Mara Miretti, doppio podio storico al Rally Team ‘971

La navigatrice della Valsusa affianca nuovamente Paolo Pastrone e dopo un anno l’equipaggio portacolori di Meteco Corse torna al volante dell’impegnativa Ford Sierra Cosworth. Alla fine il risultato è esaltante, con un terzo posto nella classifica assoluta e il successo dopo una lotta sul filo dei decimi di secondo nel Quarto Raggruppamento. Foto Magnano

SETTIMO TORINESE (TO), 3 aprile Soddisfazione e coppe per Mara Miretti, che al Rally Team ‘971 di domenica 3 aprile, ha conquistato il terzo posto assoluto e il primato in Quarto Raggruppamento, dettando le note a Paolo Pastrone sulla Ford Sierra Cosworth. Una gara condotta sul filo del rasoio per tutte le sei prove in programma dall’equipaggio portacolori di Meteco Corse, che solo nel finale è riuscito a consolidare la sua posizione sul podio della classifica assoluta e di primato nel Quarto Raggruppamento.

Subito terzi assoluti e primi di Raggruppamento nella prima prova di Albugnano, iniziando una gran battaglia con la vettura gemella di Gibello, nella successiva Moransengo, chiudendo la speciale a soli 5”8 dall’avversario, mantenendo comunque il primato di categoria. Nella successiva speciale, a emergere in raggruppamento era la BMW di Volpino che precedeva l’equipaggio della Sierra di 2”6, senza però riuscire a scalzarlo dalla leadership di categoria. A metà gara Pastrone-Miretti erano terzi assoluti con appena 2”5 di vantaggio sui più veloci avversari di Quarto Raggruppamento.

Nel ripassaggio sulla Albugnano era ancora la BMW a siglare il miglior tempo di Raggruppamento, arrivando in classifica assoluta a soli 2/10 da Pastrone-Miretti. Che si concentravano e si preparavano a dare una svolta alla gara, sui 9,5 chilometri della Moransengo, dove tornava a siglare il terzo tempo assoluto e, soprattutto lasciavano a 9”6 la BMW. Nell’ultima prova i portacolori della Meteco Corse gestivano la situazione, e andavano a chiudere terzi assoluti e primi di quarti raggruppamento.

Abbiamo fatto un’ottima gara e chiudere nell’assoluta dietro due performanti Porsche, guidate fra l’atro da due piloti del calibro di Marco Bertinotti e Roberto Raimoldi è una grande soddisfazione. La sfida in Raggruppamento è stata elettrizzante con gli avversari che ci soffiavano sul collo e dovevamo impegnarci al massimo rimanendo concentrati per dare il meglio di noi stessi senza commettere errori. Alla fine è stata una grande soddisfazione terminare con questo risultato su una Sierra, una vettura particolarmente impegnativa che non usavamo dal Team di esattamente un anno fa” commenta la navigatrice di Coazze, che inserisce l’ennesima coppa nello scaffale dei suoi successi.