Presentato il 52° Rally Valli Ossolane

0
Download PDF

Presentato anche il libro dedicato a Michele Cane.

4_Caffoni-Grossi (Custom)MALESCO (VB) – Organizzato dalla P.S.A di Paolo Fortunati, col patrocinio della Unione Montana della Valle Vigezzo, si correrà il 18 e 19 giugno 2016 il 52° Rally delle Valli Ossolane, gara valida per il 1° Campionato Regionale Piemonte e Valle d’Aosta varato da ACI CSAI.

 

presentazione rally delle valli ossolane 016 (Custom)La manifestazione, giunta alla sua 52° edizione è stata presentata venerdì sera al Ristorante La Peschiera di Malesco. Era presente il presidente della Unione Montana Valle Vigezzo e sindaco di Malesco: Enrico Barbazza col vice sindaco Daniele Prelli che ha aperto la serata dando il benvenuto a tutti: “ È un onore poter avere la partenza e l’arrivo del rally a Malescoha detto Enrico Barbazza. “In Valle Vigezzo ci sono tantissimi appassionati di rally e questa è una manifestazione sportiva di richiamo a livello nazionale. Parole di soddisfazione per la manifestazione anche da parte dei sindaci degli altri comuni attraversati dalla competizione presenti: il sindaco di Craveggia Paolo Giovanola, il sindaco di Cannobbio: Giandomenico Albertella e il sindaco di Piedimulera: Alessandro Lana.  La gara infatti avrà il suo baricentro nella Valle Vigezzo toccando i colli del Verbano. Malesco sarà sede di partenza, arrivo e parco assistenza. Santa Maria Maggiore ospiterà la Direzione Gara, Sala Stampa, Verifiche Sportive e Tecniche presso la sede della Unione Montana Valle Vigezzo. A Villette vi sarà lo Shakedown e a Zornasco la prima prova.

Partenza da Malesco sabato 18 giugno pomeriggio dove avverrà pure la conclusione domenica 19, dopo percorsi 370.67 Km complessivi dei quali 74.26 relativi alle 8 prove speciali.   Subito dopo la partenza verrà affrontata la prima prova speciale, denominata #JB 17 di 4.85 km, che in effetti sarà la prova di Zornasco in onore di Jules Bianchi, pilota francese di F1 di origini vigezzine scomparso un anno fa dopo 9 mesi di coma a seguito del tragico incidente a Suzuka nel GP del Giappone 2014. “Un giusto ricordo della Valle Vigezzo per lo sfortunato pilota che venne in vacanza e che ancora oggi ha parenti e tanti amici in questa zona.” ha detto Flavio Minoletti.  A chiudere la prima giornata la prova denominata VCO Rally nell’area industriale di Piedimulera di circa 2 km. tortuosi densi di difficoltà all’insegna della spettacolarità, dove verrà assegnato il Memorial Adolfo Macrì al 1° navigatore ossolano. Per agevolare i piloti e garantire maggior condizioni di sicurezza, il direttore di gara Simone Zerbinati di concerto con l’organizzatore Paolo Fortunati ha annunciato che tra la prima e seconda prova sarà prevista una sosta per consentire la possibilità di sostituzione dei pneumatici con modalità e indicazioni che verranno ufficialmente poi comunicate. Dopo la sosta notturna a Malesco si riparte domenica alle 8.01 e alle 9.17 il via alla terza prova quella di Crodo di km. 9,50 in direzione di Mozzio. “Sempre una bella prova. Ma per evitare disturbo a turisti, albergatori e a tutti, si è preferito non effettuare un secondo passaggio nel pomeriggio – ha spiegato Paolo Fortunati, aggiungendo – Sarà comunque una gara impegnativa con delle prove, una più bella dell’altra sia per chi corre sia per gli appassionati”.

Si scenderà poi nel Verbano e alle 10.51 vi sarà la prova di Aurano di 12.8 km ed infine a concludere il primo giro sarà la quinta prova della Cannobina di 15 Km alle 11.55. Il pomeriggio si riparte con la sesta prova a Fomarco alle 14.35 affrontata però nel senso contrario a quello tradizionale. Non sarà quest’anno assegnato ilFumarc de Travers’ ha spiegato Daniele Della Volpe di VCO Rally ma vi saranno altri premi nella gara che verranno annunciati, in prodotti tipici. Le ultime due speciali saranno il secondo passaggio di Aurano alle 15.27 e della Cannobina alle 16.31 prima dell’arrivo finale a Malesco dopo le 17,00. Un premio speciale quest’anno sarà il Trofeo Massimo Bergna, il navigatore scomparso l’autunno scorso che a fianco di Roberto Pietropoli vinse su Lancia Stratos l’edizione 1979.  Roberto Pietropoli è intervenuto alla serata con la moglie di Massimo: “Fin da ragazzi con Massimo venivamo in questi bellissimi luoghi che ci hanno dato tante soddisfazioni; per questo con gli amici della valle e alla moglie abbiamo pensato ad un premio che verrà assegnato a chi effettuerà il miglior tempo nella somma dei due passaggi nella prova della Cannobina la prova che amavamo particolarmente!” In palio anche il Trofeo “Ciao Fabry (in ricordo del vigezzino Fabrizio Bonzani), riservato al primo pilota e al primo navigatore vigezzino. Chi saranno i protagonisti? Gli ossolani sono i primi a prenotarsi. Nella serata hanno confermato già la loro presenza Fabrizio Margaroli vincitore nel 2010, Davide Caffoni e Mauro Grossi vincitori 2014 e 2015 e Andrea Giudici fresco vincitore del “Due Laghi” con Anna Fatichi, al quale ancora manca il suo sigillo in questa corsa.

presentaz libro Michele Cane_ Fortunati tra Melani e Maulini (Custom)Un evento nell’evento: La serata è stata anche l’occasione ideale per la presentazione del libro “Michele, il pilota e l’amico” dedicato al campione cusiano Michele Cane scomparso in un incidente stradale nel 1983. A scriverlo sono stati Rolando Maulini e Renzo Melani i suoi due ex navigatori ed amici. In 200 pagine attraverso foto e testimonianze viene ripercorsa la breve carriera di un talento del volante che non ha avuto tempo di esprimersi. (I proventi del libro andranno a favore del Gruppo Verbanese Sciatori Ciechi ONLUS.)

Platea e contesto appropriati, poiché Michele Cane ha legato il suo nome anche alla prestigiosa corsa ossolana dove sfiorò la vittoria nel 1978. È stata l’occasione per rivivere momenti e ricordi importanti della storia dei rally di questa zona. Erano presenti alcuni campioni di rilievo: insieme alla sorella di Michele: Alessandra vi era il fratello Tito Cane campione di rally, l’intramontabile Franco Uzzeni col record di otto vittorie al “Vally”, l’ossolano Giacomo Pelganta pilota ufficiale Lancia su Fulvia HF, e il plurititolato navigatore Tanino Orlando che ha corso con tanti campioni. Insieme a Rolando Maulini e Renzo Melani, hanno tutti espresso le loro testimonianze ed il loro ricordo del giovane Michele Cane e del suo innegabile talento in quello splendido periodo dei rally. Sala gremita, oltre ai giovani anche tanti rallisti e appassionati con qualche anno di più che hanno condiviso e rivissuto quegli anni indimenticabili.

Download PDF
Condividi

I Commenti sono Chiusi

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo cookie tecnici e cookie di parti terze. Privacy

Some contents or functionalities here are not available due to your cookie preferences!

This happens because the functionality/content marked as “%SERVICE_NAME%” uses cookies that you choosed to keep disabled. In order to view this content or use this functionality, please enable cookies: click here to open your cookie preferences.