Balletti Motorsport sul podio del Mugello

0
Download PDF

Ottimo terzo posto assoluto per la Porsche 935 Turbo portata in gara da Mario Massaglia. Podio di classe per la 911 RSR di Mundi e Rosticci. Foto Andrea Zanovello

NIZZA MONFERRATO (AT) – Va in archivio anche il sesto appuntamento del Campionato Italiano Velocità Autostoriche che si è svolto lo scorso fine settimana all’Autodromo del Mugello. Entrambe all’arrivo le due vetture curate dalla Balletti Motorsport schierate al via e grande soddisfazione per il risultato conseguito da Mario Massaglia ottimo terzo assoluto e di 3° Raggruppamento alla guida della Porsche 935 Turbo Gruppo 5; il pilota torinese ha iniziato in sordina la stagione sportiva debuttando con l’impegnativo ed esuberante mezzo, prendendo confidenza gara dopo gara confortato dai riscontri cronometrici in costante miglioramento. Il risultato ottenuto sul tecnico circuito toscano lo premiano per la costanza e portano ottimismo per il prosieguo della stagione sportiva.

Terza posizione di classe e di 2° Raggruppamento è il risultato ottenuto dopo i 60 minuti di gara dalla Porsche 911 RSR Gruppo 4 schierata col duo toscano Stefano Mundi e Riccardo Rosticci, i quali sono stati autori di una gara regolare che porta punti utili in ottica Campionato. Il prossimo impegno in autodromo per la Balletti Motorsport sarà a fine settembre a Vallelunga, una settimana dopo l’impegno del Rallye Elba Storico del quale prossimamente conosceremo gli equipaggi impegnati nell’ultimo appuntamento del CIR Autostoriche.

Download PDF
Condividi

I Commenti sono Chiusi

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo cookie tecnici e cookie di parti terze. Privacy

Some contents or functionalities here are not available due to your cookie preferences!

This happens because the functionality/content marked as “%SERVICE_NAME%” uses cookies that you choosed to keep disabled. In order to view this content or use this functionality, please enable cookies: click here to open your cookie preferences.