Tutti a teatro per la “prima” dei Rally Valli Vesimesi 2018

0
Download PDF

Serata da tutto esaurito e solo posti in piedi per la presentazione multimediale dei momenti salienti della gara, avvenuta venerdì 4 maggio nella sala parrocchiale di Vesime. Alla presenza dei sindaci delle quattro cittadine toccate dal rally, sono stati sviscerati gli aspetti più reconditi dell’evento, dalla sistemazione del parco assistenza alla collocazione delle chicane fino alla modalità di partecipazione alla cena rallistica del sabato sera. Ma soprattutto si è potuto guardare in faccia alcuni dei quasi certi protagonisti del rally a cominciare da Fabio Carosso, che sarà affiancato da Roberto Aresca, a Fulvio Florean, che ha confermato la presenza del suo pilota Alessandro Re. Senza dimenticare Luca Arione e Bobo Benazzo che sfoglia la margherita per scegliere l’auto con cui correre. Oltre ai venti equipaggi già formalmente iscritti, sono in molti gli equipaggi che hanno dato appuntamento a sabato 19 e domenica 20 maggio

VESIME (AT), 5 maggio – Sembra di essere alle prime delle grandi stagioni teatrali. Un po’ come alla Scala di Milano la gente si attardava fuori dell’ingresso del teatro, per salutarsi, stringersi le mani, rincontrare gli amici che da tempo non si vedeva. E c’erano proprio tutti dai piloti ai navigatori, dai preparatori ai team manager, dai tifosi ai sindaci. E sì, perché seduti in prima fila venerdì 4 maggio, in platea del salone parrocchiale di Vesime c’erano proprio loro, i padroni di casa. Pierangela Tealdo, sindaco di Vesime, Roberto Bodrito, sindaco di Cortemilia, ma vesimese di nascita, Oscar Grea, sindaco di Loazzolo e Alessandro Degemi, sindaco di Cessole, mentre in posizione più defilata si è seduto Fabio Carosso, sindaco di Coazzolo che per l’occasione ha lasciato la fascia tricolore di primo cittadino per indossare in occasione del XXVI Valli Vesimesi la tuta da pilota che ha lasciato nell’armadio per sei lunghi anni.

La serata è servita per chiarire gli ultimi particolari e dettagli sulle tre prove speciali e sullo sviluppo della gara che prenderà il via sabato pomeriggio, 19 maggio e si concluderà nella prima serata di domenica 20 maggio, sviscerando le peculiarità delle tre prove speciali prove speciali a cominciare dal doppio passaggio di Creviolo, il sabato sera, Roccaverano e San Giorgio Scarampi la domenica, nonché riordini a Cortemilia il sabato e Vesime la domenica, i parchi assistenza di Monastero Bormida, senza scordare il Controllo Timbro di Cessole in occasione della sagra della frittella. “Continuiamo a produrre iniziative che rendano ricca e bella la gara. Abbiamo deciso di incentivare la partecipazione degli Over 65, oltre che degli Under 23, e per questo motivo i piloti che avranno superato quell’età avranno uno sconto del 50% sulla scheda di iscrizione allo Shake Down” sottolinea Paola Bocchino di BMG Motor Events che organizza la gara. “Un’altra iniziativa interessante è stata quella di coinvolgere i bambini delle scuole elementari chiedendo loro di disegnarci come vedono il rally. E questa sera ne possiamo ammirare i risultati con i disegni appesi alle pareti di questa sala, disegni che troveranno poi spazio sabato 19 e domenica 20 in occasione della gara, quando saranno espositi in Sala Stampa ed accessibili a tutto il pubblico”.

Molto interessati tutti i presenti (che hanno sfiorato le duecento persone) a quella che si presenta una gara impegnativa ed estremamente spettacolare. Ovviamente sono circolati i primi nomi di iscritti, alcuni dei quali hanno già formalizzato l’iscrizione, altri che hanno annunciato di esserci. “Siamo tranquilli perché oltre venti equipaggi hanno già mandato la sceda di iscrizione regolarmente compilata”  dice Luca Meneghetti seconda forza di BMG Motor Events. “Ma ciò che ci conforta maggiormente è sapere che alberghi, locande, bed&brakfast e tutto quanto offre un letto per dormire in quei giorni è stato prenotato. E non solo da turisti svizzeri ed olandesi”.

Nel frattempo sono trapelati i primi nomi degli iscritti. Oltre a Ferrara-Bobbio (Peugeot 309 GTI) fra le storiche e Onnis-Puliani (Peugeot 206) fra le moderne che sono stati i più veloci fra le moderne, ha già confermato la sua presenza Arcangelo Defilippi, quest’anno al via con Raffaella Tonutto, che cerca il riscatto con la sua Opel Kadett GT/E, imitato da Alex Proh, Mitsubishi Lancer, fermo troppo presto nella scorsa edizione. Da Genova arrivano Stefano Parodi e Giorgia Lecca con una Citroën Saxo Racing Start, mentre gli astigiani Mario Viotti ed Enzo Colombaro avranno a disposizione una Rover MG 105, e sfideranno Stefano Tinolli e Gianluca Minervino di Tortona al via con Peugeot 106 Rallye N2. Non mancherà neppure il tocco rosa dato dalla pavese Elisa Spinetta con Alessandra Calori su Peugeot 106 N2.

Molti dei presenti, però, hanno già confermato la loro volontà di esserci. A iniziare da Fabio Carosso che torna in gara dopo sei anni (Moscato 2012 la sua ultima apparizione) affiancato da Roberto Aresca con la Fiesta R5 di Balbosca, che dovrà vedersela con il comasco Alessandro Re affiancato da Fulvio Florean (per loro Škoda Fabia R5 dell’HK) come confermato dal navigatore savonese. Con la seconda Fiesta R5 di Balbosca sarà della partita il langarolo Luca Arione, che avrà sul sedile di destra l’esperto Luca Culasso. Spettatore molto interessato “Bobo” Benazzo che ha fatto molta pretattica, ma era curioso su ogni metro di asfalto, che dopo la bella gara del Valli Cuneesi sarà senza dubbio al via nella gara della sua Valle Bormida, anche se c’è ancora da sciogliere il dubbio con quale vettura. Nascosti fra la folla anche Paolo Iraldi e Marco Amerio recenti dominatori della Classe N2 al Valli Cuneesi.

Fra le storiche era presente anche Rudy Mao, vincitore della scorsa edizione della gara, che ha portato in vetrina la Delta vincitrice dell’edizione 2017 (e del Valli Cuneesi 2018) per cominciare a farle riassaporare l’aria delle Valli Vesimesi prima di lanciarla in prova speciale, così come hanno confermato la loro presenza anche Marco Giordano-Jessica Radosta con l’A112 Abarth. Leggermente emozionato Davide Ruaro, figlio Mauro di commissario di percorso di Cuneo, che farà il suo esordio a Vesime affiancato dall’ormai esperta navigatrice di Loazzolo Martina Cirio, mentre Francesca Scaglione, dopo la bella esperienza in S2000 al Valli Cuneesi, tornerà a fianco di papà Marco sulla Peugeot 106 N2 con cui aveva sfiorato la vittoria di classe nella scorsa edizione. Presenza certa, ma ancora qualche dubbio sulla macchina da scegliere per Emanuele Morganti e Maurizio Bodda, che comunque si presenteranno a Vesime sabato 19 maggio.

Ma questi sono alcuni dei nomi interessati al Valli Vesimesi (storico e moderno che dir si voglia), perché la febbre del Vesime va tenuta nascosta fino a quando non chiuderanno le iscrizioni lunedì 14 maggio.

Download PDF
Condividi

I Commenti sono Chiusi

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo cookie tecnici e cookie di parti terze. Privacy