Ford Racing e Daniele Campanaro al Tuscan vanno a caccia del CIR Costruttori 2RM

0
Download PDF

Dall’emozionate arrembaggio finale del titolo CIR ASFALTO 2RM, che sulle speciali Veronesi del Rally Due Valli ha regalato a Daniele CampanaroIrene Porcu, equipaggio di punta della FORD Racing, il suo primo titolo tricolore al volante della Ford Fiesta Rally4, a distanza di un mese Daniele è pronto con FORD Racing all’ultimo assalto al Campionato Italiano Costruttori Due Ruote Motrici. Una sfida all’arma bianca con un avversario del valore di Andreucci, vincitore di undici scudetti assoluti, all’apparenza impari ma dopo i tempi battuti a Verona nell’ultima boucle by night, il pilota Pistoiese ha dimostrato che nulla è impossibile. La forza di FORD Racing e del suo alfiere è quella di avere già un titolo in cassaforte, un fattore che permette di avventurarsi sugli sterrati del Tuscan Rewind per dare il meglio senza alcuna pressione.
La soddisfazione per i risultati raggiunti ha regalato una grande serenità palpabile nelle parole di Daniele Campanaro a poche ore dalla partenza delle ricognizioni sugli sterrati Senesi. “Avere conquistato un campionato in una stagione che doveva essere di apprendistato, dove non c’era un obbiettivo preciso se non fare bene è stata una grande soddisfazione personale, ma soprattutto la maniera migliore per ringraziare FORD Racing e la TH Motorsport per il fantastico lavoro svolto. Apporto decisivo anche quello di ERTS che ci ha messo a disposizione degli pneumatici Hankook sempre ad altissimo livello insieme al suo Ingegnere John Archer. Il Tuscan è una gara tutta da scoprire, come lo è questo genere di fondo (sterrato) dove mi sono misurato solamente una volta un paio di anni addietro. Con Irene cercherò di dare il meglio e fare tesoro dell’esperienza che la squadra è in grado di trasmetterci.”
L’ultimo appuntamento del Campionato Italiano Rally ha dovuto lottare contro il tempo per riuscire ad adeguare i suoi standard all’emergenza sanitaria che da inizio novembre ad oggi sta rivoluzionando l’intero panorama europeo. Una dimostrazione di quanto l’automobilismo sportivo sia all’avanguardia in tutti quei protocolli di sicurezza richiesti al momento, un esempio per lo sport e altre attività lavorative nel rispetto dell’attenzione alla vita delle comunità dove si svolge. Il Tuscan Rewind 2020 ha dovuto rinunciare a malincuore ad incastonare nella classica cornice di Montalcino e Buonconvento momenti unici come la pedana di partenza o la festa del podio. Il percorso di gara è rimasto quello originale con la formula delle tre speciali da mandare in replica per tre volte: “Castiglion del Bosco” di 9,14 chilometri; “La Sesta” di 7,18 chilometri; “Torrenieri – Badia Ardenga” 14,39 chilometri, da mandare giù tutti di un fiato sabato 21 novembre 2020.

Download PDF
Condividi

Rispondi

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo cookie tecnici e cookie di parti terze. Privacy

Some contents or functionalities here are not available due to your cookie preferences!

This happens because the functionality/content marked as “%SERVICE_NAME%” uses cookies that you choosed to keep disabled. In order to view this content or use this functionality, please enable cookies: click here to open your cookie preferences.