Cesana-Sestriere, mille protagonisti salgono verso il Colle

0
Download PDF

Giovanni Pagliarello (Team Italia  Fiat Abarth 1000 Bialbero  116)Seconda parte. Di Tommaso M. Valinotti. Foto Acisport

SESTRIERE (TO) – La Cesana-Sestriere è un evento di grande impatto sulla passione di chi corre in macchina e di chi ne segue le gesta. Nella carriera di un pilota, specie se abita nel Nord-Ovest, ci deve essere almeno una partecipazione alla Cesana-Sestriere, un marchio che distingue chi ha Mario Massaglia (Porsche 935 Turbo  346)un blasone corsaiolo nobile, da chi ha solo scherzato con il mondo delle corse.

Dalla sua rinascita, avvenuta per la terza volta nel 2007, dopo l’edizione d’esordio del 1961, per festeggiare il centenario dell’Unità d’Italia cui fece seguito l’interruzione dal 1974 al 1980, con i motori riaccesi nel 1981 con la vittoria di Mauro Nesti e proseguire in un crescendo di velocità e adrenalina fino all’edizione record del 1992 (Andres Vilarino con il tempo di 4’32”68), la Cesana-Sestriere ha spostato il suo interesse verso il mondo delle storiche, che nel frattempo sono diventate le stesse vetture che correvano le edizioni degli anni Novanta della Cesana-Sestriere, a cominciare proprio dalla Osella PA9, che di Cesana-Sestriere nel ha vinte quattro nel secolo scorso (1985 con Romano Casasola e 1986/1988/1989 con Mauro Nesti) e ben nove nell’epoca moderna (o storica?) del Terzo Millennio, andando a frantumare il record di Vilarino con Stefano Di Fulvio 4’30”06, lo scorso anno.

L’edizione 2017 della Cesana-Sestriere è stata più avvincente che mai, con ben 140 vetture al via, oltre a quelle della Cesana-Experience e del Raduno Deltone, ed è stata condizionata, ma non compromessa, dalle bizze del tempo, così frequenti nelle parti alte delle vallate alpine, che ha permesso a Emanuele Aralla di portare per la prima volta al successo una monoposto (Dallara F390) soffiando per 41/100 il successo a Uberto Bonucci, partito con le gomme intermedie, a caccia del suo quarto successo personale.

La trentatreesima edizione della Cesana-Sestriere ha visto un gran lavoro di comunicazione da parte dell’ufficio stampa e della federazione, che ha prodotto montagne di comunicati, di notizie e di immagini. Kaleidosweb propone parte di questo lavoro con una rassegna di parte del materiale fotografico realizzato da AciSport e pubblicato sul sito della federazione. Non solo immagini di corsa, ma anche di molta parte di quanto ne sta intorno. Tutte da gustare.

Download PDF
Condividi