con Maielli-Gambino, nel weekend Letizia Lebole al “Grappolo”

Proseguono i risultati, e gli impegni, per la Scuderia Laniera in questo mese di maggio

Valle San Nicolao: Il mese di maggio continua a portare soddisfazioni in casa Biella 4 Racing, con la terza posizione conquistata da Luca Maielli e Giovanni Gambino nella divisione Regularity Rally 60 al Rally Valli Cuneesi Storico, corsosi lo scorso sabato sulle impegnative prove nei dintorni di Saluzzo e Bagnolo Piemonte. Per il duo targato B4R, la soddisfazione di aver raggiunto il podio con la loro Peugeot 205 GTi alla loro prima avventura nella nuova specialità, disputata, come da regolamento, nella media più alta. Un bell’incentivo per provare a bissare il risultato nel prossimo, ed ormai imminente, Rally Lana Storico.

“Risultato oltre le nostre aspettative”, esordisce Luca Maielli, “con anche un pre gara travagliato, e a tal proposito un grazie ad AutoSportItalia per averci risolto un problema! Un infinito grazie alla B4R per l’assistenza magnifica nelle figure di Andrea e Luca, con un grande, grandissimo grazie al mio “fratello” di equipaggio Giò, per il lavoro che ha dovuto sobbarcarsi in questa nuova avventura”.

“È stato bello tornare alle gare con l’amico di sempre Luca”, gli fa eco Giovanni Gambino, “e cimentarci in una nuova ed impegnativa regolarità media. Inizio in sottotono per poi chiudere in recupero con un inaspettato terzo posto. Grazie ad AutoSportItalia per il supporto meccanico e alla nostra Scuderia B4R con Andrea e Luca per l’assistenza”.

Ma non c’è due senza tre in questo maggio corsaiolo, e per il Sodalizio Laniero è già tempo di dedicarsi al prossimo impegno, ovvero l’ottava edizione del Rally Il Grappolo, che si disputerà il prossimo fine settimana lungo le insidiose stradine nei dintorni di San Damiano d’Asti. Ad essere presente in gara sarà la navigatrice B4R Letizia Lebole, che torna a dettare le note a Fabio Racca, sulla MG Rover Racing Star 2.0-Plus griffata Alma Racing.

Ad attenderli sei prove speciali, ovvero il doppio passaggio sulla Revigliasco il sabato sera, con anche l’ausilio dei fari supplementari, e le due prove da ripetersi di Villafranca e Ronchesio la domenica, per rispettivi 72,10 chilometri contro il cronometro. A completare i 215,01 chilometri di gara, ci saranno i 142,91 di trasferimenti.

“Siamo al via di questo secondo impegno in CRZ di zona 2”, ci racconta Letizia Lebole, “coppa a cui puntiamo quest’anno nella nostra classe. Per noi nuovo mezzo, sperando che tutto fili liscio, in una gara con prove belle e molto veloci. Cercheremo di sfruttare il vantaggio derivante dal fatto che queste sono le strade ed il rally di casa per Fabio. Naturalmente il divertimento non dovrà mancare, ma con un occhio al cronometro”.

VM Motor Team con tredici equipaggi al Rally Il Grappolo

Buoni risultati nel weekend appena trascorso

È andato in archivio con buoni risultati il weekend appena passato per il VM Motor Team, che era impegnato su due fronti. Al Rally Valli Cuneesi Storico Bernardo Morgani e Laura Cragnaz hanno chiuso con un’ottima ventunesima posizione assoluta ed undicesimi di classe con una Renault 5 Gt Turbo appartenente alla categoria J2. Gara soddisfacente anche per Andrea Robone e Luigi Bariani, impegnati sulla terra dell Rally Adriatico con una Fiat 600; per la coppia VM è arrivato un secondo posto nel gruppo RC6N.
Il prossimo fine settimana vedrà invece ben tredici equipaggi della scuderia alessandrina impegnati al Rally il Grappolo, valido per la Coppa Rally Zona 2. Il patron del team Moreno Voltan si concederà un weekend con tuta e casco, prima di tornare a dedicarsi all’organizzazione del prossimo Rally Colli del Monferrato e del Moscato – Città di Asti del prossimo 4 agosto. Per l’occasione Voltan sarà affiancato da Giovanni Di Carlo a bordo di una Renault Clio R3.
Ben tre saranno le vetture Rally2/R5; Daniel Minerdo con la fedele Ford Fiesta navigato da Daniele Araspi, mentre Carlo Camere debutterà sulla Skoda Fabia, affiancato da Dario Barbin. Sempre con la vettura céca saranno al via Pierluigi Maurino e Samuele Perino.
Giulio Caruso e Riccardo Imerito affronteranno la gara astigiana in Rally4 su una Peugeot 208, mentre Andrea Motton ed Erika Tappa disporranno di una Renault Clio R3.
Gabriele Motton e Matteo Doano, con la Peugeot 208 in versione aspirata, saranno della partita in classe R2. Due gli equipaggi in classe A5: Daniele Ferrotto con Andrea Camporino su Peugeot 205 e Maurizio Repetto con Alessandro Pozzi su MG Rover. Matteo e Fausto Chiarle, in N2, saranno al via con una Peugeot 106, stessa auto utilizzata in versione RS Plus da Stefano Bossuto e Nancy Bondi ed in classe N1 da Alberto Frasca e Samantha Nastro. Gabriele Bellini e Francesco Cuaz affronteranno le speciali del Grappolo su Fiat 600 A0.

Patrizia Sciascia riprende il percorso stagionale dal Rally Il Grappolo

Per la pilota sanremese, trattasi della prima esperienza sulle strade sandamianesi.  Photo Archivio Magnano

Dopo l’esordio stagionale sulle strade del Rally Vigneti Monferrini, riprende il percorso targato venti-ventiquattro di Patrizia Sciascia e Roberto Longo. Ad attendere la pilota sanremese ed il navigatore siciliano, reduci dall’ottava posizione assoluta raccolta nel primo round di Coppa Rally di Zona 2, il Rally Il Grappolo, gara molto partecipata da un paio di anni a questa parte e facente parte di questa “neonata” zona, che comprende l’area dell’astigiano e dell’alessandrino assieme ai round liguri. Una kermesse, che vedrà l’equipaggio portacolori della scuderia ALMA Racing, al via su di una Skoda Fabia RS Rally2 gestita dalla factory cuneese Balbosca.

Molto elevato il livello dei protagonisti presenti, come sostenuto anche dalla pilota sanremese, che cercherà di affinare il feeling con la vettura, cercando di adattarsi ai fondi delle prove speciali sandamianesi, molto selettive e tecniche. Ecco il suo commento a tal proposito:” Sarà la prima volta per noi su queste strade. Le prove speciali sono belle e selettive, dove il meteo ad oggi incerto giocherà sicuramente la sua parte, specialmente dovesse piovere. La prova speciale in notturna è una novità anche per me, visto che è diversi anni che non gareggio in queste condizioni. Il livello degli avversari è elevato, dunque sarà sicuramente una gara molto tirata ed avvincente. Dalla nostra cercheremo di migliorare ancor di più il feeling con la Skoda Fabia RS Rally2”.

Un ringraziamento finale a tutte le persone che le permettono di essere al via: “Tengo a portare un ringraziamento a tutte le persone che credono in me, agli amici, e naturalmente ai nostri sponsor”.