Simone Campedelli e Tania Canton insieme per puntare al tricolore 2018

0
Download PDF

Nasce una nuova coppia per il Campionato Italiano Rally 2018. Dopo aver lottato fino alla fine nel 2017 per conquistare il titolo, con due vittorie (Il Ciocco e Roma Capitale) e risultati sempre da podio, Orange1 Racing e Simone Campedelli si presentano al via della nuova stagione Tricolore con un importante cambiamento. A fianco del pilota romagnolo correrà Tania Canton, veloce pilotessa che dal 2002 è passata sul sedile di destra, diventando una delle navigatrici più esperte ed apprezzate dell’intero panorama rallistico. Sedici stagioni nel corso delle quali la coéquipier toscana ha letto le note a piloti di vertice quali, fra gli altri, Andrea Dallavilla e Andrea Aghini, per citare due campioni italiani.

“L’idea è nata dal desiderio – racconta Simone Campedellidi avere al mio fianco un professionista esperto e con la mia stessa voglia di vincere, con l’ambizione di condividere con me la rincorsa al titolo. Ho trovato in Tania carisma e voglia di successo. Mi è piaciuto molto il suo approccio, il suo mettersi in gioco senza lasciare nulla al caso – continua Campedelli – . Inoltre, Tania si è immediatamente immedesimata in Rally Note, il sistema che uso ormai da anni e che mi ha permesso di progredire costantemente nel corso delle ultime stagioni”. Simone Campedelli e Tania Canton sono dunque le nuovePantere Alate di Orange1 Racing e ancora una volta la formazione diretta da Armando Donazzan riesce a stupire, dando vita ad una coppia tutta nuova, un uomo e una donna, che partono con un solo obiettivo: primeggiare.

E lei, Tania Canton, che cosa ha da dichiarare a proposito della sua nuova sfida? “Sono contenta di navigare Simone – inizia la coéquiper nata a Lucca il 18 giugno 1973 – perché mi piace come pilota. E questo è il punto di partenza fondamentale: puntiamo entrambi al massimo risultato, non vogliamo rimandare! Simone mi ha chiamato, mi ha chiesto che programmi avevo e ci siamo trovati subito in sintonia. Ho voglia di correre con lui e condividere un progetto ambizioso. Non è stato facile per me assimilare subito il sistema di scrittura e lettura delle note che usa Simone, però ho subito realizzato che è molto immediato, è più diretto rispetto ai metodi tradizionali: il navigatore parla di meno e questo vuol dire che le in formazioni arrivano più rapidamente. Ripeto: sono contenta. Sarà una bella sfida, che cercheremo di affrontare al massimo e avendo un solo obiettivo”.

Download PDF
Condividi

I Commenti sono Chiusi

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo cookie tecnici e cookie di parti terze. Privacy