Marco Bertinotti-Andrea Rondi alle stelle nel Memorial Conrero 2017

0
Download PDF

Conrero_2017_Bertinotti-. (Custom)Primo successo in carriera del pilota biellese che conquista la vittoria grazie ad una gara perfetta e senza errori, dopo l’iniziale predominio degli alessandrini Ferrara-Bobbio, usciti di strada nella sesta speciale. Completano il podio gli albesi Mano-Barbero e i biellesi Fioravanti-Torricelli. Nella regolarità quarto successo in sette partecipazioni per il locale Luca Fiore. Foto Elio Magnano

Conrero_2017_Bertinotti- (Custom)IVREA (TO) – Salutati dall’assessore regionale al turismo Giovanni Maria Ferraris, i biellesi Marco Bertinotti e Andrea Rondi conquistano la decima edizione del Memorial Conrero, rally storico che ha vissuto la sua giornata agonistica sabato 6 maggio con partenza e arrivo dalla centralissima Piazza Freguglia a IvreaL’equipaggio biellese ha maturato il suo successo nella seconda parte di gara, quando ha preso il Conrero_2017_Ferrara-Bobbio (Custom)comando delle operazioni con la Porsche 911 RS, dopo l’iniziale dominio degli alessandrini Italo Ferrara-Gabriele Bobbio, favoriti nelle prove mattutine disputate sotto la pioggia dalle quattro ruote motrici della loro Lancia Delta 16V. Nel secondo passaggio sulla prova di Pratiglione, nel primo pomeriggio, Ferrara in quel momento in vantaggio di 18”2, usciva leggermente di strada dovendosi comunque ritirare lasciando via libera a Conrero_2017_Mano (Custom)Bertinotti. Il biellese non ha perà avuto vita facile, inseguito da vicino dagli albesi Sergio Mano-Matteo Barbero che con la loro Toyota Celica ST 165 si erano già messi in luce nelle prove mattutine vincendo la lunga e insidiosa Pratiglione 1. A due prove dalla fine Bertinotti e Mano sono divisi da appena 19”4, con il pilota della Toyota che vince la speciale successiva Borgiallo, recuperando 6”2. Troppo pochi per sperare in un rovesciamento di fronte nella corta Bienca finale, anche perché Bertinotti fa buona guardia siglando il miglior tempo assoluto per andare così a festeggiare la sua prima vittoria assoluta in carriera dopo 28 anni di gare.

Conrero_2017_Fioravanti (Custom)Sul palco di arrivo a fianco di Bertinotti-Rondi e Mano-Barbero salgono i biellesi Ivan Fioravanti-Vincenzo Torricelli, inizialmente in difficoltà con la loro Ford Sierra Cosworth, per poi recuperare un buon passo dalla seconda prova in avanti, imponendosi come terza forza in gara. Quarta piazza per i coniugi novaresi Roberto Rimoldi-Loretta Casagrande, autori di una gara attenta e redditizia con la loro Porsche 911 SC, che Conrero_2017_Magistro-Ancillotti (Custom)precedono i concittadini Manuel Magistro e Marco Ancillotti, velocissimi con la loro Opel Kadett GT/E che riscattano con questo risultato la delusione dei due precedenti ritiri al Memorial Conrero.

Grandissimo esordio nel mondo delle storiche per i cuneesi Paolo Rossi e Davide Aime che al termine della gara portano la loro piccola Opel Corsa GSI al sesto posto assoluto, precedendo di gran lunga vetture dalla potenza decisamente superiore. Settima piazza per l’inglese Max Girardo con Elio Baldi, attenti a non commettere errori sulle prove insidiose del Conrero con la loro 131 Abarth, che chiudono davanti alla Opel Ascona dei valdostani Stefano Marchetto-Paolo Herbet, quindi la Porsche 911 SC di “MGM” e Marco Torlasco, e Bruno Graglia-Roberto Barbero, Fiat 124 Abarth, a chiudere la striscia dei primi dieci classificati.

Mano-Barbero conquistano il successo nel Quarto Raggruppamento, riservato alle vetture più giovani in gara; Rimoldi-Casagrande fanno loro il Terzo, mentre Bertinotti-Rondi si aggiudicano il Secondo. Fra le vetture più “storiche”, quelle del Primo Raggruppamento, predomino dell’Alpine A110 di Luigi Capsoni e Lucia Zambiasi. La Coppa riservata al miglior equipaggio canavesano classificato va a Fabrizio Vaccani-Andrea Fegatelli su Lancia Fulvia HF, mentre la Coppa Conrero per la miglior Opel al traguardo va a Magistro-Ancillotti. La Ford RS Special Classification è conquistata da Fioravanti-Torricelli. Nella Michelin Historic Rally Cup successo di Magistro-Ancillotti nel Terzo Raggruppamento, Bertinotti-Rondi nel Secondo e Capsoni-Zambiasi nel Primo. Il Trofeo Abarth premia Girardo-Baldi nel Terzo Raggruppamento e Graglia-Barbero nel Secondo.

Dei sessanta concorrenti scattati sabato mattina da Piazza Freguglia, 37 hanno concluso la gara.

Nella regolarità che seguiva il rally sulle stesse prove speciali, vittoria del locale Luca Fiore con Elio Garelli alle note che precede la Lancia Fulvia HF gemella dei valdostani Luigi Lanier con Diego D’Herin e Domenico Carlevato affiancato dalla figlia Romina su A112 Abarth. Per Luca Fiore si tratta del quarto successo su sette partecipazioni al Memorial Conrero.

Download PDF
Condividi